Segnalazione: Lucca Ognissanti & Zombie di Rossella Romano

sabato 17 ottobre 2015

Buon sabato! Oggi cerco di recuperare qualche segnalazione che mi ero persa per strada durante il "black-out".
Parto subito parlandovi di un racconto che da oggi e per i prossimi cinque giorni potrete scaricare gratis!!

Mese di Ottobre significa Halloween, e con lui morti viventi, zombie e creature della notte. Allora cosa c'è di meglio che passarlo nella lettura di un horror? Voi mi direte, ma il tuo non è un blog sui romance? Beh, come ormai avrete capito se mi seguite la base è quella, ma di genere nella letteratura c'è un mondo e a me piace tantissimo esplorarli. Inoltre in questo caso il racconto è un horror leggero (e l'autrice mi conferma che la storia romantica c'è XD ).

E allora ecco qua il nuovo lavoro di Rossella Romano (come già vi avevo segnalato ieri alcuni romanzi dell'autrice saranno in offerta a €.0,99 per tutto il mese, potete controllare qui).


Titolo: 
Lucca Ognissanti & Zombie

Autore: Rossella Romano
Editore:Self publishing
Genere: Racconto Horror
Pagine: 89
Amazon
Sinossi
Sabato, 1° Novembre 2014, Lucca
All’apertura dello stand Umbrella, la prima persona a sedersi alla postazione di Trucco Zombie è un uomo misterioso, che porta una ventiquattrore e indossa un formale completo nero dall’aria costosa.
Qualche ora dopo, Martina, una giovanissima cosplayer vestita da Sherlock Holmes, allena le proprie capacità deduttive guardandosi intorno. Nota l’espressione fin troppo realistica di uno dei ragazzi seduti al tavolo accanto, quello truccato da zombie: sembra che abbia davvero il cervello spento e sta… oh, sta proprio sbavando nella vaschetta delle patatine…
Buona lettura. 

♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣
Cosa dice l'autrice

L’idea per questo racconto, (autoconclusivo, di circa 90 pagine), è nata esattamente quel giorno, a Lucca. Ha continuato a tormentarmi per tutto l’anno. “Scrivimi, scrivimi…”
So di essermi avventurata in un sottogenere già saturo, di cui oltretutto non ho una conoscenza specifica, (anche se il classico “Fog” di Carpenter rimane uno dei miei film horror preferiti), ma, dopo aver buttato giù di getto il primo capitolo ad agosto, essermi persa il secondo per un salvataggio sbagliato alla fine di settembre e averlo riscritto ai primi di ottobre… sono entrata in quell’esaltante stato d’animo in cui continuo a lavorare anche quando non sono più, o non sono ancora, davanti al computer, e so per esperienza che da momenti così non nascono mai storie che non valesse la pena scrivere. Io, di certo, mi sono divertita oltre ogni dire.

Un’ultima cosa: molti dei cosplayer che compaiono nel testo erano effettivamente presenti a Lucca quel giorno, o in quelli adiacenti. Alcuni, che conosco personalmente, hanno chiesto di esserne parte, molti altri sono attori inconsapevoli. Spero che nessuno me ne voglia: questo racconto è, prima di tutto, un ringraziamento per chi organizza l’Evento, per Lucca, (la cui cinta muraria è stata resa un po’ più invalicabile per amor d’avventura), per i suoi abitanti e per lo strano popolo che ogni anno la invade, trasformandola in un luogo davvero unico al mondo. 


1 commento: