Tre minuti di me di Antonella Senese
- Recensione -

domenica 21 dicembre 2014

Questa sera sto per parlarvi di un libro per certi versi doloroso ma anche intenso, quattro cuori e mezzo più che meritati! Ma lasciate prima di tutto che ringrazi  la casa editrice Libro Aperto International Publishing per avermi dato la possibilità di leggerne una copia.



Titolo: Tre minuti di me
Autore: Antonella Senese
Editore: Libro Aperto International Publishing
Serie: Tre minuti di me series – volume #1
Formato: Digitale e cartaceo
Pagine: 200
Prezzo: €.1,99 ebook / 12,00 cartaceo
Genere:  New Adult

Se vuoi saperne di più sull’autrice clicca QUI




 
Sinossi
«Tre minuti per farlo innamorare di me. Tre minuti sono bastati a me per amarlo.»
Da quando una terribile tragedia le ha strappato la sua famiglia, la pianista e promessa della musica Amie ha abbandonato la sua più grande passione, vivendo nel senso di colpa e chiudendosi in se stessa e nel suo silenzio.
Adam è in continua lotta con il suo lato oscuro. La sua musica è tutto ciò che gli resta e solo in essa riesce a trovare una valvola di sfogo alla sua rabbia, un modo per non lasciare che questa prenda il sopravvento.
L’incontro fra i due è qualcosa d’inspiegabile e d’irrazionale: l’amore arriva, impetuoso, passionale e incontrollabile. Amie e Adam non riusciranno a sottrarsi al forte legame che spinge l’una verso l’altro, un legame fatto di note e di sentimenti contrastanti, che li porteranno a fare i conti con il loro passato.
Riuscirà l’amore a renderli liberi?

La mia opinione

Un libro intenso e struggente, che mi è arrivato al cuore lentamente, senza che me ne rendessi completamente conto fino alla sua conclusione. Una scrittura per certi versi  molto introspettiva, che trasmette al meglio il senso di disperazione provato dai due protagonisti, pochi e toccanti i dialoghi diretti, e la scelta dell’autrice di raccontare la storia attraverso il doppio punto di vista consente al lettore di entrare nei  pensieri di questi due ragazzi, di immedesimarsi con il loro dolore.  Questo è un libro che parla d’amore e di dolore, ma anche di rinascita della speranza.

Adam nei primissimi capitoli mi ha suscitato una forte antipatia. E’ un ragazzo della “buona società” che all’ apparenza può avere tutto e spreca letteralmente il suo tempo e le sue possibilità non concludendo nulla, sfruttando il suo essere “bello e dannato”, lasciandosi andare all’alcol e a storie di sesso occasionale …poi però entri nella sua vita e comprendi assieme a lui che tutti  i soldi del mondo non possono tenere in piedi una famiglia se alla base non ci sono l’affetto e il rispetto, se l’unica cosa che conta sono le apparenze e il desiderio di avere un figlio che rispecchi le proprie aspettative, senza accettare chi sia realmente. Adam tenta di lasciarsi alle spalle quella vita che lo opprime, i sensi di colpa e il dolore per una terribile perdita e prova ad allontanarsi per dedicarsi, assieme al suo vero amico, all’unica cosa che riesca a farlo sentire vivo, attraverso la quale riesce ad esprimere i suoi reali sentimenti, la musica.

Anche Amie ha subito un dolore straziante, ma al contrario di Adam che ha cercato in qualche modo di reagire, si è lasciata andare, è una ragazza terribilmente fragile, assente, inerme, il senso di colpa che prova l’ha tagliata fuori dalla vita lasciandola annegare nella depressione. La musica è una componente importantissima anche della vita di Amie, è nata e vissuta respirandola, ma i ricordi che le suscita non le permettono di rifugiarsi in essa.


"Tre minuti per farlo innamorare di me,tre minuti sono bastati a me per amarlo”

Poi tutto cambia, tre minuti, il tempo di una canzone e questi due giovani si trovano, si scorgono, capiscono che il dolore dell’uno è lo specchio di quello dell’altro. La musica e la sofferenza li avvicinano, l’amore li unirà per sempre.

"Tre minuti per aprirsi a me, per regalarmi la sua anima che già mi appartiene"

Adam scorge quel suo stesso dolore in Amie, sente che deve avvicinarsi a lei, che in qualche modo deve cambiare per lei , per essere degno di quella ragazza fragile e bellissima che lo fa sentire sé stesso come non gli è mai capitato con nessun’altro.


"Tre minuti interminabili in cui mi fa sua, ancora una volta”

Quello che per Amie è iniziato come il desiderio di trovare qualcuno che potesse comprendere e aiutarla a lenire le sue pene, ben presto si trasforma in un sentimento forte, potente, unico.

Un libro che mi è arrivato, a cui avrei davvero voluto dare il massimo della valutazione ma il finale mi ha lasciato smarrita,  non sono riuscita a comprendere fino in fondo le motivazioni che hanno portato a questa scelta…l’unica cosa che mi consola è il sapere che arriverà un seguito, che questo è solo l’inizio, perché in fondo la nascita di questo amore simboleggia la rinascita a una nuova vita tutta da scoprire!

Concludo con una nota doverosa per chi come me ama la musica, che in questo libro non è solo il collante tra i due protagonisti, ma è uno degli strumenti che l’autrice sceglie per riuscire a trasmetterci le loro sensazioni, pensieri e stati d’animo. Esiste una colonna sonora  con alcune canzoni scritte appositamente dal gruppo Crew Control (QUI il link dove trovare playlist e notizie su “Tre minuti di me”).
Vi voglio comunque lasciare un piccolo estratto di una di queste canzoni che  mi ha particolarmente colpito, riuscendo bene ad esprimere una parte del sentimento che unisce Adam ed Amie.


Come in and lock the door , don’t let me go
Entra e chiudi a chiavi la porta, non lasciarmi andare via

Keep my heart warm ,don’t let it burn, don’t let it go
Mantieni caldo il mio cuore, non farlo bruciare, non lasciarlo andare via

Please stay and drink my tears, I’ll stay and I’ll drink yours and we’ll be thirsty no more
Ti prego rimani e bevi le mie lacrime, io rimarrò e berrò le tue, e non avremo più sete

I felt your skin ,inhaled your scent, drowned in your eyes
Ho sfiorato la tua pelle, inspirato il tuo profumo,sono annegata nei tuoi occhi

Now walk with me,I’ll hold your hand until the end
Ora cammina con me ,ti terrò la mano fino alla fine


La mia valutazione: CUORECUORECUORECUOREMEZZO CUORE




1 commento:

  1. grazie per la tua recensione, lo devo leggere mi incuriosisce molto

    RispondiElimina