LA CONGREGA BIANCA di Francesca Angelinelli - Recensione

mercoledì 10 giugno 2015

E finalmente vediamo di riprendere in mano le redini della situazione e smaltire un po' delle recensioni che ho in sospeso.
Inizio con questo post parlandovi di un libro che l'autrice mi ha fatto avere (e ringrazio) che ha elementi classici di un paranormal romance e al tempo stesso riesce ad avere aspetti originali.

La congrega bianca

Titolo: La congrega bianca
Autore: Francesca Angelinelli
 Autoconclusivo
Editore: Self Publishing
Genere: Paranormal romance 
Pagine: 463
Amazon
Sinossi
Seril è una giovane strega che ha appena perso i genitori. Un mistero aleggia attorno alla loro morte. E da quando è rimasta sola strane creature la inseguono invocando Samantha. Ma chi è Samantha? E cosa vogliono da lei quei mostri? Forse il seducente Armand può aiutarla a scoprire quale mistero aleggia attorno a lei e alla sua famiglia. O forse fa parte anche lui del complotto? Si deve forse fidare del suo rivale Etienne? Una lotta si combatte da decenni a causa di un tradimento e ora Seril è l’unica che può porre rimedio agli errori della sua antenata. 
La mia opinione

Un paranormal romance che unisce molti "elementi" soprannaturali mischiandoli tra loro per creare qualcosa di nuovo e originale, una trama fitta e ricca, due protagonisti dai caratteri decisi e determinati, personaggi secondari con un ruolo importante e definito hanno reso questa storia accattivante e piacevole.

Il libro inizia subito in uno scenario misterioso e ricco di pathos, non svelando comunque di chi si stia parlando e cosa stia realmente accadendo, per poi passare in epoca moderna presentandoci Seril alle prese con le visioni di demoni che la perseguitano.
La protagonista Seril vive con il suo gatto Ottavio, l'unica famiglia che le sia rimasta dopo che i genitori, mercanti di oggetti magici sono stati misteriosamente assassinati. Seril è una strega e questa sua condizione, unita alle visioni di demoni che cercano di attaccarla rivolgendosi a lei come a una certa Samantha le fanno sentire particolarmente la solitudine.
E' una ragazza forte, che affronta il dolore con determinazione e vuole ad ogni costo scoprire cosa sia accaduto ai suoi genitori. Questo suo coraggio però non le impedisce di cadere vittima delle forze misteriose che sembrano cercare in lei qualcuno del passato.

Seril sente comunque attorno a sé una presenza magica, una forza che a tratti la spaventa e allo stesso tempo la attrae particolarmente.

Nella vita di Seril entra improvvisamente il bellissimo Armand, affascinante e seducente, che sa apparentemente colmare quel bisogno di sicurezza e fiducia  che risiede prepotentemente in Seril.

Ma non sarà solo Armand a incrociare la strada di Seril. Durante la ricerca degli assassini dei suoi genitori si "scontrerà" con Etienne, un uomo di misterioso, scostante e ambiguo, in cui la magia scorre prepotentemente e a cui sarà difficile affidarsi, che sa però essere deciso e presente nel momento del bisogno.

Quando ciò che appare si dimostra falso e Seril viene a conoscenza degli avvenimenti che la legano alla famigerata Samantha, tutte le certezze fino ad allora costruite crollano. Nuovi equilibri, nuovi sentimenti e verità celate andranno pian piano a comporre i pezzi di un puzzle intricato, quello della vita della ragazza.

In questo libro ci sono elementi di originalità che ho apprezzato e mi hanno convinto a dare 4 cuori. Il primo la creazione della "Congrega", che si è rivelata qualcosa di completamente diverso da ciò che mi sarei aspettata. Poi la presenza di vampiri atipici, in cui albergano demoni che sono capaci di palesarsi in modi diversi. La forza e il coraggio dei protagonisti, capaci di lottare per ciò in cui credono fino al sacrificio. E non ultimo il difficile ma forte legame d'amore che unisce i due protagonisti, capace di superare la propria natura soprannaturale, gli istinti più feroci, la malia che toglie la volontà. 

Devo ammettere che il ritmo della narrazione non è stato sempre costante e, soprattutto nella parte iniziale mi ha un pochino rallentato nella lettura. Superando però questa fase la trama diventa preponderante e la voglia di scoprire cosa si nasconda dietro la storia dei personaggi e chi siano i buoni e i cattivi riesce a coinvolgere portandoti a un finale che ha un tocco originale. 
Un altro elemento che inizialmente non mi ha totalmente convinto è stata l'estrema "umanizzazione" del familio di Seril, il gatto Ottavio che ho trovato per certi aspetti troppo "favoleggiante" per essere realistico, seppure trovandoci comunque in un contesto di fantasia. Successivamente però ho compreso come proprio Ottavio sia il collegamento di Seril con il suo passato e la sua natura di strega, che per lei deve essere presente, almeno fino a quando non avrà superato gli scogli che la legano proprio a quel passato per rivolgersi a un nuovo futuro.

Nonostante questi due aspetti mi sono ritrovata a leggere un libro di oltre 450 pagine in maniera scorrevole e veloce. Merito degli elementi di originalità della storia e della scrittura fluida dell'autrice.

Un libro che consiglio, adattissimo a chi ama il genere romantico e paranormale.


La mia valutazione:    CUORECUORECUORECUORE 


7 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. Ho sempre adorato le streghe e, avendo letto sempre autrici straniere a riguardo, mi incuriosisce parecchio l'idea di vederle attraverso l'occhio italiano... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ti piacciono le streghe e anche le creature della notte questo è perfetto. Poi nei prossimi giorni pubblicherò la recensione di un altro libro di un'autrice italiana che parla totalmente di streghe, davvero bello!

      Elimina
  3. Tutto ciò che parla di streghe deve essere mio :) se poi ci metti anche un pizzico di romanticismo, ecco il mix perfetto!!! Baci

    RispondiElimina
  4. Non ho letto molto libri su streghe, forse è ora di iniziare.

    RispondiElimina
  5. Non ho letto molto libri su streghe, forse è ora di iniziare.

    RispondiElimina