PARDUS di Aurora R.Corsini - Recensione

domenica 21 agosto 2016

Seconda lettura di cui vi parlo oggi. Sapete (e se non è così ve lo dico ora) che tra i miei generi preferiti ci sono i Fantasy Romance, in particolare ho iniziato ad appassionarmi grazie a serie come “La stirpe di Mezzanotte” e “Dark Hunter”. Perciò quando ho letto la trama di questa storia, con i suoi vampiri e mannari non ho potuto fare a meno di volerlo leggere, e per questo ringrazio la casa editrice per la copia digitale che mi ha permesso di rivivere le piacevoli ore di lettura che passavo grazie proprio a quelle serie che purtroppo ho dovuto lasciare un po’ in disparte.

PARDUS
Titolo: Pardus
Serie: Le luci dell’Eos #1
Autore: Aurora R.Corsini
Editore: Triskell
Genere: Fantasy/Romance MM
(FILEminimizer) Sinossi
Rapito e trasformato in un leopardo mannaro contro la sua volontà, Kane è vittima da moltissimi anni delle sevizie di una vampira folle e sadica, finché un gruppo di creature sovrannaturali che dispensano la giustizia dei non-morti, l’Eos, non arriva in città e la uccide. La libertà, però, non cancella i traumi subiti e Kane è spaventato persino dall’attrazione per Mathias, guerriero vampiro dal cuore gentile.
Quando anche una tremenda colpa sorgerà dal passato per dividerli, Kane dovrà lottare contro le proprie paure e contrastare i lupi mannari che vogliono ribellarsi alle leggi dell’Eos per salvare se stesso e il vampiro che ama.

(FILEminimizer) Recensione

A volte la sopravvivenza porta alla dannazione e forse, quando la speranza è ormai persa, solo la morte potrebbe dare sollievo.
 
«[…] il tempo passava in modo strano quando si lottava per morire contro un destino che si ostinava a mantenerti in vita».

Kane è stato tradito da colui che più amava e di cui si fidava. Schiavo in un mondo di creature sovrannaturali crudeli e sadiche, condannato a diventare lui stesso una di quelle creature e destinato a una vita di sevizie, torture e umiliazioni fisiche e mentali ha ormai perso ogni volontà, schiacciato e sconfitto, costretto al disgusto anche per se stesso e all’incapacità di potersi ribellare ai voleri della sua padrona. Quella parte “animale” che è la sua prigione è in qualche modo anche la stessa che gli consente di sopportare il soggiogamento perverso di cui è costantemente vittima, ciò che forse riesce a fargli mantenere un briciolo del suo essere umano.

L’ arrivo di Mathias è come una luce che dapprima flebile e poi sempre più intensa riesce a farsi strada nella mente e nel cuore di Kane. Vampiro antico e combattente valoroso dell’Eos, ha dedicato la sua vita a far parte di quei guerrieri che combattono i soprusi e riportano l’ordine tra le creature di quel mondo che l’occhio umano non deve scorgere.

Il rapporto che nasce tra Mathias e Kane è fatto di piccoli avvicinamenti, di gesti di fiducia e rispetto, di tenerezza e passione. Un amore ostacolato non solo dalla sofferenza e dalla paura che sembra ormai aver circondato il cuore di Kane, ma anche da un passato che ritorna e minaccia di distruggere tutto ciò che è stato costruito sotto la veste di una dolorosa perdita e di nemici assetati di vendetta.

Kane saprà dimostrare il suo coraggio e il suo amore accettando tutto di sé? Mathias avrà la capacità di vedere il cuore di Kane mettendo da parte il suo passato?

Anche se la storia si rifà agli schemi tipici del genere l’autrice riesce a mixare al meglio tutti gli elementi, affronta temi delicati e il suo stile narrativo riesce a coinvolgere.

L’autrice è stata in grado di parlare di violenze e i soprusi senza entrare in dettagli che avrebbero potuto urtare la sensibilità di qualche lettore, accennando, facendo dedurre e riuscendo a trasmetterli attraverso il lato emotivo e lo stravolgimento psicologico del protagonista.

Ho apprezzato molto i due protagonisti: Kane per la sua forza e il suo coraggio e la sua capacità di riaprire il suo cuore all’amore e alla fiducia; e poi Mathias, soprattutto perché l’autrice ha saputo cucirgli addosso una capacità empatica e un rispetto e un’attenzione per chi gli sta accanto che non ho riscontrato così tanto in altri personaggi di questo tipo, lo ha dotato di un’anima umana in un corpo immortale.

Non ho letto nulla in precedenza della Corsini e devo dire che il suo stile narrativo mi piace: scorrevole, con equilibrio tra dialoghi e descrizioni e la scelta della terza persona che permette al lettore di avere un quadro generale e conoscere entrambi i personaggi. Ho apprezzato la delicatezza con la quale ha affrontato le scene erotiche, presenti ma senza dettagli volgari, anzi un completamente al sentimento e un mezzo attraverso il quale l’autrice cerca di far percepire al lettore il percorso di salvezza e ricostruzione di sé che sta compiendo il protagonista.

Una spirale di violenza e crudeltà che viene spezzata grazie al coraggio, l’amore e la fiducia.
Una serie di cui non vedo l’ora di poter leggere il seguito.

Lascia un commento

Nessun commento:

Posta un commento