BRIGHT SIDE di Kim Holden - Recensione

mercoledì 11 maggio 2016

Questa sera vi parlo di un romanzo che ho concluso ieri notte tra lacrime e singhiozzi e tantissima emozione.

Ai tratta di una delle ultime uscite Leggereditore che ringrazio per la copia digitale. Avevo sentito parlare molto bene di questo libro sin dalla sua versione originale in lingua e iniziandolo ero consapevole (quasi) di ciò che mi sarei dovuta aspettare. Bene, “nonostante” tutto sappiate che lo inserisco a pieno titolo tra i miei libri top, perché le fortissime emozioni che mi ha suscitato non possono essere ignorate.

(FILEminimizer) Bright_Side_Cover_medium
Titolo: Bright Side. Il segreto sta nel cuore
Serie: Bright Side #1
Autore: Kim Holden
Genere: Narrativa romantica

(FILEminimizer) Sinossi
Tutti abbiamo un segreto da nascondere. Alcuni ne hanno di inconfessabili, altri di pericolosi, altri ancora di innocenti. Ma una cosa è certa: rivelare un segreto può cambiare per sempre le nostre vite, guarire i mali del nostro animo, oppure crearci un bel po’ di problemi...
Kate Sedgwick non è mai stata molto fortunata, ha sopportato durezze e tragedie, ma nonostante ciò si è sempre sforzata di guardare l’aspetto positivo delle cose, tanto che per Gus, il suo amico del cuore, lei è il lato luminoso della vita. Kate ha tantissimi progetti per il futuro, è divertente, in gamba e ha un dono innato per la musica... L’unica cosa in cui non riesce proprio a credere è l’amore. Perciò, quando lascia San Diego e si trasferisce a Grant, Minnesota, per frequentare il college, l’ultima cosa che si aspetta è di potersi innamorare. Eppure, l’incontro con Keller Banks le fa scoprire quanto sia dirompente la forza di un legame condiviso e la voglia di stare insieme nonostante tutto. Presto, però, il loro rapporto sarà messo a dura prova: entrambi custodiscono un segreto inconfessabile, qualcosa che non deve essere rivelato e che potrebbe dividerli per sempre...
(FILEminimizer) Recensione

«I rimorsi possono attendere. L’importante è non avere rimpianti

Kate (Bright Side) è una ragazza di venti anni che tutti vorrebbero vicino, è un’iniezione di positività in dosi massicce, se esistesse un modo per mettere la sua essenza in una pillola dovremmo assumerne una ogni mattina, perché Kate ha scoperto realmente cosa significa vivere, assaporare ogni attimo, ogni sensazione, amare e rispettare il prossimo. La sua è stata una vita difficile, dolorosissima ma talmente piena di affetto e amore che è sempre valsa la pena lottare.  


«Non sto dicendo che non dovresti seguire i tuoi sogni e i traguardi. Però non abbandonare il presente per l’incertezza di un futuro. Tanta felicità passa via senza che nemmeno la notiamo, e viene dimenticata, rimandata a un tempo lontano di anni e che potrebbe non arrivare mai. Non stare a contare le ore: il presente ti sfugge, per un domani senza certezza.» 

Kate è realmente “il lato positivo”, non c’è altro modo in cui definirla! 

«Sono sempre stata brava a considerare le persone nella loro interezza, accettando il lato buono con il cattivo. Io vedo il tutto, senza che questo mi offuschi la capacità di giudizio. Le persone sono complicate, ma è la vita stessa a essere complicata.» 

Kate è dotata di un’empatia unica, non finge, non fa sconti, dice la sua in ogni occasione, è ironica e vivace, non ha paura di nulla e combatte per difendere le persone che ama, e anche quelle che ama meno; è capace di mettere in luce il lato buono delle persone ma anche evidenziandone quello meno buono, incoraggiandole a non sprecare nemmeno un attimo in paure, sensi di colpa, dubbi, liti inutili. Kate cambia chi le sta accanto, totalmente e in modo positivo, nessuno può sfuggire, il suo modo di porsi è contagioso. 

«La musica esiste perché la si ascolti, e io sono convinta che sempre più persone dovrebbero farlo. Perché la musica è potente, unisce la gente.» 

Kate è dotata anche di un grande talento musicale, conosce ogni genere di musica, suona il violino in maniera eccezionale, e questa passione la condivide con il suo migliore amico Gus.

