PETALI DI LUNA di R.M.Stuart - Recensione

mercoledì 9 dicembre 2015

Finalmente sono riuscita a leggere questo secondo racconto della serie steampunk-fantasy “Once upon a steam” edito Dunwich Edizioni.
Il primo racconto ci aveva introdotto nel mondo metallico e immerso nel vapore di Steamwood, dove le fiabe che noi conosciamo hanno risvolti tutt’altro che lieti. Dopo la rivisitazione di Biancaneve di Ornella Calcagnile (qui la mia recensione), questa volta è il turno di R.M.Stuart che ci parla di….

PETALI DI LUNA
Titolo: Petali di luna
Autore: R.M.Stuart
Serie: Once upon a steam #2
Editore: Dunwich edizioni
Genere: Fantasy Steampunk
Pagine: 92
Sinossi
In una Londra dalle sfumature gotiche, sospesa nel tempo, un amore tormentato sboccia come un fiore lunare nel cuore della notte. Lei principessa, lui antieroe, un’unione ambigua ma tanto forte che nemmeno la magia può spezzare. Rose e Tristan, cresciuti assieme in una (i)realtà umana, si amano, si desiderano, finché la vita chiede loro un dazio da pagare. Infatti una maledizione aleggia su Rose, una maledizione fatta di rancore e antichità, anche se Tristan veglia su di lei con incondizionata devozione. Tuttavia l’amore non è una favola, forse è una tragedia. Tristan lo scopre a sue spese, così perfino la fiera Rose che – senza speranza, senza più lacrime, senza aspettative – è vittima del sonno eterno diventando quindi “la bella addormentata”, proprio come Malefica le aveva predetto alla nascita. Sarà la morte più potente della sorte? Passione, sortilegi, viaggi inter dimensionali: un vortice di musica e sensazioni che avrà inizio e fine a Steamwood.
Steamwood non è un regno da favola. È immerso nel vapore e le sue esalazioni nascondono le stelle, lasciando intravedere nel cielo soltanto una cupa vastità illuminata da due lune gemelle. In un’ambientazione a tratti vittoriana e a tratti steampunk, si muovono i protagonisti delle novelle della serie, incontrandosi – e scontrandosi – sullo sfondo di un universo in bilico tra l’incanto e una minacciosa profezia circa l’arrivo della Stagione dell’Insomnia. Il Narratante, una figura misteriosa senza volto né voce, farà da collante alle varie storie, manifestandosi in modi sorprendenti. Ogni racconto è la rivisitazione di una fiaba classica, ben conosciuta dai lettori, ma che si rivelerà ai loro occhi con nuove sfumature. 
 
Una serie e un progetto che continua nel migliore dei modi e con atmosfere leggermente diverse dal primo capitolo. Lasciamo momentaneamente l' ambiente cupo e metallico cui ci aveva introdotto la rivisitazione e ideale seguito della fiaba di Biancaneve, per approdare  in un mondo “irreale”, così lo definiscono i personaggi delle fiabe che vi ci sono rifugiati; una Londra che ha il sapore di altri tempi, un luogo che sembra proteggerli dalla perfida magia che si sono lasciati alle spalle e fa sperare in un amore che appare impossibile ma forse non lo è realmente. 

Un maleficio da comprendere, un sacrificio da compiere, un amore più forte del destino. La fiaba della Bella Addormentata rivisitata in modo struggente e romantico, in cui drammaticità e speranza si intrecciano ed emozionano. 


«Mia è la vita, miei i sentimenti»

Rose  è ancora in fasce quando, vittima della gelosia e del rancore di Malefica nei confronti del padre e della donna che l’ha sostituita nel suo cuore, viene colpita dalla sua maledizione: 

«Quando il tempo dell’amore sarà giunto, il sonno l’accoglierà tra le sue braccia ipnotiche.Gli incubi la tormenteranno fino alla morte, non si risveglierà mai, solo il sangue versato del vero sacrificio potrà scioglierla da questa sorte.»

Dopo che il padre ha compiuto inutilmente il sacrificio e ha perso la madre, Rose viene portata a Londra dalle due streghe madrine convinte di tenerla lontana da ciò che sembra inevitabile.
Rose cresce e diventa una giovane ragazza con un cuore innamorato, piena di vita, caparbiacoraggiosa, testarda. Non teme il suo destino, perché è convinta che il destino si possa cambiare. Combatte per quello che desidera, nonostante gli incubi la tormentino.

Tristan è il famiglio di Rose, un mutaforma, uomo/lupo il cui compito è starle sempre accanto e proteggerla. Lui si sente proprietà di Rose, è al suo servizio e qualunque cosa lei comandi deve obbedire. Il problema è che Tristan prova nel cuore un sentimento che va al di là del semplice obbligo di protezione, ma è combattuto perché non si sente all’altezza, perché Rose non potrà mai essere sua, merita di meglio di un mezzo uomo. E il problema ancora maggiore è che Rose sembra provare gli stessi sentimenti e la sua ostinazione si scontra con i suoi tentativi di non lasciarsi trasportare.

Rose e Tristan provano un amore struggente, romantico e come le migliori storie d’amore contrastato dal destino. Riusciranno a sconfiggere la maledizione di Malefica? E a quale prezzo? 

Un racconto che mi è piaciuto moltissimo, l’autrice ha una scrittura diretta e scorrevole, scandita da dialoghi che mantengono un ritmo costante durante la lettura. 
La particolarità che più mi ha colpito è come è stata in grado di trasmettere i sentimenti dei protagonisti con poesia e drammaticità al tempo stesso, non tralasciando mai quel senso di positività e speranza che aleggiano in ogni pagina. I personaggi che si incontrano sono ben descritti e approfonditi, se ne riescono a carpire le caratteristiche e a provare quell’empatia necessaria per entrare nel testo e rimanerne coinvolti. I luoghi sono accuratamente descritti e ci si sente trasportati in quell'atmosfera vittoriana fatta di abiti vaporosi e in un tempo sospeso.

Il finale è inaspettato, allo stesso tempo commovente ma aperto alla speranza e alla vita

E anche la nuova Bella Addormentata mi ha conquistato!


La mia valutazione:    



13 commenti:

  1. Oddio, grazie,è bellissima: mi hai commossa! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi è piaciuto enormente (e come Ely MakeMeUp spero in un seguito...)

      Elimina
    2. Urlatelo alla Dunwich e io vi accontento subitissimo. *_*

      Elimina
  2. Rosie scrive benissimo, è una garanzia!!! Spero di leggerlo presto
    Bellissima recensione Deb
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, davvero. Mi state emozionando a dismisura. *_*

      Elimina
  3. Piaciuto moltissimo anche a me, e spero davvero in un seguito perchè non credo di poter convivere con quel finale :'(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siamo in due che gridiamo al seguito!! <3

      Elimina
    2. Quel finale era definitivo. Ringraziate G. che mi ha persuasa. :P

      Elimina
  4. Bellissima recensione Deb! Mi hai incuriosito moltissimo! Non ho ancora letto il primo libro di questa serie, ma lo aggiungerò molto volentieri alla mia wish list!

    RispondiElimina
  5. Bellissima recensione non posso non sperare di leggerlo presto devo decidermi a fare l'acquisto anche perchè io sono una fan di Rosie adoro il suo modo di scrivere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania per il tuo perpetuo supporto. :)

      Elimina
  6. Bellissima recensione! Devo leggere assolutamente questa serie :)

    RispondiElimina