FIREBIRD.LA DIFESA di Claudia Gray - Recensione

lunedì 9 maggio 2016

Sono di nuovo rientrata nei viaggi dimensionali creati da Claudia Gray e il secondo libro della serie Firebird non mi ha delusa, anzi mi ha messo ancora più voglia di scoprire come finirà la storia di Marguerite, Paul e Theo. (Qui la recensione al primo volume).

 Allora preparatevi, mettetevi al collo il Firebird e si parte…

la difesa

Titolo: Firebird.La difesa
Serie: Firebird #2
Autore: Claudia Gray
Genere: Young Adult / Distopico

(FILEminimizer) Sinossi
Marguerite Caine ha fatto l'impossibile, viaggiando in diverse dimensioni con il Firebird, l'invenzione straordinaria che i suoi genitori hanno realizzato con l'aiuto di Paul - che è ora il suo ragazzo - e Theo, un altro brillante studente di fisica. Ma in questo modo è diventata il bersaglio di gente senza scrupoli, che pur di avere libero accesso al Firebird è disposta a rapire, ricattare e persino uccidere.
Quando la coscienza di Paul viene frantumata in quattro pezzi e dispersa in diverse dimensioni, Marguerite è disposta a tutto per salvarlo, ma il prezzo per riuscirci rischia di essere troppo alto. Se infatti non saboterà i propri genitori nelle diverse dimensioni, Paul sarà perso per sempre.
Ma ci deve pur essere una via d'uscita! Così Marguerite chiede l'aiuto di Theo. Studiano un piano, ma non sarà facile. Le loro vite, come le vite dei loro alter ego temporali, sono in costante pericolo.
Dovranno affrontare una San Francisco dilaniata dalla guerra, il sottosuolo criminale di New York e una Parigi tutta lustrini, in cui un'altra versione di Marguerite nasconde un segreto sconvolgente.
Ogni mondo la porta un passo più vicino a salvare Paul, ma lei inizia a farsi domande sul loro destino: davvero è scritto che saranno sempre insieme?
Diecimila mondi. Diecimila nemici. Un solo amore.
(FILEminimizer) Recensione

«Non dovrei stupirmi di ritrovarla: abbiamo scoperto che le persone spesso si incontrano in diverse dimensioni, cioè che a prescindere dalle differenze fra i vari mondi, il destino tende a riunirci.


Nel primo capitolo di questa trilogia abbiamo assistito a molte prese di coscienza di Marguerite: gli inganni di chi vorrebbe utilizzarla per i propri scopi, il suo ruolo di viaggiatrice perfetta, la nascita del suo amore per Paul e allo stesso tempo l'attrazione provata per l'amico Theo.
Alcune cose erano state chiarite, molte altre invece erano solo l'inizio di qualcosa di più grande, interrogativi lasciati aperti che in questo secondo volume emergono. Marguerite ha continuato a viaggiare nelle altre dimensioni, scoprendo infiniti mondi ma constatando quanto in ognuno di questi il destino l'abbia sempre riportata da Paul. 

«"A volte ti guardo, e penso... se non avessi saputo che il destino ci univa, se non ne avessi avuto la prova sotto i miei occhi, non lo avrei mai creduto possibile: che tu mi amassi quanto io amo te."
Era esattamente la stessa cosa che provavo io. "Il destino ci ha davvero unito. Siamo anime gemelle. Il che significa che devi tornare da me. Capito?"» 

La certezza di ritrovarsi sempre è qualcosa a cui si aggrappa Marguerite, la sua àncora ogni volta che si trova in un mondo diverso, perché sa che potrà sempre ritrovare il suo Paul, anche se all'interno di Paul diversi di altre dimensioni. Ma cosa accadrebbe se in alcuni dei mondi visitati questo "destino" non si compisse? E se gli "altri" Paul mostrassero dei lati oscuri? È davvero possibile che l'anima rimanga la stessa in ogni dimensione, o ciò che hanno sempre creduto non è la realtà?

«Temere per la vita di qualcun altro è molto peggio. Possiamo affrontare i rischi personali con incredibile calma, ma se sono le persone che amiamo a essere in pericolo, possiamo impazzire, fare mosse stupide. Ci lasciamo ingannare dalla paura e dalla speranza, che ci convincono a turno delle follie più improbabili.»

Theo e Paul sono in pericolo e l'unico modo per salvarli sembra quello di venire  a patti con l'uomo che la vuole usare per i propri scopi. Iniziano così dei viaggi dimensionali alla ricerca dei pezzi di anima di Paul che sono stati frantumati e nascosti in Paul diversi di altri mondi per riportarlo a casa e per trovare una cura per Theo, l'amico che ha subito le conseguenze più gravi dalla situazione che si era creata e per il quale lo stesso Paul rischia se stesso. Questi nuovi viaggi che non saranno semplici, non solo per i pericoli reali che affronta, ma anche perché attraverso essi Marguerete dovrà affrontare le conseguenze delle sue azioni mentre è "ospitata" nel corpo delle altre sé, comprendere che per lei ci sarebbero potute essere anche altre scelte da fare, conoscere e cercare di capire a fondo i suoi sentimenti e alcuni lati oscuri delle persone che ama.

Marguerete matura, diventa sempre più cosciente di quale sia il suo ruolo, di come l'amore per le persone care possa farle compiere gesti estremi. Ma è anche una ragazza coraggiosa, intelligente, forte, che non si arrende davanti alle difficoltà e cerca di trovare la soluzione per ogni avversità che affronta. Certo questa volta i suoi sentimenti sono messi a dura prova da colpi di scena e verità inimmaginabili, ma lei non si arrende a un destino che sembra ormai scritto.

Il Paul della dimensione di Marguerite non è presente se non alla fine, ma attraverso gli altri Paul  e i flash-back dei ricordi di Marguerite scopriamo molte più sfaccettature di questo protagonista. La sua famiglia è ben diversa da ciò che ci si aspetta, il suo carattere è solido, magari più serioso di ciò che ci si aspetterebbe da un ragazzo della sua età, è molto schietto anche se questo significa non sempre dire la cosa giusta o essere diplomatici, ma è spinto da rispetto, amore, stima e affetto sinceri verso le persone che l'hanno accolto. Purtroppo anche per lui questa frammentazione della sua coscienza avrà degli effetti e gli toglierà certezze che aveva radicato, provocandogli un cambiamento che forse è irreversibile.

Accanto  Paul e Marguerite c'è sempre il loro amico Theo. Permettetemi di dirlo, so che dovrei parteggiare apertamente per Paul perché sembra la metà perfetta di Marguerete, perché è un bravo ragazzo, serio e affettuoso, ma io ho un debole per Theo, per il suo nascondere i sentimenti dietro una facciata di ironia e sfrontatezza, per le sue speranze sempre disilluse ma nonostante questo la capacità di mettersi da parte e continuare a esserci sempre per le due persone che più ama al mondo. Questo ragazzo merita un lieto fine, e voglio sperare che l'autrice non abbia altri scenari in mente, sarebbe un duro colpo.

Mi sento di dire che "La difesa" è ancora più entusiasmante del primo volume, ricco di colpi di scena inaspettati, di azione, di sentimenti. Un appassionante intreccio tra i mondi che ribalta totalmente alcune delle convinzioni alle quali eravamo arrivati.

L'autrice usa sempre il punto di vista della protagonista, che racconta in prima persona la sua storia e in questo modo il lettore la vive  attraverso di lei, scoprendo verità quando lei le scopre, sentendo emozioni quando lei le prova, una sorpresa e un mix di sentimenti continuo

L'epilogo è da batticuore e ricco di suspense, l'attesa per il libro conclusivo sarà dura ma credo ne valga la pena. (sempre incrociando le dita per Theo...si era capito che è il mio personaggio preferito? #ForzaTheo #NonMiDeludere )

Persone diverse, mondi diversi con l'unico destino di incontrarsi sempre...sul come, le possibilità sono infinite.




3 commenti:

  1. Sono schizzata in fondo perchè devo ancora leggerlo ma ci tenevo a passare per un saluto!
    Baci <3

    RispondiElimina
  2. Se a te piace Theo a me piacerà Theo... È già scritto!!!
    Baci

    RispondiElimina
  3. Bella recensione ^^
    Finalmente l'ho letto anche io ahah (trovi la mia recensione qui)!
    Di questo libro ho apprezzato soprattutto il fatto che Marguerite sia più pratica e realistica: è cresciuta come personaggio secondo me.
    Purtroppo la scrittura della Gray non riesce comunque a prendermi >.<
    In ogni caso ha fatto un buon lavoro e il libro mi è piaciuto :)
    A presto!
    Rainy

    RispondiElimina