LA RAGAZZA CHE GUARDAVA FUORI di Lorena Franco: recensione

martedì 3 luglio 2018

Oggi si parte in quarta perché vi parlo di un thriller psicologico davvero "potente". Ho potuto leggere in anteprima La ragazza che guardava fuori, di Lorena Franco in uscita oggi per Piemme e non posso che consigliarvelo, vi farà tirare le coperte sopra la testa sino all'ultima riga...

Vi ricordo che potete leggere le altre recensioni in anteprima su Bookspedia | L'Universo dei libri | Aria's Wild | Chiara in Bookland | A tavola coi libri | Reading at Tiffany's | Canti delle balene

LA RAGAZZA CHE GUARDAVA FUORI
Lorena Franco

La ragazza che guardava fuori
Editore: Piemme
Genere: Thriller psicologico
Pagine: 492
Prezzo:  €. 18,90 cartaceo | €. 9,99 ebook
Link acquisto: Piemme

In ogni quartiere c'è una casa diversa dalle altre. Una casa in cui succedono cose che nessuno, guardando da fuori, può immaginare. È così che la pensa Andrea, nevrotica autrice di thriller che ha scelto di vivere nella stessa stradina di Barcellona in cui è ambientato L'ombra del vento , il romanzo che le ha cambiato la vita e grazie al quale ha deciso di diventare una scrittrice. Adesso che si è trasferita con il marito Nico in una casa più grande, Andrea passa le sue giornate alla finestra della cucina, quasi barricata tra le mura domestiche, a bere caffè e osservare fuori, cercando ispirazione per il romanzo che sta scrivendo. Per lei il mondo là fuori è come le pagine bianche: un posto dove tutto può accadere, e può ancora essere scritto. Come, ad esempio, quello che lei immagina che succeda nelle vite di María e Carlos, la coppia della finestra di fronte dal matrimonio apparentemente perfetto - non come il suo, sempre più traballante. Ciò che Andrea non sa, però, è che, stavolta, sarà proprio casa sua quella diversa dalle altre... Un giorno, infatti, piomba da lei, da San Francisco, Victor, il fratello di Nico. È un uomo in fuga, da qualcosa che ha commesso e che lo perseguita. E quando Andrea vedrà dalla finestra proprio Victor entrare in una macchina con María, e poi tornare senza di lei, capirà che i segreti vanno cercati proprio tra le mura della sua casa, e nella sua stessa famiglia...


LA MIA OPINIONE

Non lasciatevi ingannare dalle apparenze, in ogni casa può annidarsi il Mostro e continuare a guardare fuori dalla finestra rischia farci prendere alle spalle proprio da ciò che è "dietro" quella stessa finestra.
La mia unica distrazione è osservare le vite degli altri per non dover più pensare alla mia, che sta andando a rotoli.

Andrea, sposata, poco più che trent'anni, l'ambizione di diventare scrittrice di gialli e thriller, ma una vita che si svolge quasi esclusivamente all'interno delle mura di casa, affacciata a una finestra dalla quale può vedere la vita dei suoi vicini e magari fantasticare su ciò che i loro gesti possono nascondere. Andrea, donna consumata dal dolore per una perdita che l'ha segnata e per un destino che non le concede di avere un figlio e sembra allontanare sempre più da lei il marito che ama.

È in questo stato d'animo che iniziano a delinearsi strani avvenimenti, un cognato quasi estraneo che le piomba in casa, una vicina che nasconde un segreto, verità che potrebbero distruggerla per sempre, o darle finalmente la spinta per tornare a vivere la sua vita.

Andrea è una protagonista complessa, dalle molteplici sfaccettature: ha una mente che sa analizzare i dettagli, coraggio, ma anche molte fragilità, dipendenze dalle quali non riesce a staccarsi perchè l'hanno protetta da una terribile verità.

Ben presto la protagonista scoprirà a sue spese che chi la circonda non è chi dice di essere, che a volte la fiducia può essere riposta nelle persone sbagliate e un errore potrebbe essere fatale...riuscirà a capire cosa sta succedendo prima che sia realmente troppo tardi?

I personaggi che le ruotano attorno sono ben delineati, tanto complessi quanto la protagonista, dai lati oscuri e inspiegabili. Ognuno di loro è un tassello importante, il passato e il presente sono strettamente legati, il futuro un'incognita.

La ragazza che guardava fuori è un thriller psicologico ricco di tensione emotiva, in bilico tra ciò che è reale e ciò che la mente può far immaginare; l'autrice gioca con noi lettori, li confonde, li destabilizza e li fa entrare nella mente della protagonista, nei suoi turbamenti.

Ci sono tanti risvolti inaspettati, quando la direzione sembra ormai intrapresa ecco che un nuovo tassello va a comporre il puzzle a formare un quadro inquietante, dove nessuno è ciò che dice di essere e dove il Mostro si annida molto più vicino di ciò che ci si immagina.

Uno stile fluido, dal ritmo in crescendo così come la storia che ci viene raccontata; c'è stato subito feeling con questo thriller, non ho potuto fare altro che lasciarmi trasportare dagli eventi, dalle rivelazioni inaspettate sino all'angosciante epilogo: un capitolo, un solo capitolo che ha rimesso tutto in moto, che sembra non lasciare scampo.

E voi, siete pronti a guardare fuori?

Deborah_thumb1_thumb_thumb_thumb_thuCi leggiamo presto,


Lorena Franco con il suo primo thriller, La ragazza che guardava fuori, pubblicato con successo in diversi Paesi, è diventata una delle autrici di narrativa più importanti del panorama spagnolo contemporaneo. A quello di scrittrice affianca il lavoro di attrice per il cinema e la televisione. Ha 35 anni e vive a Barcellona.


Nessun commento:

Posta un commento

Lasciami un commento, risponderò con piacere. Spunta la casella Inviami notifiche per essere avvisato via email dei nuovi commenti inseriti.

Info sulla Privacy