“Mai baciare un uomo con una renna sul maglione” di Debbie Johnson - Recensione

domenica 11 dicembre 2016

11 dicembre
Buona domenica, oggi la tessera del calendario in attesa del Natale vi porta a Oxford, assieme a Maggie e Matteo di “Mai baciare un uomo con una renna sul maglione”, una nuova lettura a tema molto carina e adatta per trascorrere in modo romantico queste feste.

Mai baciare un uomo con una renna sul maglione
Titolo: Mai baciare un uomo con una renna sul maglione
Autore: Debbie Johnson
Genere: Romance contemporaneo
Editore: HarperCollins Italia

Sinossi
Maggie è una madre single e per lei Natale è sempre stato un'occasione per stare in famiglia, con la figlia Ellen che riempie la casa di addobbi, il padre Paddy che festeggia con un bicchierino di troppo e l'albero dall'inquietante aspetto di un elfo ubriaco. Ma quest'anno sarà diverso, perché Ellen e Paddy saranno via per le vacanze e per Maggie si prospetta un Natale solitario tutt'altro che gioioso. Finché, pedalando per le strade innevate di Oxford, Marco Crivelli non va a sbatterle contro, entrando così di prepotenza nella sua vita, e nella sua casa, con tanto di gamba ingessata. Be', a Natale non sarà sola, dopotutto, ma farà da crocerossina a un fusto tutto pepe. Anche se ha sempre pensato che fosse una verità universalmente riconosciuta che non si deve mai baciare un uomo che indossa maglioni di Natale. O sì?



Recensione
Mai baciare un uomo con una renna sul maglione foto
«Non voglio un futuro ideale e perfetto con un’altra donna, ma un futuro reale con te. E voglio che cominci da questo istante, da questo nostro primo Natale insieme»

La vita scorre, nel bene e nel male, sta a noi coglierne ogni opportunità e non lasciarci sopraffare al punto da perderci lungo la strada, sacrificando noi stessi per gli altri, anche se li amiamo, perché arriva un certo momento in cui ci rendiamo conto che proprio coloro a cui ci siamo dedicati vivranno quella vita che noi sognavamo e noi dovremmo decidere se lasciarci andare al vuoto di una vita piatta e sicura, o rischiare un arcobaleno di colori che può portare gioia ma anche sofferenza.

«Aveva due occhi meravigliosi, enormi e limpidi, d’un verde scuro come il muschio. Due occhi che risaltavano ancora di più sulla pelle chiara spruzzata di lentiggini e si intonavano ai lunghi capelli ramati»

Maggie è una madre giovanissima di una figlia diciottenne a cui si è dedicata con dedizione sin da quando è nata, occupandosi di lei e anche di un padre sofferente per la morte della moglie. Maggie è ancora una donna molto bella, con i suoi occhi verdi e i capelli rossi, ma non se ne rende conto, sempre troppo presa dal ruolo di madre e dalle responsabilità del lavoro. Crea vestiti da sposa, ed è riuscita a realizzare il sogno di trasformare la sua passione in un lavoro, ma non ha una reale vita sociale. Quando uno “scontro” porta nella sua vita Marco, per lei è un vero e proprio terremoto.

«Alto, ben oltre il metro e ottanta, dalle spalle larghe e muscolose. Indossava un paio di Levis invernali, uno spesso maglione con una bella renna ricamata sul davanti, un elegante giubbotto blu navy. Aveva capelli scuri leggermente mossi e un po’ più lunghi del normale»

Marco è un uomo affascinante, bello, ma con un sorriso sincero e spontaneo, ama i bambini, è tenero e dolce, ma non si è mai innamorato. Anche lui ha in qualche modo sacrificato se stesso, cercando di aiutare il fratello gemello a riprendersi da una profonda depressione, standogli accanto sempre, nei momenti bui e in quelli felici, e forse questo lo ha allontanato dal desiderio di formare una famiglia lui stesso.

«La reazione di entrambi aveva evidenziato un fatto poco piacevole, ovvero i suoi cari la consideravano un essere umano triste e solitario che non aveva occupazione alcuna oltre il proprio lavoro e al prendersi cura di loro»

Quando Marco irrompe nella vita di Maggie all’inizio sente attrazione per quella bellezza affascinante e timida, le piace come arrossisce e stuzzicarla per vederla reagire alle sue provocazioni. Piano piano però si rende anche conto di come nella sua vita esistano solo la figlia, il padre e il lavoro, e di come questo la faccia soffrire ma allo stesso abbia paura di allontanarsi da una vita tranquilla e affidabile, un porto sicuro.

«La vita sarebbe stata molto più facile senza l’amore, meglio rinunciare all’arcobaleno e tornare a vedere la vita nelle sue sfumatura di grigio»

Ormai la figlia Ellen sta prendendo la sua strada, e il padre non ha più bisogno del suo aiuto quindi Maggie si trova improvvisamente in bilico per la felicità di vedere i suoi cari sereni e la disperazione del rendersi conto che senza doversi occupare di loro la sua vita è piatta e vuota. L’attrazione per Marco è innegabile, ma c’è anche molto di più che sente nascere anche se ha paura di ammetterlo. Maggie è inesperta in molti aspetti che riguardano la vita amorosa, ha paura di lasciarsi andare, ma soprattutto ha un segreto che potrebbe allontanarla per sempre dall’unico uomo che le abbia fatto provare il vero amore.

