“Le scarpette di cristallo sono esaurite” di Roberta Lippi | Recensione in anteprima

mercoledì 11 gennaio 2017

Questa sera vi parlo in anteprima di un piccolo manualetto che secondo me tutte le donne dovrebbero leggere almeno una volta, perché ammettiamolo subito questa storia del principe azzurro ci ha rovinato! E allora ecco che l’autrice mette a nudo con grandissima ironia noi donne e le nostre fissazioni alla ricerca del grande amore.

Le scarpette di cristallo sono esaurite
Titolo: Le scarpette di cristallo sono esaurite.
(Manuale per ragazze che non si fanno i film)
Autore: Roberta Lippi
Genere: Manuale / Ironico
Editore: Imprimatur
Pagine: 160
Prezzo: €.14,00
Formato: brossura
Link Casa Editrice
Sinossi
I tempi sono cambiati, ma il sogno del grande amore resta uno degli obiettivi più importanti per le donne di tutte le età. Eppure le relazioni sembrano essere un disastro. Quando ci si innamora, ci si innamora di brutto. E si va in fissa, parecchio. Così il potenziale fidanzato scappa, regolarmente. Serve metodo e consapevolezza.
Dal primo appuntamento fino all’addio, alcune regole fondamentali per insegnare alle donne cosa fare perché sia per sempre. «Perché innamorarsi è l’unica cosa giusta da fare, quando si ha davanti la persona giusta. Nel mentre, però, è fondamentale evitare il più possibile di farsi i film sulle persone sbagliate: per non perdere tempo e speranze».
Un manuale per le donne che sanno affrontare la vita con autoironia, ma quando si tratta di uomini hanno deciso di non sbagliare più un colpo.
Recensione
1484156623820
«Non illuderti: tutte le ragazze si fanno i film. E tu non fai eccezione»

Alzi la mano chi di noi quando incontra una persona che pensa sia quella giusta non inizia a pensare a come potrebbe essere la vita assieme, il futuro che li aspetta, ed è proprio lì, sin dall’inizio che scatta il film mentale.

«Rassegnati: tu non puoi capire gli uomini, perché non sei un uomo. Perché la tua testa fa centodue giri al secondo cercando di comprendere l’imponderabile»

Come si dice “gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere” e mai cosa fu più vera. Pensate solo a quante riflessioni ci mettiamo a fare noi donne su ogni piccolo gesto, ogni comportamento dell’altro, ogni parola e nel frattempo, se crediamo di essere davanti alla possibile anima gemella elaboriamo tutto in modo che ricalchi appieno lo scenario che ci siamo immaginate. Difetti lui? Assolutamente no! Lui è bellissimo e perfetto ai nostri occhi e nulla, nemmeno le cose più palesi possono farci cambiare idea.

«Quando ti colpisce il fulmine non devi concentrarti su quanto starai bene ma piuttosto su quanto potrai stare male quando le cose non andranno più bene»

Se solo avessimo notato quei piccoli particolari all’inizio, quei difetti che accecate dal colpo di fulmine o dal desiderio di trovare il grande amore abbiamo evitato di considerare, perché per noi sono delle inezie di fronte a un sentimento così grande! La persona giusta esiste, ma con un po’ di attenzione potremmo evitare quelle sbagliate e sprecare tempo.

«Il primo appuntamento è l’unico nel quale ci possiamo permettere di chiedere qualsiasi cosa senza destare sospetti che ci siano secondi fini»

L’autrice percorre tutte le fasi di una relazione, dal primo appuntamento, alla frequentazione, alla convivenza e alla eventuale separazione e ciò che ne scaturisce. Riflessioni, piccole regole da appuntarsi e tenere a mente, metafore divertenti ed esempi. Sin dal primo appuntamento, se siamo davvero oneste con noi stesse abbiamo davanti tutto ciò che ci serve per capire se ne vale la pena: lui non offre? È un cafone, punto. Interrompe in continuazione un tuo discorso? Probabilmente l’empatia non sarà mai il suo forte. Non ringrazia? Non fa gesti di galanteria e ti da consigli su come vivere la vita? È un egoista.   

«[…dobbiamo pensare a noi, dopo. A come siamo noi e a com’è l’altro. E alle caratteristiche che già ora ci rendono diversi, perché saranno quelle che faranno la differenza»

Ebbene sì, nonostante i piccoli segnali avete deciso che si poteva correre il rischio, e allora ecco arrivare altri consigli ed esempi per metterci sulla strada giusta perché la relazione abbia l’occasione di decollare, o per riuscire a vedere il disastro prima dell’irreparabile. Aggressività repressa? Captate i segnali e allontanatevi il prima possibile. Un uomo può essere meraviglioso, ma se non c’è il desiderio è inutile accanirsi a voler far funzionare la cosa. Se fuggi ti rincorre, vuoi liberarti di lui? Digli che vuoi sposarti e avere figli e non sarai più tanto appetibile…

«Quello che sta accadendo davvero tu lo sai molto bene. Non raccontartela, mai»

Ogni capitolo una concetto e una frase da appuntarsi, io ho sottolineato tantissimo! Con uno stile ironico, frizzante e diretto l’autrice “smaschera” i comportamenti femminili e la lettrice non può fare altro che riconoscersi, rivedersi tra le righe, sorridere ma anche riflettere. La scrittura è molto fluida e la sensazione è quella di ritrovarsi ad ascoltare un’amica che ci conosce a fondo. Il principe azzurro non esiste, è questo che l’autrice ci fa capire, ma questo non significa che non esista il grande amore, si tratta solo di riconoscere che dobbiamo cercare una persona per noi e non la perfezione, e mettere in atto qualche piccolo stratagemma per evitare gli scivoloni durante la ricerca.

Con questo libro ho avuto l'occasione di conoscere un'autrice con uno stile che mi piace tantissimo, la chiave ironica con cui descrive la realtà mi ha conquistata perché riesce a rendere leggere riflessioni profonde, e così facendo i pensieri e i concetti si sedimentano nella nostra testa senza che nemmeno ce ne rendiamo conto, portandoci a riflettere e magari a riconoscere qualche nostro errore ma senza per questo farci sentire in colpa o in difetto. 

Questo manualetto mi ha aiutato? Sì, perché mi sono ritrovata io stessa in alcune delle situazioni e l’autrice con il suo metterle nero su bianco mi ha aperto gli occhi senza nemmeno che me ne rendessi conto, la riflessione veniva spontanea durante la lettura.  Ho riso? Assolutamente, perché la Lippi ha ironia e autoironia da vendere!

Leggetelo, sorridete, pensate a quello che state vivendo e provate a mettere in pratica qualcuno di questi consigli, perché abbiamo tutte le armi e le capacità dalla nostra, dobbiamo solo imparare a seguire l’istinto…e ricordate che “neanche Ryan Gosling è Ryan Gosling”!

Alla prossima,
Deborah



Nessun commento:

Posta un commento