Recensione in anteprima: HIMOGENE di Maddalena Cafaro

venerdì 8 aprile 2016

Buonasera a tutti, nella recensione di oggi vi parlo del terzo libro della serie “Signori delle Ombre” di Maddalena Cafaro. Si tratta di una serie di romanzi brevi che seguono una squadra sovrannaturale che da la caccia ai demoni in un mondo in cui umani e ibridi convivono.

L’uscita prevista è per domani, il consiglio è di procurarsi anche i precedenti “Ombre” e “Pyrox” perché sono strettamente legati tra loro. (cliccando sui titoli verrete indirizzati alle mie recensioni).

himogene3

Titolo: Himogene
Serie: Signori delle Ombre #3
Autore: Maddalena Cafaro
Genere: Paranormal
Pagine: 68
€ 0,99 ebook
Data di uscita: 9 aprile

(FILEminimizer) Sinossi
Il passato torna a bussare nella mente di Himogene, aprendo spiragli su oscuri segreti, la speranza è flebile quanto sono forti le catene che la imprigionano. E mentre la disperazione si fa strada nel suo cuore i Pyrox si lanciano in una corsa contro il tempo dove tenteranno il tutto per tutto in un macabro gioco al rilancio.
(FILEminimizer) Recensione

«Il tempo era diventato uno strano essere: sembrava rallentare in alcuni momenti e accelerare in altri, lasciandola incatenata, in un limbo dove i ricordi da tempo sopiti si facevano strada, riportando in superficie cose che aveva creduto perse.»

Misteri da svelare, creature divise tra cielo e inferi, una squadra che combatte crimini sovrannaturali per proteggere gli umani. Una squadra che ha smarrito uno dei membri più importanti e che ora è pronta a tutto pur di ritrovarla.

Avevamo lasciato i Pyrox al momento della scomparsa della figlia adottiva di Adam e membro attivo della squadra. Qui li ritroviamo determinati a ritrovare Himogene rapita probabilmente dalla stessa persona che si nasconde dietro le misteriose sparizioni di giovani che hanno l’unica caratteristica comune di essere belli.

«Sarebbe così facile arrendersi, potrei riposare, tutto finirebbe.»

Himogene è il membro più giovane del team, la più emotiva e meno esperta di operazioni sul campo visto che il suo compito è di fornire assistenza informatica al gruppo, e in questo è veramente in gamba. Il suo legame con Adam e il suo carattere solare e affettuoso la rendono l’anello di congiunzione di tutti i membri dei Pyrox che, grazie all’affetto che si è conquistata riescono a convivere e appoggiarsi nonostante le palesi diversità caratteriali. Himogene è altruista e protettiva e questo la manda dritta nelle mani dei malvagi, proprio per cercare di salvare un’amica scomparsa. Mostra un grande coraggio e forza mentale e fisica, cercando di resistere a ogni tentativo di farla parlare, e mentre è prigioniera si scorgono alcuni momenti del suo passato e di come ha conosciuto il suo padre adottivo.

La protagonista di questo terzo racconto è Himogene, ciò non toglie che la trama sia intessuta su tutta la squadra, quindi abbiamo occasione di poter scorgere altri stralci dei suoi componenti.

Si comincia a capire che Adam sta perdendo l’energia delle ombre e sta cercando di compiere enormi sforzi per utilizzare le sue capacità per riportare a casa l’unico profondo affetto che gli sia rimasto; e poi c’è Misha, il migliore amico di Himogene (o forse qualcosa di più?) che farebbe di tutto per lei, anche a costo di rischiare la sua stessa vita. Ritroviamo Bea e la sua combattività e arguzia, ma ne scopriamo anche un lato più sensibile. E poi scopriamo Rouge, affascinante e misterioso con un passato nelle file del nemico che ora ha messo a disposizione le sue capacità demoniache per il bene.

I Pyrox riusciranno a riportare a casa Himogene prima che il  rapitore le tolga la sua essenza?

Questa serie si fa mano mano sempre più incalzante e lascia la curiosità di scoprirne il seguito. Nonostante la brevità tutti i personaggi vengono pian piano alla luce mostrando il loro caratteri e le loro fragilità. In questo capitolo si scoprono altri piccoli pezzi di un puzzle che è ancora lontano dall’essere ricomposto e che introducono nuovi personaggi.

La storia è ambientata in Italia ed è piacevole immaginarsi le scene e quel mondo particolare in cui ibridi e umani convivono riconoscendone i luoghi.

La scrittura dell’autrice è scorrevole e veloce, il tutto si legge in poco tempo e non mancano momenti di suspense e azione.

Davvero una lettura piacevole e con quel pizzico di mistero che lascia il lettore con domande a cui dare risposta, timore per il destino dei personaggi e curiosità per il prossimo capitolo. Speriamo arrivi presto!


2 commenti:

  1. un'altra serie che mi sta conquistando sono sempre più curiosa ed ora vediamo cosa succederà in questo terzo capitolo

    RispondiElimina
  2. adoro questa cover, comunque anch'io sono molto incuriosita da questa serie, sembra molto particolare e non avrei detto che fosse ambientata in Italia, bello :)

    RispondiElimina