Maggie saprà superare le paure, le insicurezze e il suo senso di inadeguatezza per darsi l’occasione di essere felice? E Marco saprà accettare tutto di Maggie e mettere l’amore al di sopra delle difficoltà?

La storia che ha creato la Johnson è romantica, ma senza essere stucchevole. Non vi aspettate scene bollenti perché l’autrice ha giustamente preferito esaltare le sensazioni e l’aspetto emotivo dell’amore che nasce tra i due protagonisti. I personaggi che gravitano attorno a loro sono in un certo senso eccentrici e non convenzionali, ma anche nel loro caso è l’amore e l’affetto che provano per i due protagonisti a risaltare. Protagonisti completamente diversi tra loro, ma allo stesso tempo che si incastrano perché nell’animo sono uguali. Ho condiviso con la protagonista i suoi dubbi e i suoi timori, ho sperato che potesse superarli e avvicinarsi al protagonista maschile, anche perché è un uomo davvero in grado di gesti romantici e soprattutto in grado di capire i silenzi e le situazioni appoggiando Maggie e spronandola a suo modo a vivere.

L’autrice scrive in terza persona mescolando i due punti di vista e in tal modo ci da l’opportunità di avvicinarci a entrambi i personaggi principali. In alcuni momenti avrei voluto che ci fosse un maggior approfondimento di certi argomenti, perché a mio avviso scorrono un po’ troppo velocemente, ma è altrettanto vero che è proprio questo a rendere questa storia una brezza leggera che sfiora il cuore del lettore. È una storia semplice, senza pretese di diventare un best seller, ma sicuramente in grado di far sognare per qualche ora la magia del Natale. Lo consiglio a chi ha il desiderio di rifugiarsi in una lettura che sprigiona tenerezza e amore.

Una piccola curiosità. Nella storia entrano in gioco anche la moglie e il fratello di Marco di cui l’autrice aveva raccontato la storia in un altro libro, purtroppo non pubblicato in Italia, Cold Feet at Christmas. Io spero di aver tempo per leggerlo perché dagli accenni dovrebbe essere una storia interessante.

Alla prossima,
Deborah firma

15 commenti:

  1. Io adoro i maglioncini di lana con le renne ♡.♡
    Ne ho un paio che indosso sempre ;-)
    Sono stupendi!
    Comunque leggo molti pareri diversi su questo libro, sono indecisa se leggerlo o meno...

    RispondiElimina
  2. Buona domenica Deb! Questo libro ha una cover davvero carina e pure il titolo mi ha incuriosita subito, grazie alla tua recensione sono riuscita ad inquadrarlo molto mwglio e penso che potrebbe essere una lettura perfetta per il periodo, spero di riuscire a leggerlo presto ❤️️

    RispondiElimina
  3. Di questo libro mi ha incuriosita il titolo, anche perché io adoro i maglioni natalizi e adoro gli uomini che li indossano (tipo Darcy in Bridget Jones). Sembra carino, potrebbe essere una lettura simpatica! ;)

    RispondiElimina
  4. Grazie per la tua recensione Daborah! ^_^ E anche per la dritta finale sul libro della stessa autrice non ancora (spero però che succeda prima o poi! ;) ) pubblicato in Italia... ma è scritto nel libro o l'hai scoperto tu per caso?
    In effetti dopo aver letto la tua recensione mi sono incuriosita... cover e titolo sono molto accattivanti (è impossibile che l'occhio non ti cada su questo libro, anche solo passandoci davanti per caso) e devo dire che Maggie e Marco mi riserveranno delle sorprese!! ;)
    Ooh quanto adoro leggere trame nuove che mi piacciono, ed allungare così la mia già lunghissima wishlist ;-) ehehe ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lara, l'ho scoperto io perchè nel libro si parla della storia del fratello in modo che non mi sembrava possibile non ci fosse un libro dedicato a lui, ho cercato e infatti c'era ^_^

      Elimina
  5. Questo libro mi attira moltissimo. Spero di riuscire a leggerlo presto 😍😍😍

    RispondiElimina
  6. Forse questo è l'unico libro di Natale che leggerei perché sono pazza della copertina *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ma allora con uno natalizio sono riuscita a incuriosirti ^_^

      Elimina
  7. Risposte
    1. Lui è davvero un protagonista carino e dolce *_*

      Elimina
  8. un maglione così lo vorrei pure io eheh e anche da leggere!

    RispondiElimina
  9. Bellissima questa recensione!! Quasi quasi lo compro... ;)

    RispondiElimina
  10. Davvero una bella recensione! Spero di riuscire a leggerlo presto!

    RispondiElimina
  11. il titolo è tutto un programma ih ih che fervida immaginazione
    ho letto diverse recensioni ma nessuna mi ha colpita tanto da spingermi a leggere il libro spero di ricredermi

    RispondiElimina