UN ADORABILE BUGIARDO di Deborah Fasola - Recensione Tricolore

domenica 1 febbraio 2015

Buona domenica e buon inizio febbraio!!
Oggi inizio il mese parlandovi di un altro romanzo della collana Youfeel di Rizzoli, che sto scoprendo ricca di storie scritte veramente bene, autrici promettenti e in grado di far trascorrere a noi lettrici qualche ora di pura evasione. E anche il romanzo di cui vi parlo questa volta mi ha conquistata, l'ho iniziato e non me ne sono staccata fino alla conclusione.

Ringrazio l'autrice per avermi dato la possibilità di leggere il suo libro!

Titolo: Un adorabile bugiardo
Autore: Deborah Fasola
Editore: Rizzoli YouFeel
Formato: Digitale
Pagine: 122
Prezzo: €. 2,49 ebook
Pubblicazione: 15 gennaio 2015
Genere:  Romance Ironico






Sinossi
Rebecca ha una vita assolutamente perfetta, che viene sconvolta quando il fidanzato medico la lascia e a casa sua irrompe la migliore amica, Juls, che la costringe a ospitarla insieme a Eric, l’amante con cui è in fuga. Ma quando anche Juls se ne va, Becks ed Eric restano soli e decidono di attuare un piano per riavere indietro ciò che appartiene loro e che hanno perso. Basterà fingere, dire qualche bugia e tutto potrà tornare come prima! Peccato che Eric sia così sexy e imprevedibile… Riusciranno i due cuori infranti a riavere indietro coloro che amano oppure si renderanno conto di non amarli poi così tanto?
Sullo sfondo di una scintillante New York, una commedia ironica e divertente dove amore e complicità si ritrovano nello sguardo di un adorabile bugiardo.


La mia opinione
"Se vogliamo vivere in armonia con l'universo, dobbiamo possedere una fede incrollabile in quello che gli antichi chiamavano fato. Equivalente all'odierno destino." 

Primo libro che leggo di questa autrice e posso solo dire che non sarà certo l'ultimo! Ne sono rimasta entusiasta, ho adorato i personaggi riuscendo a immedesimarmi completamente nella protagonista e innamorandomi pian piano anch'io di questo "adorabile bugiardo". Un libro che scorre veloce attraverso situazioni divertenti, personaggi principali e secondari ben caratterizzati, sentimenti che si confondono e destini che si intrecciano in una giostra di emozioni che mi ha catturato.

Rebecca si presenta sin da subito con una forte insicurezza, forse non del tutto immotivata, perennemente schiacciata dalle aspettative di una famiglia che con le sue pressioni non la fa sentire all'altezza,  un fidanzato che non la mette al primo posto, un'amica che nonostante il grande affetto che le unisce è forse un po' troppo egocentrica. Rebecca sembra volersi aggrappare con tutte le forze alla  vita che tutti si aspettano lei viva, convinta sia ciò che vuole, e per questo entra in quel circolo vizioso in cui più cerca di fare ciò che ci si aspetterebbe da lei più fallisce, alimentando sempre più i suoi sensi di colpa e inadeguatezza e permettendo a chi le sta attorno di approfittare di lei.

La fine del suo fidanzamento, che tanto la getta nella disperazione, potrebbe in realtà diventare un momento di liberazione, la sua possibilità di cambiare rotta ed essere finalmente sé stessa. Ma, come spesso accade anche nella realtà, la paura di deludere coloro che amiamo e l'abitudine di certi affetti le fa rincorrere il rapporto con una persona che probabilmente ha solo raggiunto la sua naturale conclusione, non consentendole di vedere ciò che il destino le ha messo sulla strada.

"Ma chi è questo qui? E perché si è infilato così in profondità nella mia vita? E' più fastidioso di una spina nell'alluce o del mignolo contro uno spigolo."

Eric è sfrontato, sfacciato, divertente , ma allo stesso tempo attento, dolce, complice. Come Rebecca ha una vita sentimentale che definire "incasinata" è dire poco: una ex problematica da cui fugge rifugiandosi nella storia con Juls, diventando così l'amante di una donna sposata e riversando su di lei un amore che diventa ossessione, tanto da arrivare a progettare e coinvolgere Rebecca in piani di riconquista che creeranno un castello di bugie, finti amori e tradimenti.

"E mentre lui mi salvava da ogni situazione, io m'innamoravo senza neppure rendermene conto."

Eric e Rebecca decidono di unirsi per un obiettivo comune escogitando un piano per riavere ciò che credono di desiderare, e piano piano si avvicinano, diventano complici, tanto da esserci l'uno per l' altra come forse non lo sono stati mai con nessun altro.

La parte che più ho apprezzato di questo romanzo è stata proprio il vedere crescere tra loro l'affetto e la complicità, vedere come Eric dietro ai suoi comportamenti fuori dagli schemi e con le sue continue bugie protegga Rebecca e la alleggerisca dal peso delle sue insicurezze, la faccia sentire importante come non aveva mai fatto nessuno prima, come sentimenti diversi e ben più forti si insinuino pian piano nei loro cuori senza che nemmeno se ne rendano conto, fino a che la gelosia ci mette lo zampino per cercare di aprirgli gli occhi prima che rischino di gettare all'aria la cosa più importante che potrebbe essergli mai capitata.

Riusciranno questi due giovani a cogliere la loro occasione? Perché si sa, a volte il destino ci mette davanti ciò che cerchiamo da sempre in forme diverse da quelle che si saremmo aspettati, e sta a noi riconoscerlo per raggiungere la felicità.

"Tutto ci gira intorno, tutto ci passa accanto, ma noi non ci muoviamo perché stiamo mettendo radici così profonde dentro quel sentimento chiamato amore che neppure il vento più violento potrà portarci via da quell'abbraccio."

Un romanzo che ha il sapore di una di quelle belle commedie sentimentali che si vedono al cinema, in cui ogni personaggio ha una sua importanza, i protagonisti ti fanno sorridere ed emozionare e le situazioni che si vengono a creare sono divertenti ma reali al punto da potersi immedesimare nella storia. Un amore fresco e frizzante ma allo stesso tempo profondo e maturo.

La mia valutazione: CUORECUORECUORECUORECUORE

Nessun commento:

Posta un commento