Recensione PER UNA MACCHIA DI CAFFÈ di Antonella Pellegrino

lunedì 26 giugno 2017

Per una macchia di caffé recensione
Buonasera lettori! Oggi voglio parlarvi di Per una macchia di caffè, romanzo MM di Antonella Pellegrino appena uscito per Triskell Edizioni. Il libro è il secondo volume della serie Per una scommessa, ma si può tranquillamente leggere come stand-alone visto che la storia della coppia protagonista è completamente nuova.

Già in Per una scommessa avevo avuto modo di apprezzare l’autrice sia per lo stile narrativo che per gli argomenti trattati nei suoi romanzi, secondo me in questo caso si è superata grazie a due protagonisti, Danny e Ethan che ho assolutamente amato e affrontando il tema degli attacchi di panico in modo approfondito, cosa che personalmente ho davvero apprezzato. Se avete qualche dubbio sui libri di genere MM a mio parere questa storia potrebbe farvi ricredere.


Per una macchia di caffé

Titolo: Per una macchia di caffè (seguito di “Per una scommessa”)
Autrice: Antonella Pellegrino
Genere: Romance MM Contemporaneo
Pagine: 368Sinossi
Danny è un sognatore romantico e non desidera altro che trovare il vero amore. Sfortunatamente, però, si ritrova sempre con il cuore spezzato. Dopo l’ultima storia finita male, promette a se stesso di prendersi una pausa dalle relazioni serie. Almeno, fin quando alla Hills Company non arriva Ethan Coase, per il quale Danny si prende una cotta pazzesca. Peccato che Ethan, il ragazzo più asociale che abbia mai conosciuto, sembri non voler avere niente a che fare con lui, né con nessun altro. Ethan si ritiene un ragazzo spento, rotto. Dopo essere stato vittima di un’aggressione omofoba è totalmente cambiato: se prima era espansivo e allegro ora è timido, insicuro e introverso. Quando inizia a lavorare alla Hills Company, Ethan conosce Danny, un ragazzo solare, simpatico e dal sorriso smagliante. Il trauma che si porta dietro da due anni, però, non gli dà il coraggio di farsi avanti o dirgli almeno “ciao”. Fin quando i due si scontrano nel corridoio dell'azienda e il caffè di Ethan macchia la maglia di Danny. Da quel giorno la vita di Ethan prende una svolta inaspettata e Danny non riesce a mantenere la sua promessa.




RECENSIONE
Sentimenti ed emozioni forti sono quelle che ci offre la Pellegrino con la storia di Danny e Ethan, giovani completamente diversi accomunati da una profonda sensibilità d’animo che li rende unici, ma anche molto fragili in modi diversi.

Ethan è vetro, rischia di frantumarsi in ogni momento. Nessuno riesce ad avvicinare quel ragazzo che cammina a occhi bassi, non parla con gli altri e sussulta ogni volta che qualcuno lo sfiora. Al lavoro non ha rapporti con i colleghi e anche la sua vita sociale è ridotta al nulla. Agli occhi degli altri risulta semplicemente una persona scostante e chiusa, ma in realtà ciò che ha subito Ethan tempo prima è qualcosa di tremendamente difficile da superare e che gli ha lasciato l’anima devastata dal terrore. Un tempo Ethan era diverso, allegro e socievole, aveva un ragazzo e trascorreva una vita normale; dopo la terribile aggressione omofoba subita è totalmente cambiato, non supportato da amici e amore, solo la madre è riuscita a tirarlo fuori dallo stato di depressione in cui era caduto, ma nessuno ha potuto fare nulla per i suoi attacchi di panico e per come siano limitanti, aumentandone le insicurezze e il senso di impotenza.

Danny è l’opposto di Ethan, sempre espansivo, simpatico, gentile, una persona positiva che tutti riescono ad amare con facilità. Anche Danny ha le sue fragilità, soprattutto in amore. Inguaribile romantico, innamorato dell’amore ha subito molte delusioni, proprio perché voleva ogni volta convincersi di aver trovato la persona giusta. Ha giurato di stare alla larga dalle relazioni per non soffrire più, ma Ethan ha qualcosa di diverso, una dolcezza e una tenerezza nel suo essere timido e inavvicinabile che lo conquistano.

Complice un caffè Danny e Ethan hanno modo di conoscersi e, grazie anche a una madre forte e sensibile Ethan riesce a compiere piccoli passi che lo avvicinano sempre di più a quel ragazzo che sembra capirlo e volerlo aiutare come mai nessuno aveva fatto, al di là delle cicatrici che porta nel cuore e nel corpo. Sarà capace Ethan di superare le sue paure per stare accanto a Danny nel momento del bisogno? Riuscirà per amore a ritrovare il coraggio di vivere?

La Pellegrino ha una narrazione fluida, ricca di dialoghi, momenti frizzanti e altri più romantici e dolci. Utilizza capitoli dal punto di vista alternato e in prima persona, in questo modo il lettore entra totalmente in empatia con i due protagonisti, ne comprende le dinamiche, ne percepisce le sensazioni. Non mancano certamente le scene più calde, ma come avevo già avuto modo di constatare nel romanzo precedente, a parte qualche termine più forte di altri il tutto si svolge in funzione del sentimento che unisce i personaggi, e soprattutto è una parte del loro rapporto, ma non preponderante rispetto ad altre cose che li uniscono.

Per una macchia di caffè mi ha coinvolto profondamente, è riuscito a emozionarmi praticamente in ogni situazione. La storia d’amore è di quelle che piacciono a me, si sviluppa piano piano, non si bruciano le tappe e le difficoltà che i protagonisti trovano sulla loro strada sono radicate nella realtà. L’autrice descrive con minuzia di particolari e senza superficialità un problema, quello degli attacchi di panico che spesso non è compreso pienamente da chi non ne soffre, riuscendo a renderne partecipe il lettore, raccontandone i risvolti psicologici ma soprattutto le conseguenze sulla vita pratica e quotidiana, l’impossibilità di svolgere anche le cose più normali, le forti limitazioni e il desiderio di uscirne contrapposto a quei meccanismi mentali che sembrano renderne impossibile la soluzione. Come già avvenuto nel romanzo precedente la Pellegrino denuncia l’omofobia e ogni forma di discriminazione, mostrando le conseguenze e i gesti assurdi a cui questo sentimento è capace di portare.

E poi c’è tutta la parte emotivamente positiva del romanzo, quella in cui l’amicizia è un legame talmente unico e forte da rendere possibile superare ogni ostacolo, sentirsi confortati e accuditi, avere la certezza che si potrà sempre contare su qualcuno. Tutti noi  vorremmo avere accanto un gruppo di amici come quello a cui appartiene Danny, uniti, forse un po’ troppo presenti ma sempre pronti a sostenersi, come e più di una famiglia.

Una coppia di una dolcezza infinita, simpatici e ironici in alcuni momenti, profondi e intensi in altri. Una storia d’amore moderna e allo stesso tempo da fiaba, con la giusta dose di passionalità e concretezza. Sono sicura che amerete come me questo libro.

Piccola nota: nell’epilogo c’è una sorpresa anche per chi ha letto Per una scommessa, ritroveremo infatti i protagonisti di quella storia e potremo vivere l’emozione di un momento magico e unico per loro.


Alla prossima,Deborah



Nessun commento:

Posta un commento