Blogtour IL BISTRÒ DEI LIBRI E DEI SOGNI di Rossella Calabrò: Galleria dei personaggi

martedì 6 febbraio 2018


Buongiorno! Siete pronti a scoprire un nuovo romanzo? Esce oggi  Il bistrò dei libri e dei sogni, di Rossella Calabrò, edito Sperling & Kupfer. Tocca proprio a me aprire le danze del blogtour dedicato a questo libro capace di trasportare noi lettori in un mondo fatto di sogni e libri con un’originale e affascinante ironia, ma di questo avrò modo di parlarvi in un'altra occasione.

Il mio compito oggi è presentarvi i personaggi della storia scritta da Rossella Calabrò, protagonisti un po’ sopra le righe accomunati dalla ricerca di un sogno, il loro personale sogno che, consapevoli o meno, i libri sapranno suggerirgli, basta imparare ad ascoltare.

IL BISTRÒ DEI LIBRI E DEI SOGNI
Rossella Calabrò

Il bistrò dei libri e dei sogni coverEditore: Sperling & Kupfer
Genere: Narrativa contemporanea
Pagine: 252
Prezzo: €. 9,99 ebook | €. 16,90 cartaceo
Link acquisto: Sperling & Kupfer



Un piccolo bistrò nel cuore di Milano. Un corso di scrittura creativa. E cinque protagonisti in cerca del proprio sogno.
Nel cuore di Milano c'è un delizioso bistrò, con grandi librerie di legno da cui si affacciano centinaia di volumi e l'aria che profuma di torte. Il posto ideale per rilassarsi sorseggiando del tè o magari, con un calice di vino bianco in mano, chiacchierare, lavorare, e intanto lasciarsi consigliare romanzi, saggi, fumetti da Petra, la proprietaria: quarant'anni da un po' e una disordinata massa di capelli che porta con orgoglio. Ogni giovedì sera, nella luce soffusa del suo Bistrò dei Libri e dei Sogni, Petra ospita un corso di Scrittura Creativa. Con lei, Armando, medico in pensione novantenne, dall'animo frivolo e lo sguardo da bambino, appassionato di tip-tap; Blanche, boccoli in stile Shirley Temple, architetto mancato, di mestiere imbianchina e ideatrice di fiabe; Linda, domestica e babysitter dal sorriso cauto e lo sguardo saggio da divinità inca; e poi lui, Dylan Altieri, l'eccentrico e affascinante insegnante. Alto, dinoccolato, occhi azzurri, viso scarno e capelli folti, appena brizzolati, e l'aria di chi ha sempre occupato posti di comando e che ora ha scoperto la meraviglia di perdersi in un sorso di cioccolata calda, accoccolato in una poltroncina anni Venti di un bistrò. Cinque bizzarri quanto speciali protagonisti, ognuno alla ricerca del proprio sogno tra le pagine di un libro. Perché i libri, si sa, sono degli incredibili, splendidi, stupefacenti contenitori di sogni: i sogni di chi li scrive, e i sogni di chi li legge.



GALLERIA DEI PERSONAGGI

Petra
Dylan
PETRA
«Mi chiamo Petra, ho passato i quarant’anni da un po’, e porto con orgoglio una disordinata massa di capelli (tra cui parecchi esemplari grigi) che fa da nido ai miei pensieri»

Petra è la proprietaria del Bistrò, un luogo che ha realizzato proprio seguendo un suo sogno. Petra è una donna che ha un vissuto, un figlio ventenne che ha seguito la sua strada e un ex marito che l'ha delusa lasciandole un ironico cinismo e la decisione di stare alla larga dagli uomini; ma il suo cuore sembra non volerne sapere di seguire la testa e, dispettoso, continua a battere. Petra ha realizzato il suo sogno, è pungente, realista, non sopporta la falsità; quello che non sa ancora è che ci sono altri sogni da realizzare... 
DYLAN
«Non era bello, quell’uomo, ma aveva qualcosa, oltre allo sguardo, che lo rendeva unico »
Dylanèàkkàk

Su Dylan ci sarebbe molto da dire; inizialmente si presenta come un uomo dal fascino discreto, un paio di occhi azzurri capaci di ammaliare la nostra Petra, di piacevole compagnia, alto e dinoccolato. Eccentrico e affetto da una particolare sindrome che gli ha fatto sviluppare i sensi, grazie alla quale, forse, è scaturito un particolare approccio ai libri: li sente, prima ancora di leggerli. È molto bravo con le parole, è bizzarro e proprio per queste sue caratteristiche accetta di tenere un corso di scrittura creativa al Bistrò. Da qui il suo carattere prende diverse sfaccettature: si prende forse troppo sul serio, è vanitoso e non esita a comportarsi da "bambino" quando è punto nell'orgoglio. È un uomo indeciso sulle sue scelte che si nasconde dietro scuse banali. Ma è anche un maestro capace di portare gli allievi del corso sulla strada giusta per "ascoltare" i loro sogni.
XXXXXX
Armando
bLANCHE
ARMANDO
«Armando, un medico in pensione ormai novantenne che, a dispetto del nome così virile e battagliero, aveva un animo frivolo e lo sguardo da bambino»

Armando, il caro eccentrico Armando che nella vita (e nella sua mente) ha sempre danzato e che per hobby (e per lavoro) faceva il medico chirurgo.
Una vita dedicata alla famiglia, con una moglie che ormai non c'è più e un figlio grande che si è fatto strada in America e lavora alla NASA. Armando ha una passione immensa per i musical, lui danza sempre nella sua testa, è un sognatore leggiadro che ancora non ha trovato il coraggio di esprimere la sua vera essenza, il suo vero io racchiuso in un paio di scarpette rosse da tip-tap.
Di lui non vi racconterò altro, solo che è il personaggio capace di unire un po' tutto il gruppo, il vero sognatore, colui che si è nascosto al mondo per una vita intera e che, realizzando finalmente la sua felicità lascerà a tutti un insegnamento e tanta nostalgia.
BLANCHE
«Blanche era una tipa tosta. Giovanissima, molto carina, di mestiere faceva l’imbianchina»
F sgsfsdgfd d

Blanche è una ragazza con un aspetto molto dolce, quasi da bambola che ha imparato a utilizzare costruendosi un personaggio da seduttrice. A volte questo suo lato è un po' irritante, soprattutto per la nostra Petra, ma in realtà in lei c'è molto altro.  Blanche è una ribelle, ha saputo tenere testa ai genitori che per lei sognavano un futuro da designer seguendo il suo sogno: quello di intraprendere la professione di imbianchina. Blanche parla con le pareti da dipingere, ne sente l'anima e ne crea storie; uno dei suoi sogni è proprio scrivere fiabe, e la sua mente ha una grande capacità creativa.
XXXXXX XXXXXX
Linda
LINDA
«Linda mi piaceva tanto, era così autentica, lei, da diventare struggente»


Linda è la donna dalla bontà infinita, paziente, dolce, sempre pronta a calmare gli animi e ascoltare il prossimo. Arriva dall'Ecuador e lavora in Italia da molti anni come domestica e babysitter, amando e accudendo la famiglia presso cui lavora proprio come una mamma.
In patria era insegnante e tutto in lei trasmette calma e serenità. Ha una grande passione, quella del cucito e il suo sogno è sempre stato quello di creare bambole ricavate da stoffe e vestiti ormai inutilizzati. Le sue bambole hanno una vita, un passato e trasmettono l'anima degli oggetti da cui sono state realizzate.




TAPPE BLOGTOUR

Spero di avervi incuriosito, seguiteci nel nostro blogtour che vi farà conoscere meglio Il bistrò dei libri e dei sogni, ecco le tappe! Prossimo appuntamento l’8 febbraio su Bookspedia.

Il bistrò dei libri e dei sogni calendario






Ci leggiamo presto,
Deborah_thumb1_thumb_thumb



AutriceRossella Calabrò, milanese come si evince dal cognome, è autrice, copywriter e blogger. Oltre ad avere un'insana passione per i gatti e per il pandoro (da utilizzare in modi diversi), scrive da quando aveva cinque anni, anche perché prendeva sempre 4 in matematica e persino in ginnastica. Così, facendo di necessità virtù, ha pubblicato quattro libri (se non sta sbagliandole somme), tra cui Di matrigna ce n'è una sola per Sonzogno e l'ebook Perché le donne sposano gli opossum? per EmmaBooks. Quando ha letto Cinquanta sfumature di Grigio non ha resistito, manco si trattasse di un pandoro, e ha scritto Cinquanta sbavature di Gigio, Cinquanta smagliature di Gina (entrambi Sperling & Kupfer 2014) e Cinquanta sbavature di Gigio. Il film. Nel 2017 pubblica per Sperling & Kupfer Che palle il Natale! Sopravvivere allegramente alla festa più dolce e folle dell'anno.


Nessun commento:

Posta un commento

Lasciami un commento, risponderò con piacere. Spunta la casella Inviami notifiche per essere avvisato via email dei nuovi commenti inseriti.

Info sulla Privacy