MARTEDÌ LIBERA USCITA di Viviana Bardella - Recensione

domenica 29 maggio 2016

Questa sera Patty ospita nel suo salotto “Il ritratto” di Irene Milani, uno young adult dagli amori contrastati, amicizie vecchie e nuove e famiglie rivali…


Martedì libera uscita
Titolo: Martedì libera uscita
Autore: Viviana Bardella
Editore: Il Ciliegio

(FILEminimizer) Sinossi

Antonella, avvocato in carriera, Silvia, manager in cerca d’amore, Sara, impiegata e mamma single, e Monica, casalinga con una famiglia numerosa, sono coetanee e amiche da sempre. Fin dall’infanzia condividono svaghi, sogni, speranze e dolori.
Quando, crescendo, le loro aspirazioni le porteranno a scegliere strade diverse decideranno di incontrarsi comunque ogni martedì sera. Una tradizione che riusciranno a mantenere a dispetto del trascorrere del tempo, delle vicende alterne della vita di ognuna e delle inevitabili reciproche incomprensioni.
Perché quando il lavoro stressa, la famiglia opprime e la vita non sorride, organizzare una serata con le amiche del cuore è la panacea di tutti i mali.
(FILEminimizer) Recensione
Un inno all’amicizia, una storia alla sex and the city che ti conquista. Quattro donne che sono amiche dall’infanzia, niente le ha mai divise e la loro serata è il martedì, da anni si trovano ogni settimana nella sera concordata per raccontarsi le loro vite e passare qualche ora in compagnia, perché la loro amicizia è forte, è unica, è vitale. Loro sono: Antonella, Silvia, Monica e Sara. La storia è scritta in prima persona alternando i loro punti di vista, ci sono molti dialoghi, perché farle stare zitte è un’impresa titanica, ma questo non rende confusa la storia, anzi è un valore aggiunto. Ognuna di loro ha la sua vita e deve affrontare problemi quotidiani e non, ma quando meno te lo aspetti l’amore arriva e ti colpisce, ma attenzione non è il solito romance.

Silvia è disperata, vuole una famiglia, dei figli, ma è single e una relazione seria le sembra un miraggio. Monica è quella che invidiano tutte, felicemente sposata con tre figli, amata dal marito e riesce a portare avanti il matrimonio da ben 12 anni, un miracolo. Sara, una mamma sola che deve badare ai suoi gemelli e far tornare i conti, il marito l’ha lasciata ed è scappato all’estero con un’altra, la sua vita è difficile e il sorriso ben lontano dalla sua bocca. Antonella è un avvocato ed è interessata solo alla sua carriera, tanto da non cercare l’amore, una stacanovista che difficilmente si lascia andare alla vita. Nonostante gli impegni, le diversità di carattere e pensiero riescono a tenere vivo il rituale del martedì, una serata tutta per loro, dove a turno si confidano e cercano l’approvazione delle altre, che non sempre rispecchia le aspettative, amiche che criticano, anche in modo severo. Ho trovato molto divertente alcune scene, dove mettono sotto torchio il poveretto di turno per vedere se va bene per la loro amica, insomma una specie di test, l’ho trovata un’idea divertente e ironica. Qualcosa però inizierà a incrinare questo rapporto, un litigio, una discussione che nasce da Antonella, in un momento di forte stress, poiché sta seguendo un caso di omicidio con molte complicazioni, anche personali. Le sue amiche non intuiscono questo disagio e le fanno muro, tanto che Antonella si ritroverà da sola ad affrontare questa parte della sua vita, innamorata per la prima volta ma impossibilitata dal poter vivere questo sentimento. Si butterà anima e corpo in questo processo, il suo cliente è innocente, anche se non ha un alibi per la sera dell’omicidio, lei cercherà di indagare, scontrandosi più volte anche col PM che segue il caso, suo antagonista in aula. Penso che Viviana abbia creato un buon connubio tra vari generi, romance, ironia e indagine, anche se la storia non è incentrata su questo, ma sull’amicizia. Con l’indagine è riuscita a creare suspense, pathos senza addentrarsi troppo in particolari legali. Una lettura piacevole e fluida, mai noiosa, perché quando la protagonista che parla ha esaurito la sua parte, subentra l’altra e l’interesse è catturato nuovamente.

Mentre Antonella è alle prese con questo caso difficile, le sue amiche vivono in parallelo altre situazioni. Silvia è innamorata e questa volta sente che è la persona giusta, un uomo molto dolce e attento ai suoi bisogni, che la aiuterà anche a tenere stretta l’amicizia con le ragazze. Sara prenderà decisioni importanti per se stessa e per i suoi figli, dimostrando di essere più forte di quello che crede, riuscirà a ritrovare il sorriso e un rapporto civile con l’ex marito, e capirà che è arrivato il momento di uscire e tornare a socializzare. Monica dalla vita perfetta, inizierà a perdere certezze e a mettersi in discussione, forse Antonella la sera del litigio qualcosa di vero l’aveva detto. A turno capiranno che non sono più bambine e la loro amicizia ha bisogno di crescere e maturare, partendo dal riconoscere i propri errori. Seguirà un epilogo all’ultimo respiro, tutto da leggere, dove il processo avrà il suo verdetto, l’amicizia troverà il suo riscatto e l’amore, il suo ruolo.

Buona lettura.
banner post

1 commento:

  1. Bel libro, da leggere e regalare alle amiche!!! Me lo segno <3

    RispondiElimina