UNA CASA PER DUE di Marilena Boccola -Recensione

lunedì 3 agosto 2015


Buon lunedì, oggi voglio parlarvi di un romanzo che ho letto in questi primi giorni di vacanza, un romanzo dolce e romantico perfetto per il periodo.



Titolo: Una casa per due
Autore: Marilena Boccola

Autoconclusivo
Editore: Self Publishing
Genere: Romance
Pagine: 87
Link Acquisto
Sinossi

Vittoria riceve in eredità dall’affezionata zia Lucrezia la casa al mare in cui, da bambina, trascorreva le vacanze estive con la propria famiglia, ma ben presto scopre che il pieno possesso della casa può avvenire solo a condizione che vi abiti un intero anno assieme a Riccardo, anch’esso nipote della zia e compagno dispettoso delle lunghe estati dall’infanzia fino all’adolescenza, ma non parente di Vittoria con il quale, per di più, la ragazza ha sempre avuto un rapporto conflittuale.

Con il bellissimo e romantico paesaggio della Riviera di Levante e del Golfo dei Poeti che fanno da sfondo alla sistemazione della casa, alle cene al chiar di luna, a gite in barca a vela, meditazioni sugli scogli e giornate di sole in spiaggia; tra scontri e incontri, ingiustificate gelosie, ostilità e momenti di attrazione, Vittoria scopre quanto gli inconfondibili e beffardi occhi allungati di Riccardo continuino a turbarla, nonostante vi si ribelli con tutte le proprie forze...
♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣
La mia opinione

Il racconto romantico e dolce di un primo amore mai sbocciato, che trova la sua seconda occasione sullo sfondo del magico paesaggio della Riviera di Levante.

"Tu pensi troppo! Insegui i pensieri nella tua mente e ti stacchi completamente dalla realtà…chissà cosa rimugini in quella tua testa da piccola saccente che crede di sapere  tutto...”

Vittoria è una giovane insegnante non di ruolo, ma la sua condizione di precarietà non si limita all’ ambito lavorativo: ha un' insicurezza di fondo che la rende, spesso, molto complicata. Durante l’infanzia trascorreva le estati nella casa al mare dell’amata zia Lucrezia, passando le sue giornate a leggere e cercare di evitare l’altro nipote di Lucrezia, Riccardo, con il quale ha sempre avuto un rapporto conflittuale a causa dei suoi dispetti e delle sue prese in giro, capaci di metterla a disagio e farla sentire non gradita. 

Quando la zia muore, la casa al mare che tanto ha amato le viene lasciata in eredità, ma per averla la zia ha messo una clausola: dovrà viverci per un anno proprio con Riccardo.

Riccardo ora è cresciuto, e sembra totalmente diverso da come Vittoria lo descrive. Il bambino dispettoso e fastidioso ha lasciato il posto a un uomo bello,  dolce,  premuroso e divertente.

Vittoria cova ancora del rancore nei suo confronti, dietro il quale maschera forse un sentimento ben diverso, ma i suoi ricordi non le permettono di andare oltre le apparenze e i pregiudizi,  rendendola scostante e diffidente. Riccardo non si fa intimorire da questo suo atteggiamento; per lui i giorni trascorsi in sua compagnia durante le estati della loro infanzia sono ricordi dolci e piacevoli, le sue prese in giro di allora altro non erano che il tentativo di coinvolgerla e farsi notare da lei, che appariva sempre così distante e persa in un mondo tutto suo; mentre dal canto suo Vittoria si sentiva sempre in difetto e non sapeva come reagire di fronte a Riccardo a causa della sua forte timidezza, preferendo quindi rinchiudersi tra le pagine dei libri che, più avanti con gli anni, sarebbero diventati parte integrante del suo lavoro. 

La quotidianità e la vicinanza li aiutano a conoscersi come forse non avevano ancora avuto occasione di fare, e fa scattare quella passione che avevano sempre trattenuto a causa di malintesi e incomprensioni. Non saranno rose e fiori, Vittoria pensa troppo e questo suo rimuginare è terreno fertile per le sue paure. Riccardo è invece più sicuro, anche se ha alcuni problemi da risolvere prima di lasciarsi andare.

Con una trama semplice e fresca, l’autrice riesce a raccontare una storia capace di far sognare le più romantiche che amano le storie di amori che sembrano scritti nel destino. Sullo sfondo il paesaggio marino della riviera ligure che crea l’atmosfera giusta, e rende la lettura particolarmente adatta a questo periodo di vacanze. I personaggi sono veri, si potrebbero tranquillamente incontrare nella vita di tutti i giorni, con i loro pregi ed i loro difetti. Le scene d’amore non mancano, ma  l’autrice pone maggiormente l’accento sui sentimenti, cosa che ho molto apprezzato. 
La narrazione è scorrevole e veloce, anche se l’uso della terza persona non mi ha permesso di sentirmi  completamente partecipe dei coinvolgimenti emotivi dei protagonisti.

In conclusione una lettura d’evasione, delicata e sentimentale, adatta a trascorrere qualche ora in riva al mare, sognando di essere costrette, per qualche ragione, a convivere per un anno con un tipo come Riccardo!

La mia valutazione:    CUORECUORECUORE 


2 commenti:

  1. Avendo letto il libro, posso solo condividere il tuo pensiero. Dolce e romantico, Riccardo è Fantastico!!!

    RispondiElimina
  2. Ma ma ma è ambientato dalle mie parti? La trama sembra molto promettente :) lo voglio leggere
    Baci

    RispondiElimina