Segnalazione L'ULTIMA FERMATA DI MARTY RED di Alessio Linder

lunedì 27 febbraio 2017

Segnalazione marty red
L’uscita di oggi per Dunwich Edizioni è tutta horror e sovrannaturale. Il protagonista ha un passato, un passato fatto di spettri che tornano a reclamare la sua attenzione, un inferno che vuole reclamarlo e inganni da persone inaspettate.

Pronti a prendere l’inquietante metropolitana con Marty Red?

Marty Red
Titolo: L’Ultima Fermata di Marty Red
Autore: Alessio Linder
Genere: Horror/Thriller Sovrannaturale
Pagine: 400
Prezzo: 3,99€ ebook 12,90 cartaceo
Data di Uscita: 27/2/2017
Link d’acquisto: https://goo.gl/NuyZ2A
Sinossi
Mi chiamo Marty Red.
Forse avete sentito parlare di me, forse no.
Di sicuro avete sentito parlare di Freddy King e dei Blood Red Sun, band heavy metal di cui ho registrato tutti i dischi, sin dai loro esordi. Ed è proprio quando sto per entrare negli Hellfire Studios per curare il CD che segnerà il loro addio alle scene che tutto precipita. Dopo tanti anni trascorsi a combattere il passato, nel disperato tentativo di lasciarmelo alle spalle, mi ritrovo ad affrontare di nuovo l’orrore quando sono costretto ad abbandonare la Harley-Davidson nel garage e a prendere la metropolitana. Comincia con una ragazza e un gioco di sguardi. Ma con il passare dei giorni mi rendo conto che qualcosa ci unisce e unisce anche gli altri bizzarri personaggi che affollano la metropolitana e che a quanto pare riescono a interagire solo con me. E, prima che possa rendermene conto, i fantasmi del sottosuolo cominciano a invadere la mia vita, trascinandola verso il basso, portandomi sulla soglia di un luogo che pensavo di essermi lasciato per sempre alle spalle. Ma, per quanto si possa provare a dimenticarlo, l’Inferno non ti dimentica una volta che ti ha assaggiato: aspetta solo il momento giusto per reclamarti. E a volte usa le persone a te più vicine per ingannarti e gettarti tra le fiamme.

 
AutoreAlessio Linder nasce a Trento, dove per parecchio tempo si dedica alla musica pesante, prima suonando in diverse cover band e poi occupan­dosi di una sala di registrazione. Trasferitosi a Roma, abbandona il mondo della musica suonata e scrive per qualche rivista del settore. Comincia poi a occuparsi di traduzioni e per la Dunwich Edizioni ha già tradotto il romanzo Brew di Bill Braddock.

Alla prossima,
Deborah

Nessun commento:

Posta un commento