Il martedì delle ragazze. Citazioni e tazze di tè #5

martedì 7 febbraio 2017

Il martedì delle ragazzeBuon pomeriggio e bentornati nel nostro salotto virtuale nel quale, sorseggiando un tè e con qualche biscotto parliamo di libri attraverso le citazioni che ci hanno colpito.

Come sempre sono felice di poter condividere questa rubrica con le mie amiche Isa e Virgy dei blog “Bosco dei sogni fantastici” e “Le recensioni della libraia” che oggi mi hanno fatto conoscere altri due interessanti libri.
Deborah
Davo la colpa al destino, ma in fondo, sapevo che era solo colpa mia.
Tratto da “Le due metà del mondo” di Marta Morotti – HarperCollins
 
Una frase brevissima, ma che mi ha colpito per la realtà che contiene. Quante volte siamo portati a dare la colpa di ciò che ci accade a cause esterne, che siano situazioni, persone o sfortuna? Spesso però ci dimentichiamo (e mi metto in mezzo a questa schiera di persone), che siamo proprio noi con il modo in cui affrontiamo ciò che ci accade, con il nostro essere in grado di agire o meno a decidere del destino che ci si prospetta.

Isabella
L'amore non è questo. L'amore non è costringere chi si ama a restare al proprio fianco, l'amore è scegliere di rinunciare e di lasciare libera la persona a cui si tiene.
Tratto da "Times Infinity" di Francesca Pace, Bakemono Lab
 
Ho scelto questo passaggio perché credo fortemente in quanto dice l'autrice: non dobbiamo elemosinare l'amore, non dobbiamo forzare i sentimenti degli altri.. ne nascerebbero solo rapporti malati, falsi, montati, contaminati. L'amore, a volte, significa anche lasciare andare nonostante il dolore. Non sempre si deve far funzionare qualcosa che già non ha le basi per poter costruire qualcosa.

Virginia
Forse è una cosa positiva, di tanto in tanto, spiare nelle vite degli altri. Almeno per me in ogni caso; ha il potere di trasformare la mia vita in una cosa piena d'amore
Tratto da"Shotgun Lovesong" di Nickolas Butler -  Marsilio
 
Ho scelto questa frase perché mi ricorda che non sempre l'erba del vicino è più verde. Attenzione, non fraintendetemi. Non dico che gioisco per i guai altrui. Chi mi conosce bene sa che non potrei mai. Semplicemente, a volte, mi rendo conto che quello che ho è eccezionale, anche solo guardando un'altra persona e vedendo che è soddisfatta per cose che a me non mancano, perché sono appagate dalle mie. È un modo come un altro per capire quali sono le nostre priorità.
 
 Alle prossime citazioni,
Deborah

Nessun commento:

Posta un commento