"Cercasi fidanzato per Natale" di Eleonora Mandese - Recensione

domenica 8 gennaio 2017

Le feste sono ormai concluse, domani si rientra ai soliti ritmi e allora stasera chiudiamo con il periodo lasciandovi la mia opinione all'ultima lettura natalizia del 2016. Si tratta di una storia divertente, romantica e con un pizzico di magia. (anche se non è più Natale mettetevi comode con un bel plaid e una cioccolata calda e sognate un po' 😉 ).


Titolo: Cercasi fidanzato per Natale
Autore: Eleonora Mandese
Genere: Romance / Chick-lit
Editore: Self Publishing
Pagine: 101
Elizabeth Baker non crede nella fortuna. Come potrebbe?
La sua vita è un puzzle incompleto di rimpianti, lavoro insoddisfacente e singletudine acuta. Tra serate in compagnia di una bottiglia di vino e risvegli in una redazione giornalistica gremita di donne in menopausa, la sua unica ancora di salvezza ha due occhi blu ed è il direttore del giornale per cui lavora: Paul Grey.
Il solo suono del suo nome è sufficiente per far perdere i sensi a qualsiasi essere umano provvisto di ormoni.
Peccato che Eli non sappia che qualcuno la stia osservando da molto, troppo tempo ed è disposto a fare qualsiasi cosa per renderla felice.
Cosa succede se una fantasma pasticciona si intromette nella sua vita promettendole di esaudire qualunque suo desiderio?
Eli è nel panico, sa perfettamente che tutto questo non può essere reale: ma se proprio dovesse esprimere un desiderio, un fidanzato perfetto è tutto ciò che vorrebbe per Natale...
«Se vuoi un destino migliore, parti da te stessa. Apri le porte del tuo cuore»

Spesso passiamo la vita sognando a occhi aperti qualcosa perché abbiamo troppa paura di vivere la realtà non accorgendoci che tutto ciò che abbiamo sempre desiderato è più vicino di quanto abbiamo mai immaginato.

«Per tanti anni sono scappata da me stessa creando una versione di Elizabeth che si accontentava di quella che era, non di quanto poteva diventare. Ho frantumato le mie opportunità per ravvivare le speranze degli altri. Ho scelto di farmi schiacciare perché pensavo che questo sarebbe stato l'unico modo per essere punita per quello che ero convinta di aver fatto»

Le aspettative degli altri, soprattutto di coloro ai quali vogliamo bene possono opprimere, in particolar modo quando non coincidono con ciò che vogliamo. E allora spesso si fugge pensando così di prendere in mano la propria vita, ma le cose lasciate sospese, i sensi di colpa che ci si porta dietro impediscono di portare avanti i sogni, di realizzarsi, sembra quasi che l'unico modo per farli tacere sia sabotare ciò che potrebbe essere per ciò che pensiamo di meritare. È questo che ha fatto Elizabeth per anni, è fuggita dal passato allontanandosi da tutti, seguendo il suo sogno di diventare giornalista ma allo stesso tempo non permettendo a se stessa di tentare, di agguantare le occasioni. L'unica persona che si è portata dal suo passato è il suo migliore amico David che sa tutto di lei e la conosce meglio di sé stessa, le è sempre accanto in ogni momento, anche sul lavoro.

«Ogni volta che lo guardo ho la sensazione di non indossare alcuna corazza, mi sento nuda e vulnerabile, insicura e tremendamente fragile»

Elizabeth lavora nella redazione di un giornale non molto importante, non ha particolari stimoli nello scrivere i suoi articoli, ma da quando è arrivato il nuovo direttore Paul Grey l'aria dell'ufficio si è fatta decisamente più viva. Elizabeth non ha occhi che per l'affascinate Paul, è quasi un'ossessione, il suo principe azzurro che però sembra non vederla nemmeno.

È Natale, la magia è nell'aria e forse anche un angelo un po' pasticcione...così Elizabeth ha la possibilità di esprimere un desiderio, e cosa potrebbe desiderare di più del suo fidanzato ideale?

«Quando ritraggo le dita dalle sue e mi allontano avverto sulla pelle il freddo che si prova quando ci si distacca da una fonte di calore»

Elizabeth è aiutata da una mano magica, ma il suo desiderio potrebbe non essere realizzato proprio nel modo in cui aveva creduto, e soprattutto potrebbe scoprire che l'amore vero ha spesso solo il bisogno di essere riconosciuto, accolto senza paura e lasciandosi guidare dal cuore.

Elizabeth saprà fare la scelta giusta? Sarà in grado di affrontare ciò che la tormenta e afferrare la felicità che ha sempre avuto a portata di mano prima che sia troppo tardi?

Una storia che mi ha ricordato un po' quelle commedie romantiche che vengono trasmesse durante il periodo natalizio e come loro sa trasmettere il calore dell'amore, la speranza che il destino abbia in serbo qualcosa di bello e che la magia del periodo possa risolvere tutto nel migliore dei modi.

L'autrice ha una scrittura fluida e tra dialoghi ironici e situazioni tragicomiche la lettura scorre via veloce attraverso sorrisi e riflessioni. I personaggi hanno tutti caratteristiche ben delineate; la protagonista diverte ma allo stesso tempo si prova per lei comprensione e affetto; Paul è sicuramente lo stereotipo dell'uomo perfetto, bellissimo, sicuro di sé e pieno di passione; David è l'amico sempre presente, colui per il quale non si può che fare il tifo sperando sino alla fine; e poi l'angelo pasticcione con le sue apparizioni e sparizione un po' goffe e assurde che non può non strapparvi una risata.

Una lettura frizzante e romantica, che scalda il cuore in queste fredde serate d'inverno.

Alla prossima,



Nessun commento:

Posta un commento