CILIEGIO IN FIORE di Nora Noir - Recensione Tricolore

lunedì 26 gennaio 2015

Buon lunedì! Siamo al termine del primo mese dell’anno, come stanno andando le cose? Avete già iniziato con le letture?
Io sì, devo dire che ho già letto parecchi libri e fortunatamente fino ad ora non ho avuto brutte sorprese.
Oggi voglio parlarvi di un breve romanzo di genere erotico, ma molto delicato.

Ciliegio in fiore


Titolo: Ciliegio in fiore
Autore: Nora Noir
Editore: Rizzoli YouFeel
Formato: Digitale
Pagine: 99
Prezzo: €.2,49 ebook
Pubblicazione: 3 dicembre 2014
Genere:  Romance Erotico Contemporaneo
Sinossi
Beatrice lavora nell’ufficio stampa di una multinazionale giapponese. È forte, attraente e determinata, forse anche troppo, ma tutte le sue certezze crollano quando una sera, rincasando prima dal lavoro, trova il suo compagno a letto con un’altra. L’episodio la costringe a guardarsi dentro: la sua vita ha bisogno di un cambiamento. Netto. Il volantino, visto per caso sulla bacheca dell’azienda, che invita a provare un “Corso di Geisha”, sembra essere l’inizio di questo viaggio interiore… e non solo! Beatrice incontra Alessandro e tra cerimonie del tè, passeggiate tra le vie illuminate per il Natale e kimono un po’ troppo stretti, la sua femminilità inizia a sbocciare prepotente e sensuale, come un ciliegio in fiore.
Dalla mente e dal cuore di un’autrice che racconta l’erotismo in modo elegante e profondo, un romanzo di grandi passioni e forti sentimenti.

La mia opinione

Affascinante.

E’ questa la prima parola che mi è venuta in mente durante la lettura del romanzo di Nora Noir. Ciò che principalmente mi ha colpito è stata l’atmosfera densa di sensualità che traspare da ogni riga e che non si riferisce tanto all’erotismo, davvero molto delicato e mai volgare, ma soprattutto ad un atteggiamento mentale in cui mi sono ritrovata immersa assistendo al percorso intrapreso dalla protagonista.

A mio parere si tratta soprattutto di una storia che racconta un viaggio interiore verso la “riscoperta della propria femminilità”.

La protagonista è Beatrice, una giovane donna decisa, ambiziosa, sicura di sé che negli anni si è auto-ingabbiata in mondo fatto di lavoro e rigidità. Ma in un attimo questo suo modo di essere viene messo in discussione e si ritrova a dover fare i conti con il fallimento della propria vita sentimentale e affettiva.

«E infine, le ultime tre sono qui perché hanno capito che la loro vita così com’è ha qualcosa che non funziona, che non è andata secondo le aspettative, e sono pronte a mettersi in discussione, a ripartire da zero, a cercare un qualcosa che non sanno definire».

Sarà proprio in questo momento che, chiamatelo fato o coincidenza, le arriverà tra le mani un volantino in cui si parla dell’inizio di un corso di Geisha. Ammetto che questa figura non mi affascinava, probabilmente perché come molti ero convinta mi sarei ritrovata  a veder raccontata la storia di una donna sottomessa al volere dell’uomo e senza capacità decisionale. Invece mi sono dovuta ricredere! L’ imparare ad essere geisha che ci descrive l’autrice significa molto più dell’arte del servire un uomo; si tratta di intraprendere un viaggio dentro sé stesse e la propria femminilità, unica e diversa per ogni donna, e imparare ad esprimerla attraverso ogni gesto quotidiano. Tutto questo con lo scopo non solo di compiacere un uomo, ma soprattutto di arrivare a conoscersi profondamente, a ritrovare quell'accoglienza e quella morbidezza fatta di piccoli gesti e attenzioni che fanno la differenza, che rendono ogni donna unica e speciale, creando un' unione tra le diversità maschili e femminili armoniosa in ogni aspetto della vita.

Un altro aspetto che mi ha piacevolmente colpito è stata la capacità dell’autrice di fare scorrere gli avvenimenti in modo che tutto sembrasse un concatenamento di eventi, niente è risultato fuori posto o inverosimile. Anche l’amore, tanto cercato da Beatrice che nonostante sia una donna indipendente capisce quanto sia essenziale per essere completi, arriva proprio all’ inizio del suo corso da geisha dandole così gli strumenti per conquistarlo e approcciarsi a lui in modo nuovo, diverso e vincente.

Il rapporto tra Beatrice ed Alessandro parte da un’ affinità immediata che cresce attraverso i piccoli gesti, la sensualità e la complicità per trasformarsi in un sentimento profondo destinato a durare. Avrei apprezzato avere più particolari sulle loro interazioni, assistere a qualche ulteriore dialogo e conoscere maggiormente Alessandro, purtroppo però la brevità del romanzo non lo ha consentito e questo è l’unico piccolo appunto che mi sento di fare e che comunque non ne intacca la sua completezza.

Una storia d’amore dolcemente piccante, scritta con eleganza, che trasmette sensualità e parla di trasformazione e ricerca ed espressione della propria vera essenza di vita, in una magica atmosfera dal sapore orientale.

La mia valutazioneCUORECUORECUORECUORE


Nessun commento:

Posta un commento