Il rapporto tra Gus e Kate è qualcosa di unico e irripetibile; si conoscono da sempre, sono due metà della stessa mela, gemelli separati alla nascita. È un rapporto difficile da comprendere per chi lo osserva dall'esterno, complicato capire come questi due ragazzi siano “solo” amici. Si completano, ogni cosa che fanno assieme diventa magica, speciale. Ognuno di loro è per l’altro la persona a cui confidare tutto, quella da chiamare ogni giorno anche solo per dirsi “ti voglio bene”, la persona capace di calmare quando serve, incoraggiare quando si è sconfortati, prendere in giro quando è il momento di giocare o alleggerire una situazione. Gus è un musicista, la sua band, i Rook stanno iniziando la loro carriera da star, ma nonostante questo lui è attaccato alle cose reali, alla madre e a Kate, sa essere protettivo, generoso, ironico e affascinante. 

«Lo sguardo nel suo viso è amore, puro e semplice. “Adoro quanto tu sia appassionata delle cose importanti della vita, tipo i tramonti” - sorride -“e le persone.» 

E poi arriva Keller nella vita di Kate, all’improvviso e senza chiedere il permesso, con un sentimento del tutto inaspettato che le sboccia nel cuore, qualcosa che non avrebbe voluto per una ragione ben precisa ma del quale alla fine non riesce a fare a meno. Keller, così bello e non solo fuori, un ragazzo dolce, sicuro ma non strafottente, che sa essere affettuoso, imbarazzato, intelligente e che ha sofferto, molto, ma allo stesso tempo ha avuto un dono che gli riscalda la vita e lo fa continuare a lottare. Kate opera la sua magia anche su di lui, spronandolo a inseguire i suoi sogni, a lasciarsi alle spalle i legami soffocanti e le aspettative dei genitori per vivere la vita che vuole realmente accanto alle persone che ama. E Keller fa vivere a Kate quella favola che non avrebbe mai pensato di avere. 

Il sentimento che nasce tra Keller e Kate è intenso, dolce, struggente e assolutamente tangibile. 

Nessun triangolo amoroso, solo due ragazzi, Keller e Gus che orbitano attorno a un unico centro di gravità: Kate. 

Ciò che l’autrice riesce a fare, parlando per la maggior parte del libro attraverso la voce della stessa Kate, è quella di portare il lettore a vivere ogni più piccola sfumatura e sensazione, bella o brutta, riuscendo a infondere la positività e il desiderio di lasciare andare passato e futuro per concentrarsi appieno sul presente. Attraverso gli occhi della protagonista impariamo a conoscere tutti i personaggi del libro in ogni minima sfaccettatura, con i loro caratteri, le loro storie e situazioni che proprio grazie a lei evolvono, cambiandone il corso sempre in meglio. 

Con i pochi momenti in cui il punto di vista viene lasciato a Keller, l’autrice ci mostra invece proprio Kate, come è vista dagli altri, quanto il suo modo di fare e la sua vitalità siano incredibili. 

Per tutto questo, per la protagonista fantastica, per il suo modo di affrontare gli ostacoli più duri, per il suo essere positiva ma anche umana, dico che questa storia è piena di speranza, di vita. Un libro che sa dare una “scossa” al lettore.

Avevo moltissima paura di leggerlo, capivo che sarebbe stato doloroso e lo è stato, in un modo tremendo, ma allo stesso tempo ciò che avrei voluto accadesse è stato superato da ciò che ho vissuto, un’emozione così forte che ha saputo donarmi la voglia di vivere realmente e pienamente ogni istante. Non so se qualcuno potrà mai diventare come la protagonista, quello che è certo è che dovremmo tutti fare un tentativo. 

Non aspettatevi una favola, l’autrice non risparmia nulla e racconta la realtà, senza ammorbidirla, proprio come accade nella vita. È proprio questo che rende tutto così coinvolgente.

Lo so, mi sono dilungata e nonostante tutto sento che non ho parlato abbastanza. Ho preferito scrivere questa recensione di getto, a caldo per non lasciarmi scivolare le sensazioni provate, che credo comunque non dimenticherò a lungo.

Un romanzo vivido, realistico, concreto, con sentimenti che valicano le pagine per insinuarsi nel cuore del lettore, commovente e doloroso come la vita stessa sa essere e allo stesso tempo pieno (e credetemi ne è davvero sommerso) di amore e vitalità.




1 commento:

  1. Sai che è abbiamo parlato e che questo romanzo mi faceva paura, però dopo che ho letto la tua recensione ho cambiato idea, perché se è vero che da una parte fa soffrire, dall'altra quella scossa di cui parli è una di quelle cose che cerco in un libro!
    Hai scritto una recensione stupenda
    Un bacio grande

    RispondiElimina