EVERNEATH di Brodi Ashton - Recensione

sabato 30 gennaio 2016

Ieri vi ho proposto l’intervista all’autrice (se ve la siete persa la trovate qui), oggi vi lascio la mia opinione sull’inizio della nuova serie paranormal romance che si rifà al mito di Persefone e Ade e che è arrivata in Italia grazie a DeA YA.

Sto parlando di Everneath di Brodi Ashton.

 Evernath cover
Titolo: Evernath
Serie: Everneath #1
Autore: Brodi Ashton
Edizione: De Agostini YA
Genere: Paranormal Romance
Pagine:
Sinossi:
Per molte, moltissime settimane Nikki Bennett è scomparsa, svanita nel nulla. Senza nemmeno una parola o una spiegazione. Perché una spiegazione razionale per quello che le è successo non c'è. Nikki è stata risucchiata all'Inferno, imprigionata in un mondo disperato e privata di tutte le emozioni. Adesso, però, le è stata data una possibilità: quella di tornare a casa per sei mesi, sei mesi soltanto. Nikki è decisa a riprendersi la propria vita. Vuole trascorrere ogni singolo minuto con la famiglia e con Jack, il ragazzo che ama più di se stessa. Ma c'è un problema: Cole, l'Eterno dal fascino oscuro che l'ha seguita dall'Oltretomba e che è pronto a tutto pur di riaverla. Nikki sa di avere pochissimo tempo per cambiare il proprio destino. Prima che l'Inferno la reclami... questa volta per sempre. Il mito classico di Persefone torna a vivere nelle pagine del primo capitolo di una nuova serie dalla cornice paranormale.
Recensione

Spesso le decisioni prese d’ impulso, sull'onda della delusione e del dolore, portano a conseguenze inaspettate.

Nikki è una diciassettenne normale: carina ma senza eccedere, fidanzata con quello che per anni è stato il suo migliore amico ed è anche il quaterback più popolare della scuola, con un’amica che le è sempre vicina. Da quando la madre è morta in un incidente però, tutto sembra lentamente precipitare: il rapporto con il padre si fa conflittuale, la sua insicurezza la porta a credere che il suo ragazzo non sia sincero con lei, e come se non bastasse arriva Cole, affascinante chitarrista e cantante di una band popolare, che si avvicina a lei e in qualche modo che non riesce a spiegarsi ha la capacità di non farle sentire più dolore. È proprio questo che cerca, il non sentire più nulla.

Cole però non è solo il bel ragazzo che appare, Cole è un Eterno che si nutre delle emozioni degli esseri umani e che per vivere per sempre deve tornare ogni 100 anni nell’Everneath, non un vero e proprio inferno, ma un luogo dove gli Eterni si cibano del Pasto, umani che volontariamente si sono offerti per farsi risucchiare tutte le emozioni. Di solito questi umani muoiono dopo il Pasto, ma quando Cole e Nikki si risvegliano da questo sonno durato un secolo, la ragazza appare ancora la diciassettenne che era. Per Cole significa aver trovato la metà che gli potrebbe consentire di diventare il signore del suo mondo. Quando Nikki torna in superficie lui la segue e tenta in ogni modo, lecito o meno, di riportarla indietro con lui. Cole sembra freddo, senza cuore, con un unico obiettivo, però a volte si ha la sensazione che ciò che lo lega a Nikki non sia solo la necessità di averla accanto; tra loro c’è una sorta di attrazione, dovuta soprattutto ai lunghi anni passati insieme e in cui Cole ha risucchiato tutte le emozioni di Nikki…o quasi.

Nikki ha dimenticato tutto, avrebbe dovuto dimenticare tutto, ma durante il suo stato di incoscienza un viso le si affacciava alla mente, non sapeva chi fosse, non aveva idea del perché lo vedesse, ma sapeva che grazie a lui c’era un’ àncora che le permetteva di non perdersi del tutto, di rimanere legata al mondo in superficie. Quel volto è Jack, il ragazzo che ha lasciato e che ama, colui per il quale decide di ritornare, anche se sa di avere poco tempo a disposizione e poi un’oscurità ben maggiore di quella offertale da Cole la reclamerà.

Jack è distrutto, quando Nikki è scomparsa non se ne è fatto una ragione, l’ha cercata, si è disperato, ha sofferto e poi, dopo mesi (il tempo dell’Evernath e della Terra scorre in modo diverso) si è rassegnato, anche se non è mai riuscito ad andare veramente oltre. Ritrovarsi di nuovo Nikki davanti gli fa provare mille emozioni: la rabbia, la delusione, la paura di soffrire nuovamente se dovesse andarsene, ma nonostante tutto il suo amore è forte e questo gli permette di combattere per lei perché non gli venga nuovamente strappata via.

L’amore di Jack riuscirà a salvarla? Cole è davvero così distaccato come appare? E Nikki accetterà il destino che sembra annunciato o si ritroverà a fare i conti con il dolore di un sacrificio inaspettato?

Si tratta di un paranormal romance che con i suoi riferimenti alla mitologia (non troverete solo Ade e Persefone, ve ne accorgerete) è estremamente originale. L'autrice ha costruito una storia che cattura e nella quale è complicato fare delle scelte, schierarsi. I personaggi "cattivi", in realtà hanno la necessità fisica di nutrirsi degli uomini che, però, hanno in un certo senso la possibilità di scegliere se diventarne Pasto. Questo attenua un elemento che di per sé potrebbe far propendere il lettore da una parte. I protagonisti creati dall'autrice sembrano essere tre anelli di una catena che collegano il nostro mondo con quello infernale: Cole, eterno che viene dall'Evernath; Nikki, umana che però si ritrova tra l'uno e l'altro mondo; e poi Jack, completamente umano.  La storia si svolge comunque ai giorni nostri, tutto quindi viene rapportato a fatti e avvenimenti reali.

La Ashton tratta diversi temi durante la narrazione: l'insicurezza dell'adolescenza, il non sentirsi belli, l'importanza dell'amicizia, i difficili rapporti familiari, l'ingiustizia di vedere impunito un criminale.
Inoltre riesce a instaurare questi due rapporti, Nikki e Jack / Nikki e Cole in maniera diversa da ciò a cui spesso il lettore immagina in un libro del genere; se si è particolarmente attenti si capisce come le due storie potrebbero evolvere, ma si rimane comunque stuzzicati quanto basta per voler sapere se ci saranno colpi di scena a rimescolare le carte.

La scelta di scrivere lasciando come voce narrante quella della protagonista riesce a comunicare i suoi stati d'animo, l'uso dei flashback permette di comprendere per quale motivo si sia giunti a questo momento della storia. Tutti i personaggi sono ben caratterizzati, con le loro insicurezze, i loro dolori e le loro speranze che li rendono molto umani.

È assolutamente imperdibile per gli amanti del genere, vi innamorerete della storia e dei protagonisti, a volte vi arrabbierete, verrete trascinati in un crescendo di avvenimenti, fino a un finale con il colpo di scena che non ci si aspetta e che vi terrà col fiato sospeso fino al prossimo capitolo.


6 commenti:

  1. Ho partecipato al blogtour, e devo dire che questo romanzo mi ispira molto. Spero di leggerlo presto **

    RispondiElimina
  2. ho partecipato anch'io al blog tour ed aspettavo la tua recensione per vedere se avevo avuto le sensazioni giuste legate al blog tour e devo dire che dopo la tua recensione sono sempre più convinta messo in WL magari per san Valentino ahahah

    RispondiElimina
  3. Bela la recensione lol ^^
    Io ho finito questo bel libricino due giorni fa ( La mia Inter(re)view aka Recensione qui ) e devo dire che mi è piaciuto più di quanto pensassi.
    Non ho trovato Nikki così petulante, Jake è la dolcezza e ho apprezzato particolarmente lo stile di scrittura e il triangolo che sembrava ci fosse, ma in realtà non c'è *-*
    Complimenti alla Ashton, insomma!
    Ciao!
    Rainy

    RispondiElimina