APRI I TUOI OCCHI di Patrisha Mar | Recensione

giovedì 20 aprile 2017

ReviewTour (3) Una storia d'amore romantica, paesaggi incantevoli, equivoci e ironia sono gli ingredienti del nuovo romanzo di Patrisha Mar edito Newton Compton.

Oggi un review tour tutto per voi, per raccontarvi le emozioni del libro e i personaggi di questa nuova storia. Opinioni diverse che, oltre che su questo blog potete trovare su:

Bookish Advisor
Il colore dei libri
Sognando tra le righe
Starlight Book's
Book's Angels


Apri i tuoi occhi_cover
Titolo: Apri i tuoi occhi
Autore: Patrisha Mar
Genere: Romance Contemporaneo
Editore: Newton Compton
Sinossi

Ward Camden è un famoso scrittore di thriller, bestseller in tutto il mondo, ma è anche un misogino con il carattere schivo e nessuna voglia di stare al centro dell’attenzione. Il suo sogno è fuggire da Los Angeles, dalla sua agente e da Linda, la fidanzata. In un impeto di ribellione, decide così di partire per la Toscana, per ritrovare se stesso e la perduta voglia di scrivere. Il destino si presenta a lui con il nome di Sissi Fiori, una giovane violinista che prima lo travolge con la sua bicicletta, poi con il suo carattere solare e appassionato, infine lo coinvolge in una vacanza inaspettata e piena di sorprese.

L’attrazione fra i due è immediata, ma ci pensano Andrea ed Emma, i più cari amici di Sissi, a complicare le cose.

In un tale vortice di eventi, emozioni e fraintendimenti, Ward e Sissi riusciranno a lasciarsi andare al sentimento che sta nascendo fra loro?





RECENSIONE
Ci sono momenti nella vita in cui ci si sente insofferenti a ciò che si è diventati e ciò che ci circonda; attimi in cui si comprende la necessità di staccarsi da tutto e tutti per ritrovare se stessi o per trovarsi finalmente; sono questi momenti che possono portare i regali più grandi e anche i cambiamenti più inaspettati. La storia scritta dalla Mar nasce da uno di questi periodo, quando un famoso scrittore americano, ormai travolto dal vortice della notorietà sente la necessità di ritrovare la propria ispirazione.
Ecco perché finiva sempre per fare cose che odiava, i suoi no erano privi di entusiasmo e finivano per diventare degli involontari ni, interpretati poi come decisi sì.
Ward Camden è autore di thriller di successo, e come se non bastasse il suo aspetto attraente non lo aiuta certo a tenersi alla larga da telecamere e interviste. Ward, bello, biondo, occhi azzurri è un uomo schivo, un po' orso che non ama approfondire i rapporti umani. Si è circondato di relazioni a tempo e superficiali, in lui c'è il desiderio di essere capito dagli altri per quello che è, ma allo stesso tempo fa di tutto per non lasciarsi avvicinare troppo, per non farsi realmente conoscere. Ward è un uomo che inizialmente sembra molto incurante, quasi annoiato e rassegnato da una vita che sembra non aver scelto. Una fidanzata che non sa se considerare tale, un'agente che lo sprona a fare interviste, partecipare a eventi pur sapendo che lui non li sopporta, una madre fuori dalle righe non lo aiutano certo ad avere un'alto rispetto per il genere femminile, secondo lui colpevole di fargli fare cose che non vuole. Ward in effetti non reagisce, si lascia trascinare, forse per pigrizia o forse perché non riesce a trovare una motivazione, che gli arriva ben chiara quando capisce che continuando in questo modo non riesce più a scrivere qualcosa che senta realmente suo. È il momento di andarsene, di rifugiarsi in un luogo isolato, a scrivere e rilassarsi.
Gli ispirava tranquillità, pace, solitudine. Tutte cose che desiderava nella sua vita, ma che non riusciva a ottenere.
La Toscana sembra la meta perfetta per Ward, con i suoi paesaggi collinari, il verde dei campi, l'aria fresca della natura. Luoghi che l'autrice riesce a far rivivere davanti agli occhi del lettore, al punto che sembra di poterne sentire i profumi, la tranquillità, la pace e allo stesso tempo donano quel senso di libertà che sembra rendere tutto possibile.
Dovrei essere spaventata, ma non lo sono. Perché quello che rende reale ciò che si ha nel cuore è sapere di averlo respirato fino in fondo a dispetto di tutto, anche se verrà scritta la parola fine.
In luoghi così positivi si possono incontrare solo persone altrettanto positive: Sissi Fiori. Sissi è una ragazza del posto, vive con la madre nel terreno confinante con la casa affittata da Ward, è una musicista straordinaria, tanto da incantare le persone al suono del suo violino e una persona socievole, allegra, capace di buttarsi in tutte le situazioni senza paura delle conseguenze, di vivere il qui e ora. Nel suo passato un dolore che ha attraversato e le ha fatto capire come la vita vada amata, qualsiasi esperienza vissuta appieno perché è meglio avere rimorsi che rimpianti. Sissi, con il suo aspetto da ragazzina, i capelli castani e gli occhi cioccolato si "scontra" con la vita dello scrittore e ne entra a far parte con irruente delicatezza e sensibilità.
Forse era proprio questo che rendeva tutto ideale: la loro grande diversità caratteriale, un oceano di differenze che invece di allontanarli li trasformava in una compensazione di istinti e complessità.
Ma Ward non ha mai sentito un sentimento reale per una donna, se lo incontrasse saprebbe riconoscerlo? E il suo passato lo lascerebbe andare? Sissi ha accettato di potersi scottare, ma se ciò avvenisse sarebbe davvero capace di perdonare?

Quella scritta dalla Mar è una commedia romantica che fa della semplicità e dei sentimenti autentici i suoi punti di forza. L'autrice parla di rapporti di amicizia e amore profondi, veri, che sanno affrontare la quotidianità e crescono con naturalezza. Situazioni divertenti, imbarazzi, equivoci rendono la trama frizzante e fresca.

Il tipo di narrazione utilizzata, che alterna punti di vista in terza persona riesce a dare una visuale a tutto tondo della storia, ma anche dei personaggi. Sia i protagonisti che i personaggi che ruotano loro attorno sono descritti in maniera approfondita, intrecciano le loro vite in modo profondo e fanno comprendere al lettore tutti gli aspetti che portano ad azioni e reazioni. Ho amato i protagonisti e la loro storia, ma ammetto che gran parte del mio cuore è andata anche ai due migliori amici di Sissi, con le loro paure e il desiderio di amare senza riuscire a lasciarsi concretamente andare.

Patrisha Mar ha creato una storia d'amore che fa sognare non allontanandosi dalla realtà, riconfermandosi capace di trasmettere sentimenti e messaggi positivi, tra normalità e fiaba, toccando le corde giuste per far risuonare i sentimenti nel cuore del lettore.


Alla prossima lettura,
Deborah

2 commenti: