L'EMBLEMA di Manuela Dicati - Recensione

domenica 22 marzo 2015

Eccomi qui finalmente a parlarvi di un libro che aspettavo con ansia! Figuratevi che non ho resistito, ho sospeso le letture in corso per iniziarlo appena l'autrice l'ha pubblicato, e poi purtroppo ho dovuto dare precedenza ad altre scadenze per il blog,  ma stasera ho fatto di tutto per non rimandare oltre questa recensione!

Sto parlando di L'Emblema, il 3° sospirato capitolo della saga paranormal romance "I Custodi della Notte" di Manuela Dicati. Come sapete ho letto tutti i suoi libri (cliccate per le recensioni al primo e secondo volume delle saga), anche il suspense quando ancora era auto-pubblicato (e ve lo consiglio assolutamente non appena arriverà la nuova pubblicazione!), quindi conoscendo le sue capacità di intessere trame originali e ricche di azione le mie aspettative erano parecchio alte!
Decisamente anche questa volta Manuela mi ha sorpreso, nulla di ciò che ho trovato nella storia tra Martin e Tati è stato come mi sarei aspettata....

"Lui la trattava sempre come una ragazzina e lei voleva dimostrare di non esserlo."

L'Emblema di Manuela Dicati

Titolo: L'emblema
Autore: Manuela Dicati
Serie: I custodi della Notte
Editore: Self

Genere: Paranormal romance x adulti
Pagine: 289
Formato: Ebook
Pubblicazione: 11 marzo 2015

BIO AUTRICE
INTERVISTA ALL'AUTRICE



Sinossi
Martin, il maggiore dei fratelli Nassel, nonché il più impertinente e irriverente della famiglia, ha un compito da svolgere: addestrare una vivace e giovane ragazza a diventare un valido membro dell’Ordine dei Custodi della Notte. Tati, da parte sua, ce la mette tutta per far saltare i nervi al suo inflessibile istruttore. Due caratteri simili che fin da subito si scontrano in un rapporto fatto di provocazioni e sfide. Finché un bacio, dato per gioco, cambierà pericolosamente tutte le carte in tavola.

Mentre Martin e Tati, tra incomprensioni e litigi, prove mortali e riti magici, cercheranno di far chiarezza nel proprio cuore, una nuova minaccia sbucherà dall’ ombra a turbare la serenità e l’equilibrio del mondo sovrannaturale. Chi sono le figure incappucciate e potenti che si aggirano nella notte uccidendo vampiri e streghe? Qual è lo scopo della donna misteriosa che li guida?

Magia, mistero, combattimenti, oscuri emblemi e un amore frizzante e travolgente, danno vita alla terza avventura autoconclusiva della saga de “I Custodi della Notte”
La mia opinione

Un romanzo che sorprende, emoziona, e allo stesso tempo lascia senza fiato grazie alla ricchezza di azione e colpi di scena. L'autrice riesce anche questa volta a intessere una trama originale, dei cattivi con una storia alle spalle e forse per questo un "nemico" diverso da ciò a cui ci ha abituato, ma altrettanto se non più pericoloso per la sua imprevedibilità. Personaggi principali capaci di strappare un sorriso al lettore per poi farlo commuovere ed emozionare arrivandogli al cuore attraverso la profondità dei loro turbamenti e dei sentimenti che li uniscono. E in tutto questo una scrittura a cui ormai l'autrice ci ha abituati che sa coinvolgere con la sua scorrevolezza e la capacità di creare empatia con tutti i personaggi

"Martin non è lo scemo del villaggio, né il buffone di corte. Dietro la sua ironia c'è un carattere sensibile.”

In questo terzo capitolo avremo l'occasione di conoscere a fondo quello che per molti affezionati della saga era il Custode più atteso, Martin, amato per il suo modo di essere irriverente, divertente, arrogante e a volte immaturoironico al punto da riuscire a strappare una risata anche in situazioni improbabili e pericolose. Ebbene rimarrete sorpresi, perché l'autrice riesce a farci conoscere aspetti di lui che forse avevamo solo intuito ma sui quali non ci eravamo soffermati, o per lo meno questo è ciò che è accaduto a me. Ovviamente Martin per poter essere il protagonista di una storia d'amore avrebbe dovuto perdere un po' della sua leggerezza, con il rischio di trovarsi davanti ad un personaggio totalmente diverso. In realtà l'autrice ha sì smorzato un po' i toni ironici, ma è riuscita a non snaturarlo e soprattutto gli ha conferito delle caratteristiche che a mio gusto ne fanno uno dei miei personaggi preferiti. Tirerà fuori la sua dolcezza, la sua lealtà e il suo forte senso di protezione nei confronti di chi ama. Martin vi stupirà con la sua profondità e intensità, e devo dire anche con la sua bellezza, cosa che personalmente mi ha stupito, perché forse distratta dal suo carattere nei primi due volumi non me lo ero immaginato affascinante, e invece i suoi occhi verdi sapranno entrarvi nel cuore così come hanno fatto breccia in quello di Tati. 

"La osservò, ma non era il corpo di lei che guardò. Si soffermò a pensare al carattere di quel tornado con cui aveva a che fare ogni giorno da ormai tre mesi: vivace, solare , chiacchierona. La sua statura piccola e il taglio corto sbarazzino dei capelli castano scuro, la facevano assomigliare a un dispettoso folletto dei boschi.”

Accanto a lui Tati, un nuovo arrivo tra i Custodi che già alla fine di "Alba Oscura" aveva dato prova di essere un "peperino" capace di tenere testa se non addirittura mettere al suo posto il caro Martin. Sempre allegra, frizzante, viva; ma con l'evolversi della storia scopriremo di lei un lato diverso, una fragilità e una insicurezza di fondo che la renderanno vulnerabile. Sarà impossibile per il lettore non affezionarsi a Tati, sentendo su di sé le sue sofferenze ma allo stesso tempo ammirandone il grande coraggio e la capacità di superare il passato e i condizionamenti, lasciandoseli alle spalle per diventare una donna forte, saggia senza perdere per questo il suo spirito leggero. 

Ho adorato il loro rapporto fatto di piccole sfide e battibecchi, l'evoluzione dei loro sentimenti che da profondo affetto e complicità si trasforma con gradualità per poi rivelarsi un amore reso in tal modo ancora più vivido, solido e profondo

Non dirò altro della storia, perché non voglio rischiare spoiler per un libro che merita di essere letto e scoperto
E non preoccupatevi se non sapete nulla dei precedenti (anche se vi consiglio di correre ai ripari subito!!!), l'autrice, come mi è capitato poche volte di vedere, riesce a far entrare il lettore nella storia raccontando quanto basta per farvi comprendere ciò che accade, e senza rischiare di essere troppo ripetitiva per chi invece conosce già alcuni risvolti.

Ormai lo avrò detto in tutte le salse e a chiunque quanto stimi questa autrice. Ha una fantasia tale da riuscire a creare situazioni sempre diverse, riuscendo a dosare con equilibrio azione e sentimenti, coinvolgendo il lettore con personaggi principali e secondari a cui ci si affeziona e descritti a tutto tondo, senza lasciare nulla al caso, dal prologo che lascia a bocca aperta fino agli epiloghi che creano aspettativa per un seguito. E in tutto questo con una scrittura scorrevole, diretta e ben curata in ogni aspetto.

In conclusione se amate le storie piene di sentimento ma anche frizzanti, ricche d'azione e sorprendenti non potete lasciarvelo sfuggire. 


La mia valutazione:    CUORECUORECUORECUORECUORE 


2 commenti:

  1. Evvai!!! Sono riuscita a conquistare i miei cinque cuoricini. Sono davvero contenta nonché imbarazzata per le belle parole che mi hai dedicato. Tenevo particolarmente a questo terzo volume quindi davvero sono al settimo cielo. Grazie Deb, come sempre le tue recensioni sono molto complete e particolareggiate.

    RispondiElimina