LE FORMULE DEL CUORE E DEL DESTINO di Yoav Blum: recensione in anteprima

giovedì 24 maggio 2018


Buongiorno, è arrivato il momento di parlarvi di un nuovo romanzo, si tratta di Le formule del cuore e del destino, esordio letterario di Yoav Blum in uscita proprio oggi per Tre60.

Sono sincera, non mi ero immaginata nulla su questa storia, ne ho affrontato la lettura completamente libera da aspettative e mi ha sorpresa, è stato come assistere a uno di quei film che tanto mi piacciono in cui coincidenze e un pizzico di magia si intrecciano alla vita dei protagonisti.


LE FORMULE DEL CUORE E DEL DESTINO
Yoav Blum

29597412_10215614161737274_892907720814472909_nEditore: Tre60
Genere: Romance fantasy
Pagine: 320
Prezzo: €. 17,55 cartaceo | €. 7,99 ebook
Link acquisto: Ibs

Probabilmente non conoscete l’«organizzazione» per cui lavorano Guy, Emily e Eric, eppure gioca un ruolo fondamentale nella vostra vita. Perché tutte quelle cose, normalmente etichettate come coincidenze, sono, in realtà, decise, studiate e minuziosamente pianificate. Incontrare un vecchio amico è un caso? Perdere le chiavi dell’auto il giorno prima delle vacanze è uno scherzo del destino? Nient’affatto. Guy, Emily ed Eric hanno indirizzato la vostra esistenza perché quelle cose succedessero proprio in quel momento. E si occupano di far accadere anche cose molto importanti: la scoperta rivoluzionaria di uno scienziato, l’incontro tra un artista e la sua musa; la scintilla dell’amore tra due sconosciuti… Ma adesso tocca all’abile, rigoroso Guy assumersi un compito di enorme responsabilità: la coincidenza più difficile e pericolosa che gli sia mai capitato di creare. Eppure, quando lui capirà la profonda trasformazione che sta per subire la sua vita e quella dei suoi compagni, sarà costretto a fermarsi e a riflettere sulla vera natura del destino, del libero arbitrio e dell’amore. E poi agire di conseguenza. Ma a quale prezzo?




LA MIA OPINIONE

Cosa ho amato di questa storia? Che è sorprende, originale, una serie di vite che si intrecciano e che sembrano non avere nulla a che fare l’una con l’altra, quando invece sono tutte strettamente legate l’una all’altra dagli effetti di quelle “coincidenze” che sembrano essere casuali, ma che non lo sono poi tanto. Io sono il genere di persona che crede fortemente nulla accada per caso, che ogni azione o scelta abbia un impatto in qualche modo su ciò che accadrà a noi, alla nostra vita e anche a quella di altri: insomma sono assolutamente convinta della teoria dell’effetto farfalla.
Era come un pittore impegnato a dipingere paesaggi immensi e complessi, ma senza pennello né colori, solo all'impercettibile rotazione di un caleidoscopio.

Le formule del cuore e del destino sembra proprio racchiudere tutto questo, gli effetti possono essere immediati oppure palesarsi dopo anni, ma fa tutto parte di un disegno che sta a noi realizzare: ma se ci fosse qualcuno che in qualche modo tiene in mano la matita per tracciarne i contorni?

In questo caso sono proprio i tre protagonisti, Guy, Eric ed Emily ad essere i pittori della vita di altri: sono i Creatori di Coincidenze, coloro che sanno quale dovrebbe essere la sorte di ogni persona e mettono in atto una serie di azioni, che si trasformano in una serie di fortunate (o sfortunate) coincidenze per indirizzare il soggetto di turno sulla strada giusta: per trovare l’amore, scoprire le proprie aspirazioni o semplicemente compiere il cammino verso un determinato futuro capace poi di realizzare quello perfetto per altri.
La vita è un'azione che compi nell' adesso, non nel futuro.

Guy, Eric ed Emily sono tre personaggi completamente diversi l’uno dall’altro. Guy, che è un po’ l’attore principale del romanzo è molto in gamba come creatore, non si pone troppe domande sui compiti che gli sono assegnati e riesce quasi sempre a creare le coincidenze adatte; ma è anche un personaggio un po’ romantico, passivo, preferisce non agire e cullarsi nel ricordo piuttosto che prendere in mano la situazione. Anche Emily è molto brava come creatrice, anche se è più sentimentale, ma soprattutto nasconde nel cuore un segreto che la porterà a compiere delle scelte importanti. Eric sembra quello più scanzonato, leggermente’ menefreghista, impertinente, ma credetemi se vi dico che riserva una grande sorpresa.
L'amore non è un'esplosione, non è un fulmine e non ha effetti speciali. Non è un fuoco d'artificio nel cielo o un aereo che ti passa sopra la testa sventolando una scritta. È un qualcosa che ti viene versato sotto la pelle, silenziosamente, senza che tu nemmeno te ne accorga, come un unguento. Senti solo un certo calore che si spande, e poi un giorno ti svegli e scopri che sotto la tua pelle siete in due.

Come vi ho anticipato Blum inizialmente mette in campo tante storie, a volte lo fa in modo caotico quel tanto che basta da riuscire a confondere il lettore che non riesce a capire come tutto possa avere un nesso. Ma è proprio questo il fascino del romanzo, lo svelarsi a poco  a poco del “piano” centrale che per essere realizzato ha avuto bisogno di una serie infinitesimale di coincidenze. Il lettore ne viene catturato inesorabilmente e non può fare altro che continuare a seguire quella che si trasforma in una grande narrazione d’amore e di vite. 
Ci sono due tipi di persone al mondo: quelle che vedono in ogni scelta la possibilità di ottenere qualcosa e quelle che vi vedono le rinunce che dovranno fare.
Yoav Blum racconta una storia magica, capace di fare riflettere sull’importanza delle piccole cose, del vivere ogni attimo e dell’agire, perché è solo agendo che si portano cambiamenti necessari. Il messaggio che ne ho ricevuto è che le coincidenze vanno accolte e riconosciute come un’occasione che ci è data, non creano il nostro destino, ma ci permettono di sceglierlo.

Ho amato praticamente tutto di Le formule del cuore e del destino, l’unica cosa che posso dire è che il ritmo narrativo non è incalzante e questo potrebbe creare un piccolo ostacolo nelle prime pagine, ma lasciatevi trasportare perché scoprirete una storia meravigliosamente perfetta in cui ogni tassello fa parte di un puzzle più grande, quello dell’amore.

Una storia diversa, dolcemente complicata, mai scontata, che parla d’amore e di vita, con protagonisti originali e capace di lasciare qualcosa nel cuore del lettore; uno di quei libri che vale la pena di leggere.



Ci leggiamo presto,
Deborah_thumb1_thumb_thumb_thumb_thumb_thumb




2 commenti:

  1. Ciao Deborah, ho letto fino in fondo questo tuto post. Quando sono arrivata al punto in cui scrivi che il ritmo non è incalzante ho avuto un attimo di perplessità. Io amo leggere ed il libro spero sempre che riesca a "prendermi" sin dalla prima pagina altrimenti alcune volte demordo. Comunque la trama mi ha talmente colpita e l'ho trovata coinvolgente che cercherò di soprassedere sulle prime pagina per farmi poi trasportare dagli eventi successivi. Grazie del consiglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Romina, in effetti è capitato anche a me spesso di sospendere alcune letture perché l'inizio non era incalzante. Ti dirò anche però che spesso quando poi ho dato a questi libri una seconda occasione mi sono ritrovata coinvolta e sorpresa, come in questo caso. Spero di averti dato un buon consiglio di lettura :)

      Elimina

Lasciami un commento, risponderò con piacere. Spunta la casella Inviami notifiche per essere avvisato via email dei nuovi commenti inseriti.

Info sulla Privacy