La ragazza nell’acqua di Robert Bryndza: recensione - Leggendo Romance e non solo



BLOGTOUR



REGALI PER VOI

CALENDARIO USCITE

La ragazza nell’acqua di Robert Bryndza: recensione


Buon lunedì! Oggi il blog ricomincia a pieno ritmo e sono entusiasta di poterlo fare parlandovi di La ragazza nell’acqua, il nuovo thriller investigativo di Robert Bryndza, edito Newton Compton.

Torna la detective Erika Foster in tutte le sue complessità e il suo acume nel risolvere casi impossibili. Anche questa volta Robert Bryndza ha fatto centro creando una storia ricca di tensione e colpi di scena.

LA RAGAZZA NELL’ACQUA
Robert Bryndza

La ragazza nell'acquaSerie: Detective Erika Foster #3
Editore: Newton Compton
Genere: Thriller investigativo
Prezzo copertina cartaceo:   €. 10,20
Prezzo ebook:   €. 0,99
Pagine: 384
Link acquisto: Newton Compton

Il detective Erika Foster ha appena ricevuto una soffiata che le indica il luogo in cui è nascosta la prova per sventare un grosso traffico di droga. Seppure sospettosa, ordina la perquisizione di una cava in disuso alla periferia di Londra. Quello che non si aspetta è che, scavando nel fango, oltre alla droga venga ritrovato un piccolo scheletro, subito identificato. Si tratta di Jessica Collins, scomparsa ventisei anni prima all’età di soli sette anni. Il caso fece un grandissimo scalpore e il mistero dietro la scomparsa di Jessica non venne mai risolto. Cominciando a indagare grazie alle nuove prove, Erika si addentra in un caso difficilissimo, in un costante alternarsi di passato e presente. Dovrà fare i conti con i segreti della famiglia Collins, i rimorsi del detective divorato dal senso di colpa per non aver mai ritrovato Jessica, e un altro omicidio avvenuto vicino alla cava. Chi conosce la verità? E perché qualcuno non vuole che il caso venga finalmente chiuso?


LA MIA OPINIONE


Un corpo riemerge dalle acque oscure di una cava abbandonata, il corpo di un bambino che non è mai potuto crescere; quelle ossa hanno una storia da raccontare, una verità che ha atteso anni di venire alla luce e che oggi tocca alla detective Erika Foster cercare di svelare.

Chi segue la serie del detective Erika Foster saprà che la sua carriera non ha preso la piega da lei sperata; Erika non è stata promossa come sovrintendente, probabilmente il fatto di essere donna e non avere un carattere semplice non l'ha aiutata. Ora è stata trasferita alla periferia di Londra per occuparsi di crimine organizzato. Erika però non è certo una che si lascia mettere in disparte tanto facilmente e, quando il cadavere di una bambina ormai in decomposizione viene ritrovato davanti ai suoi occhi farà di tutto per potersi occupare di questo delitto mai risolto.

Il corpo è di Jessica Collins, scomparsa 27 anni prima all'età di soli sette anni. Le indagini di allora non portarono a nulla, il sospettato venne scagionato e chi si occupava del caso con la carriera distrutta. Erika vuole ricominciare e dare un volto all'assassino e per farlo si avvarrà di una squadra di colleghi vecchi e nuovi. Come se non bastassero le complicazioni del caso, anche la vita privata di Erika si intreccia e si complica.

Riuscirà a scoprire il colpevole? E se le cose fossero totalmente diverse da quanto sembrano?

Erika Foster è un personaggio complesso, che la vita e i sensi di colpa hanno temprato, una donna forte e tenace nel suo lavoro, tanto quanto è chiusa e timorosa di lasciarsi alle spalle il passato per ricominciare una nuova vita nel suo lato privato. Una donna dal carattere tagliente, molto intelligente e che non si lascia spaventare tanto facilmente. Una tosta insomma. La conosceremo ancora più a fondo, ma soprattutto ci saranno sviluppi interessanti di cui sono particolarmente curiosa di scoprire i risvolti.

Per quanto riguarda il lato suspense Bryndza non delude: ci si trova davanti a un caso intricato, ci sono momenti di suspense e di investigazione che coinvolgono, e poi i colpi di scena non mancano e sono totalmente spiazzanti. Robert Bryndza non scopre le carte, lancia qualche goccia per poi sviare l'attenzione e infine stupire con la verità scioccante.

Lo stile narrativo è rapido, coinvolgente, diretto. La sua bravura è tutta nel saper creare delle trame che lasciano il lettore con il fiato sospeso, e dato vita a una protagonista che sa evolvere rimanendo fedele a se stessa. Oltre a lei anche i personaggi che avevamo già conosciuto e nuove conoscenze capaci di amalgamarsi alle vicende e dare tratti più privati che vanno oltre alle sole indagini.

La ragazza nell'acqua è un thriller investigativo capace di creare suspense e momenti adrenalinici, ci fa affezionare alla protagonista e a tutti i personaggi, ci spiazza con i colpi di scena e ci rende partecipi. Un romanzo (e una serie) sicuramente da leggere!




4 farfalle e mezzo_thumb[1]



Alla prossima,
   



Simili che potrebbero piacerti

0 Commenti

Lasciami un commento, risponderò con piacere. Spunta la casella Inviami notifiche per essere avvisato via email dei nuovi commenti inseriti.

Info sulla Privacy

                              © ALL RIGHTS RESERVED
     È vietato riprodurre materiale come recensioni o altri pensieri e
    iniziative propri dell'autore senza aver prima ricevuto autorizzazione.