DILLO ALLA NEVE di Valentina C.Brin - Recensione

lunedì 25 gennaio 2016

La settimana sarà piena di post, quindi preparatevi perché perché oltre alla sorpresa di stamattina ne scoprirete un’altra particolarmente carina, quindi stay tuned.
Ora parliamo della recensione di oggi, si tratta di un racconto dal profumo invernale molto piacevole e particolare che la stessa autrice mi ha concesso di leggere e che ringrazio.

dillo alla neve[5]
Titolo: Dillo alla neve (autoconclusivo)
Autrice: Valentina C. Brin
Genere: Paranormal romance
Editore: Self publishing
pagine: 48 (solo ebook)
prezzo: 0.99
data di uscita: 20/12/15
Amazon - Kobo
Sinossi:
L'uomo che Clara trova svenuto sotto la neve è un autentico mistero: ha una barba da vichingo, occhi di ghiaccio e nessun ricordo sulla propria identità.
Quando la ragazza gli apre la porta di casa per soccorrerlo non sospetta che menta, ma ben presto la realtà diventa innegabile: lo sconosciuto è lì per lei. Vuole qualcosa. Qualcosa che ha a che fare con quell'identità che dice di non ricordare, qualcosa che lo porta a cercare il calore di Clara. Il suo tocco. Un tocco che può ucciderlo.


La mente di bambini è più aperta e ricettiva di quella degli adulti, la loro fervida fantasia a volte permette loro di vedere cose a noi sconosciute e incomprensibili, per noi sono solo suggestioni...ma se qualcosa di vero ci fosse?

Clara è una ragazza come tante, con un lavoro e un appartamento suo, che sta per iniziare le sue vacanze invernali. La neve soffice imbianca le strade e lei non vede l'ora di arrivare a casa per godersi il tepore e la comodità del suo divano. Qualcosa però, o meglio qualcuno, la costringe a stravolgere i suoi piani. La tranquillità di Clara viene minata da un paio di occhi di ghiaccio, un uomo freddo (nel vero senso della parola), con uno sguardo che sa incuterle timore e attrazione allo stesso tempo.

Quell'uomo senza nome e senza casa ha qualcosa che lo lega a Clara, qualcosa che lei dovrebbe ricordare, che dovrebbe sapere prima che sia troppo tardi e quel desiderio per lei si trasformi in qualcosa di pericoloso e definitivo.

Si tratta di un racconto lieve come la soffice neve, in parte romantico e in parte struggente. L'autrice riesce con la sua scrittura a rendere bene l'atmosfera che si respira e questo contrasto tra qualcosa che si vuole ardentemente ma che non si può avere. Struggimento e passione in un solo testo.

Essendo un racconto di poche pagine ci si concentra sulla trama e forzatamente meno sui personaggi che si conoscono solo attraverso la storia che li lega, però è sufficiente per seguirli con coinvolgimento. L'idea è accattivante e originale, anche l'epilogo sembra aperto ad altro e segue la magia del racconto, anche se ammetto avrei voluto un finale più definito. (questo però è più un mio gusto che una pecca del racconto).

È una storia piacevole, adatto a una pausa serale accoccolati sul divano per lasciarsi trasportare dal magico candore della neve.



6 commenti:

  1. Intrigante la trama e molto bella la tua recensione :) un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, sono onorata che la trama ti intrighi! :)

      Elimina
    2. Grazie mille, sono onorata che la trama ti intrighi! :)

      Elimina
  2. Ciao Deb, che bellissime parole! Grazie infinite per avermi aperto le porte del blog, è stato un onore leggere le tue impressioni (che condivido subito nei miei canali) *__* Un caro saluto,

    Valentina

    RispondiElimina