L’AUTUNNO NEL CUORE di Alex Kidwell - Recensione in anteprima

giovedì 24 marzo 2016

Buonasera, eccomi qui con la recensione di oggi. Voglio parlarvi questa volta di un romance di genere M/M che mi ha colpita tantissimo, prima di tutto perché si discosta molto dagli elementi che di solito caratterizzano questo tipo di romanzi, e poi perché c’è tantissimo sentimento!
 
Ringrazio Triskell Edizioni per avermi permesso di leggerne una copia.
 
L'AUTUNNO NEL CUORE Titolo: L’autunno nel cuore  
Autore: Alex Kidwell
Genere: Romance, M/M, Contemporaneo
Edizione: Triskell Edizioni    
 
(FILEminimizer) Sinossi                                
 
Dopo che il cancro gli ha strappato il compagno con cui viveva da dieci anni, Quinn O’Malley si è allontanato da tutto e tutti. In un unico, tragico momento è passato dall’essere un promettente artista con un partner affettuoso a proprietario di un negozio di fumetti che si barcamena tra il lavoro e una vita che a malapena può essere definita tale. Si nasconde dietro un muro di dolore, rifiutando di lasciar andare Aaron e sentendosi in colpa anche solo a immaginare di vivere una vita diversa da quella che aveva con lui.
L’affascinate party planner con cui la sua migliore amica lo costringe a uscire per un appuntamento al buio rappresenta qualcosa per cui Quinn non è assolutamente pronto, ma Brady Banner entra lo stesso nel suo piccolo mondo congelato e lo stravolge. Per anni, Quinn si è concentrato solo sulla conclusione, ma via via che Brady comincia a sciogliere il ghiaccio che avvolgeva la sua esistenza, capisce che un momento può fare più che porre fine a una vita: può farne cominciare una nuova.
(FILEminimizer) Recensione
 
   
«Volevo andarci. Era solo che mi odiavo un po’ per quel desiderio.»
 
Perdere una persona che amiamo provoca uno strappo irreparabile al cuore, all’inizio è inaccettabile, poi piano piano la vita continua anche se il dolore rimane.  Il protagonista di questa storia struggente è Quinn, un uomo che si è lasciato completamente avvolgere da quel tipo di dolore rifiutando di uscirne. Ha perso il l’amore della sua vita per una grave malattia, lo ha visto spegnersi lentamente e lo ha seguito, non fisicamente ma emotivamente.


«Aaron faceva parte della struttura di quella casa: era nel respiro di ogni stanza, nelle ammaccature e nelle crepe del pavimento, nel modo in cui la pioggia risuonava sul tetto. La infestava, così come infestava i miei pensieri.»


L’amore che Quinn provava per Aaron era totalizzante, erano l’uno il tutto dell’altro. Il loro era un sentimento fatto di quotidianità, complicità, unione. Quinn ha un carattere tranquillo e riservato e Aaron era una specie di roccia, un faro a cui appoggiarsi, gentile, appassionato, protettivo e anche lui totalmente innamorato di Quinn. La sua mancanza, oltre a spegnere la voglia di vivere di Quinn, togliendoli anche quella scintilla che lo faceva essere un promettente disegnatore è un fardello pesante ma allo stesso tempo uno scudo in cui Quinn si è rifugiato.  Si lascia vivere nella quotidianità senza provare più desiderio per nulla e nessuno. 
Fortunatamente ha accanto due amiche che tengono a lui, che vorrebbero vederlo superare quel dolore e andare avanti con la sua vita. È grazie a loro e a un appuntamento al buio che Quinn conosce Brady.

«Brady si stava insinuando dentro quella bolla silenziosa che costituiva il mio mondo, oltre le mura che ognuno di noi costruisce intorno a sé.»
 
Brady è sicuro di sé, divertente, espansivo e spontaneo, ma anche di una sensibilità fuori dal comune e una dolcezza disarmante (se esiste un Brady etero là fuori fatemelo sapere!). La sua perseveranza, le tenere attenzioni di cui ricopre Quinn, il suo essere paziente e il non volersi mettere in competizione con il ricordo del grande amore di Quinn fanno sì che inizi a formarsi una piccolissima crepa nel suo cuore da cui far entrare la luce.
 
«Era lì, in quelle parole, la piccola dichiarazione che mi fece fermare il cuore. Tutti gli sguardi che non ero riuscito a classificare, il modo in cui mi stringeva la mano, i sorrisi gentili che sembravano scaldarmi dall’interno, tutto nasceva da quelle poche, preziose parole: lui teneva a me. Era spaventoso. Era tutto ciò che volevo sentirmi dire.»

Il loro rapporto è delicato e scandito da piccoli gesti, appuntamenti al cinema, piatti invitanti, tenere sorprese. Brady mette in atto un corteggiamento lento, senza affrettare le cose, fa capire a Quinn quanto tenga a lui e quali sentimenti stia iniziando a provare.
 La nascita di questo amore mi ha toccato il cuore. 

L’autore ha scelto di dare spazio a sensazioni e sentimenti. Coccole, dolcezza, complicità che cresce, amore. Questa è la storia di questi due protagonisti. Ciò che poi ho apprezzato enormemente è il fatto che l’autore abbia lasciato da parte ogni genere di volgarità, inserendo solo due / tre scene erotiche che non scendono mai in dettagli scabrosi e non utilizza terminologie forti e fuori luogo, anche in quelle scene la totale attenzione è verso le sensazioni e l’amore. 

Il romanzo è scritto in prima persona dal punto di vista di Quinn, questo fa sì che ci si immerga completamente nella sua mente e nelle sue sensazioni, creando una forte empatia con questo personaggio. L’autore però riesce, attraverso gli occhi di Quinn a delineare anche gli altri personaggi, primo fra tutti il co-protagonista che è impossibile non amare a nostra volta. Il linguaggio è semplice ma scandito di frasi capaci di insinuarsi nel cuore del lettore, forse a volte c’è solo qualche piccola ripetizione di parole e frasi per esprimere gli stessi concetti. 

Lo stile narrativo si adatta ai piccoli passi che compie il protagonista per comprendere come un amore passato non debba per forza essere dimenticato per fare posto a qualcosa di nuovo; nessun senso di colpa, l’amore per qualcuno è sempre diverso e unico, si può creare spzio per un altro amore e ricominciare a vivere continuando ad amare chi ormai non c’è più. 

Delicato, struggente, commovente, con così tanta tenerezza e dolcezza da riempirmi il cuore. Se non vi siete mai approcciati a questo genere il mio consiglio è di farlo attraverso questo romanzo.
 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento