“Solstice. L’incantesimo d’inverno” di C.E.A.Bennet - Recensione

domenica 20 novembre 2016

Questa sera Patty ci parla del primo volume di una serie fantasy young adult tutta italiana, e lo fa con entusiasmo. In attesa di conoscere la sua opinione sul seguito vi lascio alle sue parole.

L'incantesimo d'inverno
Titolo: Solstice. L’incantesimo d’inverno
Serie: Solstice #1
Autore: C.E.A. Bennet
Genere: Fantasy Young Adult
Pagine: 392

Sinossi
Emma ha quasi sedici anni e due sorelle, Eileen e Constance.
Vivono a Saint Claire, tranquilla cittadina del Connecticut, insieme alla madre Kate e a Miranda, la misteriosa donna comparsa nelle loro vite da quando il padre le ha abbandonate. Le Hataway non sono donne normali, ma streghe costrette a nascondere la loro natura e i loro poteri per rispettare le leggi dei Custodi, ai quali devono obbedienza. Leggi che Emma ha infranto quando era solo una bambina per aiutare quelli che sarebbero diventati i suoi migliori amici, Sam e Alec. Da allora i tre sono inseparabili nonostante Emma sia costretta a nascondere il segreto che più le sta a cuore. Non è l’unica, però, a mentire alle persone che ama.
Cosa nascondono Kate e Miranda? Quali sono i terribili segreti seppelliti nel loro passato? Perché il padre è scomparso all'improvviso senza lasciare traccia?
Alec Stevens ha sedici anni e molte domande. Spesso ha la sensazione che Emma conosca tutte le risposte. Emma. Cosa lo lega a lei e allo stesso tempo la rende irraggiungibile? Che cosa nasconde?
Nel tentativo di svelare e nascondere i segreti che li circondano, Alec ed Emma non si accorgono che qualcuno si muove e li osserva nell'ombra in attesa che arrivi il momento di mettere in atto la sua vendetta. La storia, raccontata in prima persona da Emma e Alec, inizia con due episodi dell'infanzia destinati a cambiare per sempre le loro vite. Dopo un salto di dieci anni li ritroveremo alle prese con un sentimento molto umano, un passato famigliare turbolento e dei poteri che non facilitano le cose, anzi...
Una storia d’amore, di amicizia e di legami famigliari burrascosi, ma profondi. Con un pizzico di magia.
Recensione«Tutti hanno un segreto. Una cosa fatta o detta, soltanto pensata o che è successa. Qualcosa che non si vuole far sapere a nessuno. Il mio è vedere i segreti degli altri. Sono una bambina speciale. Almeno così aveva detto mamma. Lo sono anche le mie sorelle, Eileen e Constance, ma nessuno al mondo doveva saperlo. Sarebbe stato pericoloso»

Poche righe per presentarvi la potenzialità di Emma, lei è una strega, le sue sorelle sono streghe, la loro mamma lo è, ma all’inizio questa verità le sarà nascosta. Lei e le sue sorelle tentano di vivere una vita normale, tenendo nascoste le loro capacità, controllate dalla madre e da Miranda: la chiamano nonna, ma chi è veramente? Il padre le ha abbandonate, ma per quale motivo? Emma non riesce sempre a tenere sotto controllo il suo potere, perché quando una persona vicino a lei ha un segreto, questo forza la sua mente, facendole perdere i contatti con la realtà e trasportandola nel suo subconscio. Quando accadono episodi del genere, sua madre la sgrida; solo in un caso Emma è stata felice di aver infranto le regole, il giorno che ha stretto amicizia con Alec e Sam, creando un rapporto indissolubile. Sam, Alec ed Emma sono sempre insieme, ma quella che sembra un’amicizia facile da gestire, nell’età adolescenziale può diventare problematica, soprattutto quando entrano in gioco nuovi sentimenti. Emma si sente attratta da Alec, ma non vuole rovinare il loro rapporto d’amicizia, quindi non si espone.

«Alec era bello, bello di una bellezza adulta, ma ancora innocente e si portava addosso quella bellezza come un vestito troppo grande e inadatto all’occasione. Inconsapevole. Mi sorpresi a fissarlo più di quanto fosse concesso e distolsi lo sguardo, cercando un punto qualsiasi dove nascondere ciò che in quell’istante si era mosso dentro di me. Confuso, annebbiato, ma palpitante»

Tanti segreti saranno svelati e all’improvviso Emma e le sue sorelle dovranno prendere coscienza di essere streghe, iniziando a capire le preoccupazioni della madre, ci sono storie e leggende strettamente collegate a loro, alle origini del mondo della magia, credenze e libri proibiti. Miranda le inizierà al loro nuovo status, raccontando di tempi passati, lontani e vicini e ogni dettaglio sarà affrontato con calma: gli incantesimi non sono facili e i loro poteri vanno risvegliati lentamente. Tre sorelle, tre streghe, sono le più potenti e ognuna di loro ha un compito ben preciso nella famiglia, ma la più potente e pericolosa è la seconda, quella che racchiude il potere attivo. Che cosa comporta questo per Emma? Che ruolo hanno i custodi? Perché le devono controllare e proteggere?

Emma è forte, combattiva, ma in amore ha le incertezze di un adolescente qualunque, non capisce se Alec ricambia i suoi sentimenti, eppure sente che sono legati in modo unico, lei lo percepisce e Alec pure, ma il loro è un amore impossibile, non solo per quello che sono.

«Quando nasce una coppia perfetta nulla può impedire che si unisca»

Eppure per Emma e Alec tutto sarà difficile, troveranno un modo per superare gli ostacoli? Riusciranno a stare insieme? L’autrice ci intrattiene con un duetto, alternando il punto di vista di Emma con quello di Alec, due anime legate che non possono completarsi. Ha creato una storia che alterna sentimenti d’amore con storie, leggende, incantesimi: e se proprio un incantesimo potesse essere la soluzione? In un crescendo di avvenimenti, l’autrice ci trasporta in un mondo contemporaneo, ma nello stesso tempo antico e magico, descrizioni precise e profonde tanto da vivere in prima persona quest’amore tormentato e, perché no, qualche incantesimo. Spegniamo la luce, accendiamo le candele, prepariamo gli amuleti, il solstizio d’inverno si sta avvicinando. Dovete essere pronti, una prova difficile aspetta i nostri protagonisti, amicizia, amore, famiglia, segreti, rivelazioni, perdono, vendetta, ripicche e sacrifici. Miranda vi racconterà il passato, Emma e Alec il presente … non dovete indugiare, è una storia tutta da vivere.

Patty

4 commenti:

  1. Ne ho sentito spesso parlare di solstice. E sembra molto carino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io dovrò recuperarlo, se è piaciuto a Patty ci sono ottime probabilità che piaccia anche a me

      Elimina
  2. Questo libro ogni volta che ne vedo la cover mi attrae, dovrei proprio decidermi a comprarlo, oramai gli faccio la corte da un po' xD

    RispondiElimina