LA ROSA E IL DESERTO di Lorenza Bartolini - Recensione

martedì 6 settembre 2016

Questa sera è Patty che ci parla della sua ultima lettura. Si tratta del primo libro di una saga Fantasy che sembra averla conquistata trasportandola in terre affascinanti e fiabesche assieme a una principessa ribelle che lotta per decidere del suo destino.
Curiosi?

LA ROSA E IL DESERTO
Titolo: La Rosa e il Deserto
Serie: La saga della rosa #1
Autore: Lorenza Bartolini
Genere: Fantasy
Editore: Self
Pagine: 351
Sinossi
Marylya, bella e vivace principessa del Regno del Nord, deve mettere da parte la sua innata voglia di libertà ed accettare di sposare Mikelle, il principe del Regno del Sud, per rafforzare l'oramai duratura pace tra i due popoli, dopo un passato di sanguinosi conflitti. Il giovane però si rivela spietato e insensibile nei confronti della sposa, e, come se non bastasse, la sorella di Mikelle, Sadyoh, non tarda a mostrare tutta la sua ostilità e antipatia verso Marylya. L'unico ad esserle amico e pronto a sostenerla è Meros, fratellastro di Mikelle, che al fianco della principessa si troverà ad affrontare una battaglia dall'alta posta in gioco: la riconquista della pace tra i Regni.

Recensione
Un fantasy storico che si avvicina molto a una fiaba: c’è una principessa che vive felice e contenta, ignara delle prove che dovrà affrontare per trovare il suo principe azzurro, nascosto fra tanti e molte figure ruotano intorno a lei, cavalieri, dame, serve, sorelle, fratelli. Una storia che si apre sulla creazione del regno del nord, paese natale di Marylia.Gaia e Cosmo a loro devono questa terra ricca di verde, boschi, ruscelli, laghi, cacciagione, castelli, feste sfarzose, è un racconto molto toccante e struggente, dove l’amore è protagonista. Il regno del sud è l’opposto, non conoscono le divinità di Marylya e lì predomina il deserto, il caldo, musiche orientali, balli sensuali, donne guerriere e felini selvaggi addomesticati, una particolarità che pone l’accento su quanto è affascinante questa terra, così diversa da quella della protagonista.

Marylya è ancora una bambina ed è già promessa sposa di Mikelle, principe del regno del sud, entrambi burattini nelle mani dei loro padri che per rinsaldare la pace tra i loro regni, hanno pensato a quest’accordo. Lei ignora il suo destino e vive in modo spensierato e libero, pensando al giorno in cui sposerà l’uomo che ama, ma per caso scoprirà cosa l’aspetta. Ci sarà un primo incontro tra i promessi sposi ma Marylya è ancora una bambina, acerba nella sua bellezza e Mikelle un bel ragazzo. Negli anni Marylya non riesce a diventare una ragazza docile, anzi è un maschiaccio a lei piace cacciare, partecipare alle giostre, adora stare con i suoi fratelli Kienee e Moraw, tanto da ingaggiare sfide con loro anche con la spada. La sorella Selenia invece è più posata, una vera signora e spesso le da consigli, ma ignora il bisogno di Marylya di sentirsi libera, soprattutto nelle scelte. Ho adorato questo rapporto fraterno, ma per quanto Kienee, Moraw e Selenia vogliano aiutarla non possono salvarla dal suo destino, i giochi sono fatti e la decisione del padre irremovibile, sacrifica la figlia con la finta conquista della pace per i propri scopi e per aumentare le sue ricchezze. Marylya non ci sta, ma non può neanche opporsi ai suoi doveri, al suo popolo e ora che è diventata una bellissima ragazza, deve affrontare un secondo incontro con Mikelle. Il presuntuoso Mikelle si presenta al suo cospetto accompagnato da sua sorella Sadyoh e da suo fratello Meros, ricoprendo Marylya di doni e, infatti, lei sarà ammaliata da lui, ma presto si rivela per quello che è, un uomo freddo, spietato, potente e forte, possessivo e con le idee chiare sul loro rapporto. Marylya ne uscirà ancora più convinta di godersi la sua libertà (temporanea) e vuole viverla intensamente, decidendo da sola a chi donare il suo cuore, senza regole, senza vincoli. Nei mesi a seguire il suo rapporto con Rhys, amico d’infanzia e cavaliere del regno, cambia; lui adora Marylya ed è disposto a tutto per lei, anche seguirla nelle sue avventure, impulsive e al limite del lecito, sempre pronto a difenderla anche a rischio della propria vita, una figura importante per lei. I mesi passano e il matrimonio si avvicina, pertanto Meros arriva a corte con lo scopo di iniziare Marylya alla cultura del Sud, deve imparare tutto, la lingua scritta e parlata, i balli, il loro galateo, le loro musiche, spalleggiato da due donne guerriere. Il loro rapporto è conflittuale, lei non vuole assolutamente imparare, semplicemente perché non le interessano, ma sarà costretta ad assecondarlo e alla fine imparerà a conoscerlo e scoprirà la sua storia. Meros sembra un personaggio secondario, ma troverà il suo ruolo ed entrerà prepotentemente nella storia. Nascerà anche una grande amicizia con Maya, una delle donne guerriere, che sarà messa al servizio di Marylya per proteggerla e per ultimare la sua preparazione. La storia è ricca di avvenimenti, viaggi, scoperte, terre inesplorate, persone speciali, la lettura è scorrevole e Lorenza riesce a emozionare con descrizioni intese e precise, tanto che visualizzi tutto e senti le sensazioni che vive Marylya sulla tua pelle, ma la protagonista non è senza difetti, è impulsiva e nonostante le esperienze negative passate riesce sempre a cacciarsi in guai peggiori; alcune volte questo la rende insopportabile, ma trova sempre qualcuno pronto a spalleggiarla. Tanti personaggi sono presenti in questa storia e i principali li ho già presentati lungo questa recensione, ma ne manca uno, parlo di Sadyoh, sorella di Mikelle, colei che fin dall’inizio si opporrà al matrimonio, gelosa e possessiva di suo fratello, tanto da non accettare quest’accordo combinato dai padri e cercando di mettere in cattiva luce Marylya fin dall’inizio, è un personaggio con una forte indole cattiva.

E’ difficile parlare di questo libro senza lasciarsi sfuggire qualcosa, perché succede di tutto e Lorenza incalza con mille avventure, dove l’amore per la vita e per un uomo guida sempre le scelte di Marylya. Vi posso solo consigliare di leggere questo libro e magari una cosina posso farmela scappare … Lorenza sta lavorando al seguito e vi svelo un segreto, non vedo l’ora di sapere come continua ...
Buona lettura
banner post
Commento

Nessun commento:

Posta un commento