Antonia Serranò ci presenta "IL RIFLESSO DI UN ASSASSINO" di Maurizio Foddai

venerdì 17 aprile 2015



E siamo ad un nuovo appuntamento con la rubrica Pensieri d'Autore (QUI la presentazione) ringrazio di cuore Antonia Serranò che ha voluto condividere con noi la sua recensione di un libro che le è rimasto impresso per la trama e uno strano intreccio del caso.





Titolo: Il riflesso di un assassino
Autore: Maurizio Foddai
Editore: Io Scrittore
Pagine: 188
Genere: Thriller
Formato: ebook
Prezzo: €.3,99

Pubblicazione: 21 agosto 2014






Sinossi
Sono giorni che Luca Grotti vede dentro lo specchio qualcuno che non è lui. Qualcuno che non ha i suoi lineamenti, i suoi occhi, qualcuno che non ha neppure i suoi stessi movimenti. Forse è soltanto stress, si ripete, cercando di convincersi. Del resto per lui non è certo un buon periodo: il divorzio dalla moglie che non ha saputo capire e che sente di amare ancora l’ha lasciato smarrito e confuso, e ora ci si mette anche il lavoro. 
Coinvolto suo malgrado in una lotta di potere, Grotti è stato invitato a rassegnare le dimissioni, in cambio di una misera buonuscita. Troppo. Troppo, per Luca, che ha sempre improntato la propria esistenza al rigore e all’onestà, che ha cercato di essere una persona normale in un mondo di anormale crudeltà. Ma poi, di colpo, qualcosa sembra cambiare… Perché mentre Luca sprofonda sempre più nel pantano di angoscia che è diventata la sua vita, qualcuno sembra vendicare i torti da lui subiti, in una sorta di nemesi allucinata. In una Torino sempre più scura e notturna, la morte si aggira travestita da vendetta, o forse da giustizia, facendo visita, implacabile, a tutti quelli che hanno sbarrato la strada di Luca. Un suo alter ego, un vendicatore personale, un fantasma violento e spietato… 
Una forza inarrestabile, perfino per lo stesso Luca, che rischia di rimanere intrappolato in una ragnatela di delitti di cui non sa darsi spiegazione… 
Ma da cui deve liberarsi, prima che qualcuno lo raggiunga e… lo guardi dall’altro lato dello specchio.


Recensione a cura di Antonia Serranò

Un thriller insolito, dove l'atmosfera da thriller è tutta nella mente e nel cuore del personaggio principale.

"Non si trattava di quei mutamenti graduali che il mio aspetto aveva subito con il trascorrere del tempo e che avevo sempre registrato come un fatto naturale, scontato. Percepivo piuttosto qualcosa d'indecifrabile, come un vuoto, una mancanza, che pareva affiorare dal più profondo dell'anima."

Luca Grotti conduce una vita all'apparenza normale. Eppure qualcosa si rompe, quel sottile diaframma della ragione che separa ciò che siamo nella realtà da ciò che avremmo voluto essere. Complice la sfortuna, che in breve tempo gli manda il matrimonio a gambe all'aria e gli fa perdere un lavoro ben remunerato, Luca perde l'orientamento e non riesce più a capire in quale mondo sta vivendo: il suo o quello del suo alter ego che lo fissa di là dallo specchio e che, con il passare dei giorni, sembra voler prendere sempre più le distanze, fino a vivere di vita propria?

Il tema del "doppio", che non è nuovo in letteratura, a partire da William Wilson di Poe, in questo romanzo teso e violento è usato, con lucida autoironia, come metafora del profondo disagio che aggredisce l'individuo moderno. E l'autore sembra volerci sussurrare che chiunque, anche la persona più mite e temperata, se portata al giusto grado di esasperazione, può diventare un assassino.

Ho un legame particolare con questo libro perché l’ho letto quando ho partecipato a Ioscrittore. Ho ammirato da subito l'equilibrio della parabola discendente del protagonista in contrasto con quella ascendente del suo riflesso. La trama mi ha fatto riflettere molto su quello che siamo e su quello che vorremmo essere, tanto da generare un sentimento di estraneità verso il nostro riflesso allo specchio. Un sentimento talmente forte che, se coltivato, porta a una rottura. 

L’autore ha poi vinto la pubblicazione in ebook e a me è sembrato di essere un tassello di quella vittoria.


Antonia Serranò
Antonia Serranò è nata a Melito Porto Salvo in provincia di Reggio Calabria, ha due bambine, un marito ed è un'insegnante precaria.

Libri pubblicati:
Saga fantasy LA TERRA DI NINQUAM
#1 L'undicesimo maestro

Chick-lit
Il verso dell'amore [la mia segnalazione QUI]


Allora cosa ne pensate del genere thriller? Vi ha incuriosito la recensione di Antonia?


Nessun commento:

Posta un commento