VOGLIO STARE CON TE. SCANDALO A BUDAPEST di Federico Negri - Recensione

lunedì 27 luglio 2015

Eccomi qui a parlarvi di un libro che non sapevo sarebbe uscito, e quando l'ho scoperto ho "dovuto" acquistarlo e leggerlo subito. Si tratta del primo romantic-suspense di Federico Negri, un'autore che avevo particolarmente apprezzato leggendo il suo "Il codice della strega" (se ve li siete persi ecco i post QUI - QUI - QUI). Posso dire che anche stavolta sono stata felice della mia scelta. ^^

VOGLIO STARE CON TE di Federico Negri

Titolo: Voglio stare con te.Scandalo a Budapest
Autore: Federico Negri
Autoconclusivo
Editore: Self publishing
Genere: Romantic suspense/thriller
Pagine: 176
Link Acquisto
Sinossi
Simona vola a Budapest per incontrare il suo compagno di mille chat, la sua anima gemella digitale. Non tutto è come sembra e presto si ritrova sola, senza soldi e documenti, in una città sconosciuta. A volte un fallimento è un nuovo inizio e pare che Luca, un incontro casuale nella sua disavventura, possa farle ritrovare la fiducia in se stessa. Tuttavia Martina, l'esuberante sorella di questo nuovo amico, è una calamita di guai, e questa volta non si tratta di delusioni d'amore, ma di un intrigo nel patinato mondo dei festini a luci rosse, frequentati da politici e ambigui mattatori del mondo dello spettacolo locale. Riusciranno Simona e Luca a tenere fuori di prigione la giovane e scapestrata Martina? E perché mezza Budapest sembra invece interessata a darle la caccia? 

=======================================================
E' un romantic-suspense con un contenuto di violenza molto basso, ma contiene scene esplicite, quindi è consigliato a un pubblico adulto.
♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣
La mia opinione

Un romanzo che riesce a mettere in campo argomenti estremamente attuali: intrighi politici, scandali sessuali, pericoli del web. Una storia d'amore radicata in una realtà moderna e proprio per questo credibile. Un suspense che non ha bisogno di inventarsi trame fantasiose e surreali, o eroi aitanti pronti a salvare la "pulzella indifesa" per emozionare e incuriosire il lettore, trascinandolo fino alla fine per cercare quelle risposte che possano svelare le trame nascoste nell'ombra.

"Siamo tutti schiavi delle emozioni. Ci sono momenti nella vita in cui siamo deboli e vogliamo a tutti i costi che sia la volta giusta, la persona giusta, che la fortuna sia finalmente girata a nostro favore, perché ne abbiamo disperatamente bisogno. E quelle sono le volte in cui fa più male, di solito"

Simona appare subito come una protagonista tosta, indipendente, grintosa, ma allo stesso tempo dolce e in alcuni casi un po' ingenua. Nonostante un passato di relazioni fallite e un cuore deluso, non ha paura di rimettersi in gioco. Il profondo senso di solitudine che prova la spinge ad affrontare l'ignoto e prendere un aereo per Budapest, ad incontrare uomo conosciuto in chat che, attraverso le parole, l'ha fatta sentire desiderata e importante, al punto da farle sperare di aver trovato l'amore. Purtroppo Simona capisce a sue spese il terribile errore commesso. Gli avvenimenti prendono una piega del tutto diversa da ciò che aveva sperato, ma la forza e la tenacia che dimostra le fanno affrontare coraggiosamente la nuova realtà in cui è catapultata suo malgrado. 

Durante la sua avventura a Budapest incontra due connazionali, due fratelli anch'essi venutisi a trovare in mezzo a un complicato intrigo di relazioni politiche, Luca e Martina.
Tanto è scapestrata, fuori dalle regole e incontenibile Martina, quanto protettivo, maturo e affidabile Luca. Martina attira guai come una calamita, e Luca è sempre pronto ad aiutarla nonostante tutto, rischiando in prima persona. Una vera famiglia, magari leggermente diversa da quelle del Mulino Bianco, ma pur sempre un nucleo che si dimostra affetto sincero e reciproco. Tutto quello che è sempre mancato a Simona e che ora ha finalmente trovato. 

La folle simpatia di Martina, la dolcezza di Luca e la forza di Simona si incontrano, e creano un connubio di caratteri che si incastrano perfettamente, costruendo una fortezza difficile da abbattere anche per i poteri forti. Le loro debolezze, così normali e umane, sono anche le caratteristiche che più li avvicinano al lettore. Perfino Martina, che meriterebbe un capitolo a parte per quanto è complicata e "difficile", alla fine non si riesce a condannarla per i suoi comportamenti al limite della morale. 

Federico Negri si cimenta con questo genere che io definirei un "thriller/ politico rosa", e lo fa con il suo stile: scrittura ottima e con un ricco vocabolario di termini, registro linguistico adatto all'ambientazione e ai personaggi, protagonisti dai caratteri forti e ben tratteggiati, una trama che non perde il ritmo e che intreccia più elementi per catturare il lettore. Inoltre direi che è ben riuscito il tentativo di scrivere una storia dal punto di vista di una donna, rende la lettura ancora più interessante.

Questa volta la parte romance è ovviamente molto più presente rispetto ad altri libri dello stesso autore, e devo dire che ho particolarmente apprezzato lo stile asciutto e senza fronzoli con il quale ha affrontato la narrazione della storia d'amore; poche moine per dare piuttosto spazio alla realtà di un sentimento che nasce anche tra le difficoltà, e che ha la sua bella dose di piccante passione senza tralasciare la parte emotiva

Avrei solo due annotazioni da fare, ed entrambe riguardano un mio gusto personale e non intaccano minimamente l'opinione più che positiva che ho avuto di questa lettura.
Se mi seguite saprete che sono particolarmente "fissata" con i caratteri e la psicologia dei personaggi, quindi avrei apprezzato un maggiore approfondimento di questo aspetto all'inizio del romanzo, relativamente all'impatto emotivo subito dalla protagonista dopo il brutto episodio accadutole (e non vi dirò altro, dovrete scoprire di cosa parlo leggendolo!).
La seconda annotazione è più una considerazione "influenzata" dalle mie letture precedenti dello stesso autore: sapendo cosa è in grado di creare in termini di azione e pericolo, mi sarei forse aspettata qualche scena in più di questo genere. 

Un puzzle da ricomporre, un amore in cui potersi identificare, una finestra su uno spaccato della realtà moderna. Un intreccio ben riuscito tra giallo ed emozioni per un romanzo assolutamente consigliato. (anche ai lettori uomini!)


La mia valutazione:    CUORECUORECUORECUORE


8 commenti:

  1. adoro il romantic suspense!! sicuramente lo leggerò ma un po' temo il fatto che nei precedenti libri ci fosse poco romanticismo... spero che stavolta ne abbia messo abbastanza :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un romanticismo un po' "maschile", ma c'è! E credo ti piacerà il finale ;-)

      Elimina
    2. eheh ok, l'importante è che finisca bene e sono già felice ;)

      Elimina
    3. Si tranquilla, é una bella storia d'amore senza tante paturnie di mezzo,e lui é davvero dolce

      Elimina
  2. Bene, Bene non avevo capito che è un libro di Federico, le streghe non le ho ancora lette, ma ho letto l'altra saga. Metto in lista, lo voglio proprio leggere.

    RispondiElimina
  3. Una recensione bella, approfondita e dettagliata come sempre.
    Complimenti Deb!

    RispondiElimina
  4. Bella recensione Deb, il libro mi incuriosisce parecchio!!!
    Baci

    RispondiElimina