“Rewind” di Jill Cooper–Recensione

lunedì 17 ottobre 2016

Questa sera voglio parlarvi di una novella che fa parte della serie “The Rewind Agency” di Jill Cooper, saga young adult distopica che ha per protagonista una giovane ragazza con l’unico scopo di cambiare il passata, con effetti devastanti e inaspettati. Se volete potete leggere la mia recensione del primo romanzo “15 Minuti”.

Rewind
Titolo: Rewind. A 15 Minute Novella
Autore: Jill Cooper
Serie: The Rewind Agency #1,5
Genere: Young Adult Distopico/Fantascientifico
Pagine: 70
Quando Lara Crane ha cambiato il passato e il corso della storia, cosa è successo al mondo che si è lasciata alle spalle? In questa novella ritroviamo i personaggi di Quindici Minuti in una realtà alternativa.
Il mondo è destinato all’abisso.
Rick ama Lara Crane più di ogni altra cosa e, quando lei prova a cambiare il passato, cerca di impedirglielo. Ma arriva troppo tardi e, mentre il mondo si sgretola intorno a lui, nessu­no crede alla sua storia sui viaggi nel tempo.
Nel frattempo il peggior incubo di John Crane diventa realtà quando sua figlia, Lara, non torna a casa dopo essere stata alla Rewind.
Costretto a rivivere il ricordo orribile della morte della moglie, John trova una chiave per un armadietto della YMCA che potrebbe svelare i segreti sull’omicidio di Miranda.
Una volta messi insieme i pezzi del puzzle, si trova in rotta di collisione con il destino. E chi è l’uomo nel mirino? Jax Montgomery.
 
Effetto farfalla: ogni azione, ogni avvenimento, ogni decisione seppur minima comporta grandi cambiamenti nel sistema in cui si vive.

Abbiamo lasciato Lara Crane, la protagonista di questa storia alle prese con le terribili conseguenze nella decisione di tornare indietro nel tempo per salvare la madre. Ciò che non conoscevamo ancora è cosa è accaduto al mondo che si è lasciata alle spalle, alle persone che ha lasciato nel futuro. Questa novella è la risposta dell’autrice alle nostre domande e, forse, qualcosa di più.

A capitoli alterni ci viene raccontata la storia di Rick, il fidanzato di Lara e John, il padre.

Ero davvero curiosa di conoscere di questi due personaggi, principalmente quella di Rick del quale nel romanzo ne ha una versione che contrasta con quella raccontata dalla stessa protagonista, e che qui invece trova giustizia. Rick è molto innamorato, protettivo, devoto, per certi aspetti bisognoso dell’amore di Lara. I pregiudizi e quella che sembra essere un’indole irascibile sono tenuti a bada proprio dalla presenza e dall’amore della ragazza. Rick non è d’accordo con la decisione di Lara di tornare indietro nel tempo per cambiare il passato, perché sa bene che i rischi sono altissimi e per loro le cose possono cambiare e lui non vuole permetterlo. Purtroppo non gli è possibile fermarla, ma questo non gli impedisce di comprendere che le sia accaduto qualcosa e che qualcuno vuole impedire si sappia.

John è un padre vedovo, con un lavoro umile ma onesto e che ama la figlia, l’unica famiglia che gli è rimasta. Grazie a questa novella riusciamo a conoscerlo meglio, ne vediamo il lato “pericoloso”, la parte che farebbe di tutto pur di ritrovare la figlia e scoprire la verità. Un uomo determinato e che non è poù disposto a lasciar perdere, ormai non ha nulla da perdere.

Parallelamente ma in modi diversi, la ricerca che questi due uomini intraprendono per trovare Lara permette all’autrice di raccontarci ciò che è accaduto e ha portato al punto di non ritorno in cui si trovano e di svelare retroscena e verità che non ci erano ancora chiare.

L’autrice ha uno stile narrativo semplice ma dal ritmo elevato, scenari apocalittici che ci mostrano un mondo che sta cadendo a pezzi, sgretolandosi inesorabilmente, per portarci a un epilogo inaspettato e sconvolgente che decreterà la fine di tutto ciò che è e che è stato in favore di un futuro incerto che si sta riscrivendo.

Una novella che in poche pagine trasmette tutta l’angoscia dei personaggi, lascia con il fiato sospeso, prima curiosi di scoprire verità e retroscena, e poi sempre più consapevoli e spaventati da ciò che si sta profilando. Un racconto imperdibile per chi ha letto “15 Minuti” perché attraverso colpi di scena, segreti svelati, legami tra le varie linee temporali, trasporta in un mondo che lascia con il fiato sospeso, inermi davanti alle inevitabili conseguenze a catena innestate da un’unica decisione, sino a un epilogo che lascia in apnea e poi fa riemergere con una lunga boccata d’aria e di speranza.
Deb[4]

2 commenti:

  1. Sei pericolosissima, Deb!
    Ogni volta aggiungo qualcosa alla lista degli acquisti ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stesso effetto quando passo da te, dobbiamo assolutamente inventarlo questo giratempo!(e volendo anche il portafoglio che si riempe da solo XD)

      Elimina