Segnalazione: MARE IMMAGINATO di Maria Calabria

lunedì 16 novembre 2015

Una segnalazione per chi vuole un romance più impegnato, in cui argomenti di attualità italiana fanno da sfondo e, forse, qualcosa di più.

MARE IMMAGINATO
Titolo: Mare immaginato
Genere: Romance d'inchiesta
Casa editrice: Lettere Animate
Pagine: 188
Prezzo: 2,49
Formato: Ebook, a breve gli sarà affiancato il print on demand.

Sinossi

(...) «Non parlare come se mi stessi dicendo addio, io senza te perdo la bussola, lo sai, vero? » «Amore mio, quando il mare è in tempesta, la bussola serve a ben poco.» (...) 

Una promessa non mantenuta, l'amore per una terra che lo ha condannato ad amarla, come si ama solo un grande amore, e un segreto mai confessato, condurranno Massimo, giornalista attivista impegnato nella lotta per il risanamento della Terra dei fuochi, a incrociare la direzione di Sofia, giovane donna oppressa da un legame morboso. 
La storia spazia dal Messico alla Campania e le problematiche legate alle sofferenze di questa ultima, faranno da sfondo e da protagoniste allo stesso tempo, all'ennesimo business legato ai rifiuti, tramato da ecomafie e da mafie in giacca e cravatta, alle spalle di un popolo già spezzato dalle menzogne.

L'autrice comincia a scrivere in giovane età, intorno agli otto anni, periodo in cui, segnalata dalla maestra di lettere, partecipa a un concorso di poesia. Scrive prevalentemente poesie, fino a quando, verso i diciotto anni, fa un timido tentativo di scrittura in prosa, cominciando la stesura dei primi capitoli, di quello che poi diventerà il suo primo romanzo pubblicato, più di dieci anni dopo (luglio 2014), da Lettere Animate editore: La vita non dura mai una sera.
La primissima pubblicazione dell'autrice è in realtà una silloge: La sera,
Galassia Arte edizioni avvenuta in giugno 2013, e che rappresenta la scossa che la spinge a
rimettere mano a quei pochi capitoli di un romanzo scritto in tenera età, e a concludere un lavoro lasciato in sospeso per un decennio. Un episodio in particolare, legato alla sua terra natale (Acerra), la spinge a dedicare (e devolvere i diritti d'autore della prima silloge), ai bambini malati di cancro della sua città d'origine, servendosi dell'intermediazione del Vescovo Rinaldi, prima, di Di Donna, in seguito.
All'inizio del 2015, l'autrice auto pubblica una seconda raccolta poetica: Notturni.
Mare immaginato, rappresenta il secondo romanzo dell'autrice, pubblicato ancora una volta da Lettere Animate editore.





Nessun commento:

Posta un commento