“Solstice. Equinozio di primavera” di C.E.A.Bennett | Recensione

lunedì 23 gennaio 2017

Oggi è Patty a parlarci di una delle sue ultime letture. Ritornano Emma e Alec, si torna nella saga Solstice con il secondo capitolo.

Equinozio di primavera.cover
Titolo: Equinozio di primavera
Saga: Solstice #2
Autore: C.E.A.Bennet
Genere: Fantasy Young Adult
Editore: Self Publishing

Sinossi
Anno nuovo, vita nuova. A Emma Hataway non è mai sembrato più vero da quando, ripresi i sensi in un letto d’ospedale, è costretta a fare i conti con un’amnesia che ha cancellato buona parte dei suoi ricordi. Cosa è accaduto la notte di Capodanno? Louis è stato davvero sconfitto o tornerà per avere la sua vendetta? Perché non ricorda più nulla di Alec, amico d’infanzia da sempre? Le sorelle Hataway cercano di tornare alla vita di tutti i giorni tra nuove dinamiche famigliari, vecchi amori e ricordi che sfuggono senza lasciarsi afferrare. Una minaccia, però, incombe sulla loro famiglia e si intreccia con un destino al quale sembra impossibile sfuggire.
Alec Stevens è sopravvissuto alla notte di Capodanno e ora deve fare i conti con un fratello ingombrante, molte domande e una ragazza alla quale ha salvato la vita, che conosce da sempre ma di cui non ricorda granchè. Riuscirà a riportare a galla ciò che ha dimenticato e che lo tormenta? Che cosa nasconde veramente il ritorno del fratello Justin? Una ricerca non priva di ostacoli, contro il tempo e contro qualcosa che sembra impossibile arrestare. Mentre il mondo cui appartiene gli ricorda che nulla è come sembra e il confine tra giusto e sbagliato si fa sempre più labile.

Equinozio di primavera, nuovo e atteso episodio della saga Solstice, svela nuovi segreti, amori e incantesimi che intrecceranno più a fondo il destino dei protagonisti, scoprendo la trama di quei legami – d’amore, amicizia e sangue – impossibili ad sciogliere.

RecensioneRecensione Equinozio di primaveraLa storia riprende esattamente da dove è finito il primo libro, non ci sono né pause né salti temporali, Emma ha fatto un grande sacrificio, mettendo in pericolo la sua vita per salvare tutta la sua famiglia e il suo più grande amore. I pensieri che ci fanno rientrare negli ultimi episodi sono di Alec:

Il dolore fisico non era paragonabile al terrore che avevo provato quando mi ero reso conto che anche lei ne veniva toccata, che anche i suoi nervi erano stati attorcigliati, strizzati e tirati. Terrore che si era trasformato in orrore e rabbia e frustrazione quando il suo dolore aveva rincorso il mio, nelle vene, nelle ossa. Lo aveva amplificato in una spirale infinita. Sentivo la mia angoscia per ciò che stavo subendo io, ma nemmeno quel corto circuito di strazio era peggiore di questo.

I sensi di colpa sono forti, il corpo di Emma è immobile e la sua mente è persa, Alec non la sente, ma a noi lettori è permesso di sapere cosa le sta succedendo, saltando da Alec a lei. Emma è intrappolata nei suoi ricordi e solo attraverso a essi qualcuno riesce a creare un contatto con lei e a riportarla al presente, ma qualcosa cambierà. Emma si sveglia, si rende conto che è se stessa, ma manca qualcosa, ha ben presente che è una strega e così le sue sorelle, che erano in pericolo e lei ha fatto una scelta, ma quale? Sa chi è Alec, è il suo custode, ma non si ricorda altro, i sentimenti mancano, i ricordi sono pochi e flebili, per Alec e le sue sorelle è la stessa cosa. Tutti hanno la sensazione di essersi dimenticati qualcosa ma cosa? I protagonisti vivono questo ritorno alla vita normale con confusione e non capiscono fino in fondo le preoccupazioni degli adulti che hanno fatto tornare il fratello di Alec a casa, Justin, per rafforzare le difese. In questo libro la presenza dei genitori è molto più marcata rispetto al primo, prendono decisioni e diventano più severi, i pericoli non sono finiti, altri nemici si nascondono nell’ombra, pronti ad attaccare, ma cosa vogliono da loro, cosa cercano da Emma? I ragazzi cercano di vivere la loro quotidianità, la scuola, lo studio, la preparazione a essere streghe o custodi, ma il loro equilibrio è stato rotto, vecchi sentimenti tornano a galla con una forza tale da scombussolare i diretti interessati, decisi, all’inizio a non cedere all’amore. Si può sconfiggere l’amore?

Emma e Alec, invece, tornano com’erano al principio di tutta questa storia, insicuri e decisi a non farsi coinvolgere dalle loro emozioni per non andare contro le regole, rivivono pertanto tutte le loro battaglie personali. Si può dimenticare il grande amore? Anche la piccola Constance è innamorata, per lei le cose potrebbero essere semplici, ma anche per lei c’è una moltitudine di problemi e dubbi. Sam è l’amico di tutti e la sua figura conquista importanza, scoprirà la vera natura dei suoi amici, ma non per questo li abbandonerà, anzi farà un gesto di grande altruismo per aiutarli. Nel frattempo il nemico sta tessendo la sua tela ed è più vicino di quello che si pensa, nuove decisioni saranno prese e nuove rivelazioni saranno fatte a Emma, determinata a ritrovare i suoi sentimenti e se stessa.

Cos’era accaduto quella notte? Nessuno di noi poteva essere certo di saperlo, perché avevamo fatto affidamento sui racconti dei nostri genitori e su ciò che eravamo convinte di ricordare, ma se Miranda aveva fatto una distorsione, ogni cosa poteva essere stata manipolata. Non ero più sicura di niente.

Lo stile è lo stesso del primo libro, pov alternati tra Alec ed Emma, in modo da vere sempre una visuale completa di quello che sta succedendo. Emma è sempre forte e determinata, il suo potere sta crescendo e va incanalato nel modo giusto, così anche per le sue sorelle e i due fratelli custodi Justin e Alec, per questo gli adulti non li perdono d’occhio o c’è dell’altro? Nuovi incantesimi saranno utilizzati, anche per aumentare le protezioni su di loro, ma anche abilità fisiche, scontri a corpo a corpo, arcieri e l’utilizzo di armi. Ognuno ha le sue capacità e vanno stimolate. Una lettura coinvolgente, una lotta contro il tempo e contro i sentimenti, ho apprezzato che ci sia anche lo spazio per dei chiarimenti tra madre e figlia e la consapevolezza di quanto le accomuna. L’amore in generale la fa da padrone, sono trasmesse sensazioni forti e anche avendo letto il primo libro, la confusione di Emma e Alec l’ho percepita chiaramente, grazie alla capacità descrittiva e alla prosa fluida e avvincente. Non sai mai, dove ti porta l’autrice e c’è sempre il colpo di scena che non ti aspetti … ora non mi rimane che attendere il seguito per sapere cosa succederà ai nostri protagonisti.

Buona lettura,
Patty

Nessun commento:

Posta un commento