DREAM BENDER di Eveline Durand | Recensione

giovedì 11 maggio 2017

DREAM BENDER RECENSIONE
Buon giovedì con una nuova recensione. Che ne pensate della possibilità di manipolare i sogni? È questa la capacità della protagonista del romanzo letto per noi da Patty, un romanzo che l’ha entusiasmata come potete leggere dalla sue parole.

Pronti a sognare?

Drean Bender
Titolo: Dream Bender
Autore: Eveline Durand
Genere: New Adult, Romance, Fiction
Pagine: 264
Prezzo: 1,99 eBook - 12,48 Cartaceo
Sinossi
Se ti dicessero che la capacità di controllare i sogni fosse in realtà una dote? Se un'organizzazione cercasse chi possiede queste abilità per addestrare degli agenti speciali, chiamati Dream Benders?

Jordan Skinner è tra quel due per cento di persone con simili qualità. Da adolescente, assieme alla sua famiglia sgangherata, viene sottoposta a un esperimento per testare il suo potenziale. Riesce a sfuggire all'organizzazione, ma non ad Alexander Shelton, il Dream Bender che per primo ha scoperto il suo talento e adesso la vuole nel suo team di ribelli. Alexander, detto Lex, la introduce nel suo mondo onirico con simulazioni che la mettono a dura prova, spaventandola e poi seducendola in sogno. Jordan accetterà il compito per dare finalmente una svolta alla sua vita deludente, o sarà l'eccentrico Lex a farla capitolare con le sue stimolanti vessazioni? Vittima consenziente del suo dispotico mentore, riuscirà a piegare i sogni come una vera Dream Bender?



RECENSIONE
“Dream Bender: sono quelli che piegano i sogni al proprio volere. Lo so che è un nomignolo ridicolo, fin dall’inizio veniamo chiamati così”. …

“I sogni sono immagini, suoni ed emozioni che sfilano come in un film durate il sonno. Se non sei una campagnola saprai che ci sono diverse fasi di sonno, e che in pratica mentre dormi c’è una sospensione completa o parziale della tua volontà …”. … “come dicevo, durante la fase REM di solito sogniamo il nostro cervello è attivo e il metabolismo reagisce come se fossimo coscienti …”

Jordan è una ragazza timida con una famiglia strampalata, ma si vogliono bene ed è quello che li tiene uniti. Finalmente una bella vacanza sul lago, il posto non è male e neanche la casa, le persone incontrate sono particolari o almeno è quello che sembrano a Jordan. Neanche il tempo di ambientarsi e si trova di fronte a situazioni alquanto strane, sua zia che amoreggia in casa con un ragazzo più giovane che non si può definire bello, ma ha qualcosa che attrae la nostra protagonista. La sua matrigna che prende una sbandata per l’idraulico senza nascondersi agli occhi del marito che non si accorge di niente. Persone che scompaiono misteriosamente, Jordan che è sempre più attratta da Slash, il ragazzo di sua zia e se lo ritrova davanti spesso, come se la stesse controllando. Qualcosa non torna, una realtà che continua a cambiare, i loro comportamenti che sono in linea con il loro modo di essere eppure mostrano sfumature dubbie. Che cosa sta succedendo? Una vacanza che si trasforma in un incubo, la scelta di rientrare prima del previsto e delle persone che tentano di portarla al loro servizio, per che cosa? Jordan non ci sta e torna alla sua vita, ma è finita così?

Un giorno qualcuno la segue, la osserva e all’improvviso se lo trova davanti, un bel ragazzo biondo che non ha mai visto e non capisce cosa vuole da lei. Si tratta di Lex, o meglio Slash, e le spiega che lei ha una dote, può entrare nei sogni e manipolarli, lui ha bisogno di lei, ha creato un gruppo di ribelli che vogliono combattere l’organizzazione, lui ne faceva parte, ma ora la vuole distruggere. Per farlo ci vogliono delle persone capaci, con un talento particolarmente forte, Jordan è la persona giusta? La nostra protagonista decide di aiutarlo e lo accetta come mentore, le deve insegnare tutto e quale modo migliore che se non delle simulazioni di sogni. Per Jordan quest’approccio non è facile, poche informazioni e poi allenamento diretto sul campo, Lex approfitta subito della sua posizione di maestro e attraverso la simulazione la spaventa, la porta più volte davanti alle sue paure più recondite e a Jordan non rimane altro che la disperazione non sapendo come uscirne.
“Nei sogni di solito la visuale è in prima persona, è quasi impossibile percepire il proprio aspetto. Una delle capacità dei Dream Bender è la consapevolezza di sé”. Ma non mi hai ancora detto perché sembro una vecchia prugna con problemi alimentari!” Alzai la voce sull’orlo del pianto. Si poteva piangere in sogno? Certo che sì! “Calmati Jordan. Sei così perché forse ti pensi così … dentro”. Il tempo di sbattere le palpebre e rendermi conto della gravità di quella dichiarazione, …
Jordan reagisce e con le poche nozioni imparate e decide di rendere il piacere della paura a Lex, rendendolo più umano ai suoi occhi, ma rimanendo sempre l’uomo freddo e calcolatore che conosce. E’ una lotta di volontà che fa emergere in poco tempo le potenzialità di Jordan e l’attrazione tra loro divampa, trovando sfogo nei sogni, poiché nella realtà Lex non vuole essere toccato, una fobia che riesce a superare solo nel mondo onirico. Il piccolo gruppo di ribelli entrerà in azione e dopo una nottata di successo, qualcosa spezzerà la loro corsa verso la giustizia. Jordan avrà dei dubbi, cosa ne sa lei dell’organizzazione, è sicura di stare dalla parte giusta? Chi è Lex? E’ buono o cattivo?

Una lettura avvincente che tiene col fiato sospeso, l’autrice ha saputo creare una storia equilibrata che non annoia, spiega chi sono i Dream Bender e come operano, entra nella psicologia dei personaggi, rendendoli chiari al pubblico nonostante siano complessi e in alcuni casi contorti. Ti fa entrare nei sogni e nei personaggi: Jordan forte e coraggiosa, lontana dalle donne piagnucolose e deboli, anche se ha i suoi momenti di scoraggiamento. Lex uomo tutto d’un pezzo, glaciale e sempre distante, solo nel mondo onirico mostra qualche spiraglio diverso, ma com’è realmente Lex? L'autrice non dimentica momenti passionali, hot e dolci, dove l’amore trova la strada per arrivare a noi attraverso confidenze intime. La realtà che si scontra con i sogni che possono essere falsi e manipolati, ma cosa può essere peggiore: realtà o sogno? I sogni possono incidere sulle nostre decisioni da svegli? Molti quesiti che devono avere una risposta e credetemi le troverete, ma rimarrete anche a bocca aperta, perché Eveline è bravissima, nulla è come sembra e una volta iniziato non riuscirete a smettere, intrappolati in un susseguirsi di colpi di scena e suspense. Dopo questa storia i vostri sogni non saranno più gli stessi …
 
Buona lettura,
Patty



Nessun commento:

Posta un commento