MANCHESTER’S AFFAIRS.DESTINI INCROCIATI di Barbara Eleonora Bogoni - Recensione

lunedì 2 maggio 2016

La recensione di oggi è dedicata a un poliziesco. Esatto, non sono impazzita lo sapete che i suspense mi piacciono e, anche se in questo caso la storia romantica “al momento” non c’è (ma io spero ci sia qualche risvolto nel prossimo libro della serie), si tratta di un libro che mi ha preso e che una volta iniziato mi ha “costretto” a rimanere attaccata al reader sino alla sua conclusione (e questo, considerata la sua mole di 600 pagine direi che è un pregio bello grande).
Siete pronti a entrare nel distretto di polizia di Manchester assieme a Emily Smith e David Ingram? Riuscirete a scoprire il colpevole?

DESTINI INCROCIATITitolo: Destini Incrociati
Serie: Manchester’s Affairs #1
Autrice: Barbara Eleonora Bogoni
Genere: Giallo
Editore: Self Publishing
Pagine: 610

Dopo il pensionamento del collega che l'aveva affiancata dall'inizio della sua carriera, Emily Smith, giovane e motivata sergente della polizia di Manchester, spera di continuare a combattere il crimine lavorando finalmente al fianco di una delle poche persone alla centrale per cui provi una profonda stima ed un sincero affetto: il suo miglior amico, Richard Finch. Purtroppo per lei, però, il destino pare avere altri piani in mente. I suoi superiori hanno già deciso che il suo nuovo partner sarà il sergente David Ingram, in arrivo al distretto da uno dei dipartimenti di Liverpool. Il primo incontro della ragazza con l'uomo sarà tutt'altro che idilliaco e la reciproca antipatia che ne scaturirà, verrà esasperata dal primo caso che i due agenti si troveranno a dover risolvere insieme. Una mattina, infatti, senza che nessuno se lo aspetti, una bomba scoppia in una delle vie principali del centro di Manchester. Si tratta di un atto terroristico? Di un regolamento di conti tra membri della malavita? O del folle gesto di qualche pazzo squilibrato? In una città in cui tutti hanno qualcosa da nascondere e niente è come sembra, Emily e David impareranno a proprie spese che vige indiscussa una sola regola: non importa come o con chi si facciano, gli affari sono pur sempre affari.
(FILEminimizer) Recensione

«Congratulazioni! Hai vinto un pass per l’Inferno»

Come reagireste a ricevere un messaggio di questo tipo da qualcuno di anonimo? Inquietante è dir poco e ancora più spaventose sono le conseguenze. Un caso difficile, intricato e che nasconde ben più di un segreto che si intreccia con la vita del sergente di polizia Emily Smith. Riuscirà a svelare il misterioso assassino e nel frattempo gestire la sua vita sentimentale e il suo nuovo e irritante collega  David Ingram?

Emily Smith è una giovane agente di polizia del distretto di Manchester. Ama il suo lavoro, crede fermamente nella giustizia e nel seguire le regole. Un carattere forse a volte troppo ingenuo, ma positivo e capace, non si risparmia per il lavoro che è diventato la sua vita, tanto da considerare molti agenti del distretto la sua famiglia, soprattutto il capo, che è come un secondo padre e il collega Richard Finn, con il quale è legata da una profonda amicizia e che riesce a farla sentire a suo agio, sempre gentile e premuroso. È una persona che tende a idealizzare gli altri e le situazioni, sia sul lavoro che nella vita privata; per questa sua caratteristica è probabilmente ancora single, in attesa di una perfezione che non esiste. Nella sua vita un’amica del cuore molto esuberante che la sprona a uscire dal suo guscio e abbandonare il suo aspetto un po’ infantile, e una famiglia dalla quale si è un po’ allontanata nonostante l’amore che la lega a loro per una scoperta che l’ha destabilizzata profondamente.

David Ingram  è un sergente trasferito da Liverpool che  è stato designato a fare coppia con lei. Non potrebbero essere più diversi: al contrario di Emily, David ha sempre un aspetto fin troppo curato e serioso, determinato e arrogante, spesso anche maleducato, non si risparmia di dire subito ciò che pensa della collega e non ha filtri, per lui la verità è preferibile all’ipocrisia, a costo di farsi terra bruciata attorno. Completamente dedito al lavoro, freddo, intelligente, ha capito come spesso la corruzione e le brame di potere siano proprio all’interno del sistema, dove dovrebbe regnare il senso di giustizia, per questo non gli importa di usare mezzi anche poco ortodossi per raggiungere lo scopo.

Tra Emily e David è antipatia sin dall’inizio: Emily si sente inferiore e spesso umiliata dalle affermazioni e impressioni che David ha verso di lei e che le comunica in maniera molto diretta. La fiducia sembra impossibile da raggiungere, tanto che Emily spesso si ritrova a pensare negativamente a lui. Lavorare assieme sembra quasi impossibile con il loro rapporto conflittuale e quando si ritrovano a indagare su una serie di attentati in un primo momento usciranno tutte le differenze tra loro. Devo ammettere che David è assolutamente arrogante e presuntoso, spesso la sua “verità” significa insulto, però mano a mano che la storia va avanti in realtà forse il suo essere schietto a costo di risultare antipatico è ciò che porta la protagonista a maturare, a diventare un agente migliore, in grado di farsi rispettare.

Forse alla fine lavorare assieme potrebbe non essere così male? E magari quel rapporto tumultuoso potrebbe nascondere altro? Lo so, io vedo cuori ovunque quindi non stupitevi se la mia speranza è in una svolta “romantica” tra i due protagonisti, anche se le difficoltà in tal senso mi sembrano quasi insormontabili.

L’autrice ha creato una trama che coinvolge sino alla fine, in grado di rendere partecipe il lettore che si trova a fare congetture, salvo poi rimanere spiazzato dal colpo di scena finale. I protagonisti e anche i personaggi secondari sono ben caratterizzati in ogni loro aspetto. La scelta di utilizzare principalmente il punto di vista di Emily e in terza persona permette di conoscerla e seguirne ragionamenti e sentimenti e allo stesso tempo di avere un quadro più ampio verso la parte suspense. Nel libro ci sono azione, misteri da svelare e colpi di scena. Verso David ho provato sentimenti altalenanti tra amore e odio, ma sempre mantenuti in equilibrio su un filo sottile, anche nella svolta finale non si sa se appoggiarlo o criticarlo, ma sicuramente il suo modo di fare intriga. Con Emily il mio rapporto è stato semplice sin dall’inizio, è una ragazza che cerca di impegnarsi nel suo lavoro e per questo ha conquistato il mio rispetto, ma allo stesso tempo suscita tenerezza per il suo modo di essere, il suo mettere i sentimenti sempre in primo piano tanto che a volte avrei voluto darle uno scossone. Proprio per questo trovo David e Emily perfetti insieme, si compensano e allo stesso tempo hanno lo stesso senso della giustizia.

La prima parte del romanzo l’ho trovata un poco più lenta della seconda quando inizia a delinearsi il vero e proprio “caso” da seguire, l’autrice tende a dilungarsi su particolari che non sono utili ai fini della trama. Nonostante questo il libro mi ha catturato e quando sono arrivata alla conclusione avrei voluto avere già tra le mani il seguito per capire l’evoluzione dei personaggi e soprattutto per “quell’epilogo” che lascia con la curiosità e un senso di aspettativa.
Non sono un’esperta del genere ma a mio parere è un buon libro, che coinvolge e crea la suspense necessaria non tralasciando la parte emotiva e, forse, quella sentimentale.

Ringrazio l’autrice per la copia in lettura e spero il seguito arrivi al più presto!! Vi terrò aggiornati.



3 commenti:

  1. Adrenalina a mille. Ti prende per la gola non ti fa staccare gli occhi dalle pagine. Vorrei leggerlo.

    RispondiElimina
  2. ... ti pareva che pure se non era un romance tu speravi nella svolta romantica :D Così diventava un romance :D Bacioni PS: Ma fa parte della challenge..? Non vedo scritto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che forse sì? Mi sono dimenticata di guardare la lista a credo ci fosse qualcosa con dei morti ammazzati XD
      Stasera controllo...

      Elimina