Recensione TUTTO IL BUIO DEI MIEI GIORNI di Silvia Ciompi

martedì 10 aprile 2018


Buon martedì lettori! Oggi la giornata ha inizio con il review party e quindi la recensione in anteprima di Tutto il buio dei miei giorni, l'intenso romanzo di Silvia Ciompi in pubblicazione oggi per Sperling & Kupfer. 

Preparatevi a due personaggi fuori dagli schemi soliti a cui siamo abituate, a sentirvi trascinare nel dolore, a farvi coinvolgere da un amore che può distruggere, ma anche ricostruire. 
Noi siamo cicatrici, siamo incendi, siamo bruciature e cenere. 

TUTTO IL BUIO DEI MIEI GIORNI
Silvia Ciompi

Tutto il buio dei miei giorni
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Narrativa romantica
Pagine: 325
Prezzo: €. 9,99 ebook | €. 14,90 ebook
Link acquisto: Sperling & Kupfer


Camille ha vent'anni, ama lo stadio nelle domeniche di primavera, con le maniche corte e le bandiere mosse dal vento, e ama la sua curva, in ogni stagione. Lì salta sugli spalti, tiene il tempo con le mani: è la cosa che ama di più al mondo. È l'unico posto dove si sente davvero viva. Ma un giorno, proprio fuori dallo stadio, la sua vita si spezza. Un'auto con a bordo un gruppo di ultras la investe. Tra di loro c'è anche lui : in curva tutti lo chiamano Teschio. Sembra il cliché del cattivo ragazzo, ricoperto di tatuaggi e risposte date solo a metà. Eppure Teschio e Camille sono come due libri uguali rilegati con copertine differenti. Due anime che non hanno fatto in tempo a parlarsi prima, a guardarsi meglio. Si sono passati accanto migliaia di volte, ma non sono mai stati davvero nello stesso posto. Lo sono ora. Ora che il dolore si è mangiato tutto ciò che Camille era.


LA MIA OPINIONE
Si può odiare e amare allo stesso tempo? Si può essere capaci di dimenticare e perdonare in nome di un sentimento che ci fa soffrire ma ci rende anche delle persone vive? Quella di Silvia Ciompi è una storia che lascia il segno, fa rimanere senza fiato, spiazzati davanti alla potenza dei sentimenti che ne percorrono le pagine. È una storia di vita, che a volte può essere crudele, dove il destino spesso toglie per poi ridare in modi che nessuno riesce a comprendere. Camille e Teschio, due vite così diverse che collidono e in un attimo si cambiano per sempre.
  Siamo come due libri uguali rilegati con copertine differenti.

Camille e Teschio, ventenne lei, ventotto anni lui. Lei di buona famiglia, una ragazza che vive la sua età come tutti, tra amici, scuola e svaghi; lui senza genitori, la madre morta per malattia, il padre in galera, la sua famiglia sono gli amici ultras con i quali condivide la passione per la sua squadra e con i quali spesso si sballa e si trova coinvolto in risse. Cosa li accomuna? La stessa passione per la squadra, l'adrenalina e la gioia della curva, l'attrazione per l'odore dello stadio. 

Due mondi che si sfiorano ma sembrano non doversi mai incontrare, sino a quel giorno fatale che cambia tutto.
  Tu sei stato il buio. Sei stato il buio dei miei giorni.

La vita di Camille cambia per sempre, quella di Teschio sta per farlo anche se lui ancora non lo sa. Ciò che porta dolore può trasformarsi in amore, ma sarà questo sentimento così forte da superare tutto o si trasformerà nella tempesta capace di spazzare via ogni cosa?
L'amore non cancella il dolore, lo amplifica. Incide cicatrici, scava buchi e non cancella il buio. Ma per quanto male faccia, ti dà anche la forza di lottare.

Camille è una protagonista che sorprende, l'iniziale parte da brava ragazza che si è vista portare via qualcosa di importante ci fa sentire compassione, comprensione, capiamo la sua apparente incapacità di reagire, il desiderio di lasciarsi andare. Poi ecco che arriva Teschio e fa uscire una parte di questa ragazza diversa, attaccata alla vita, passionale, capace di tirare fuori il carattere e coraggiosa. Teschio è un bad-boy che non lo è poi così tanto; in realtà pian piano di lui si scoprono il dolore, il vuoto e la rabbia che gli hanno lasciato dentro chi in un modo o nell'altro l'ha abbandonato; ha fatto cose che non avrebbe dovuto, le cui conseguenze alla fine arrivano a reclamare il conto, ma l'autrice ne mette in luce le fragilità e lo racconta al di là delle sue azioni, scava a fondo nella "persona", riesce a farcelo vedere spogliato di tutto rivelandoci il giovane uomo che non ha trovato la strada giusta, a cui forse nessuno l'ha indicata o forse semplicemente ha scelto di non vederla e allora ci pensa la vita con tutta la sua forza a mostrarla.

Come avrete capito Tutto il buio dei miei giorni è una storia particolare, ambientata in un mondo, quello degli ultras che spesso spaventa ed evoca pregiudizi; una storia che fa toccare con mano il dolore, quello di vedere la propria vita spezzata in un attimo, la presa di coscienza che nulla potrà mai tornare com'era, il coraggio di andare avanti e la forza di un sentimento che nascendo riesce a rimettere insieme quei pezzi che erano andati persi. È un romanzo a cui si deve arrivare preparati, con la consapevolezza che l'autrice saprà travolgervi raccontando la vita, non nascondendo nulla di ogni aspetto, avvicinandovi ai suoi protagonisti proprio perché sono così veri, umani, reali con le loro scelte sbagliate, gli errori apparentemente irreparabili, i loro tormenti, ma anche la forza della vita che va avanti nonostante tutto.

Silvia Ciompi ha uno stile narrativo capace di arrivare diretto al cuore, proprio come un pugno in pieno petto, che tramortisce per poi farti reagire e rimettere in piedi più forte di prima. 

Non posso per onestà non ammettere che alcune scelte e particolari della storia non li ho condivisi, che anche se facevo il tifo per i due protagonisti con il cuore, la testa mi gridava il contrario, ma è anche questo il bello di Tutto il buio dei miei giorni, la sua capacità di non lasciare indifferenti, leggendolo si rimane coinvolti completamente, si impara a comprendere e ad amare Camille e Teschio e si arriva all'epilogo con il cuore gonfio di sentimenti. 

Un romanzo di forte impatto emotivo e intensità.

Ci leggiamo presto,
Deborah_thumb1_thumb


4 commenti:

  1. Hai ragione Deb è un libro che non lascia indifferenti e ti trascina dentro <3

    RispondiElimina
  2. Devo assolutamente leggerlo Deb allora <3 ps ti ho nominata qui https://ilregnodeilibri.blogspot.it/2018/04/my-world-award-2018.html

    RispondiElimina

Lasciami un commento, risponderò con piacere. Spunta la casella Inviami notifiche per essere avvisato via email dei nuovi commenti inseriti.

Info sulla Privacy