“Shadowshaper.Ombre” di Daniel José Older - Recensione

martedì 1 novembre 2016

La prima recensione della giornata (ebbene sì, spero di riuscirne a pubblicare una seconda in modo da recuperare un po’ di tempo e di letture già fatte delle quali ancora non sono riuscita parlarvi) è per uno young adult fantasy che chi ama il genere DEVE leggere! Appena ho avuto notizia dalla casa editrice Fanucci della sua uscita (che tra l’altro ringrazio per la copia recensione) e ho letto la sinossi mi sono detta “devo assolutamente leggerlo, non posso farmi mancare un romanzo in cui l’arte del disegno è protagonista di un fantasy. Devo ammettere anche che quando parto così convinta ho sempre un po’ il timore di avere una colossale delusione, ma posso dire che in questo caso sono stata ampiamente ripagata delle mie aspettative.

Ma partiamo con qualche notizia per chi non conoscesse il libro.

Older_Shadowshaper_Ombre
Titolo: Shadowshaper. Ombre
Autore: Daniel José Older
Serie: Shadowshaper #1
Editore: Fanucci
Genere: Young Adult/Fantasy Sinossi
Miglior Young Adult 2015 per Kirkus Review. Finalista ai premi Locus, Nebula, Kirkus e Cybils. La scuola è appena finita a New York e Sierra Santiago, un’adolescente portoricana, si prepara a trascorrere l’estate divertendosi con i suoi amici e lavorando al murale che sta dipingendo. Ma i suoi piani saltano quando i murales di Brooklyn iniziano a trasformarsi: i colori sbiadiscono, i volti piangono e cambiano espressione. Suo nonno Lázaro poi, duramente colpito da un ictus, riacquista lucidità solo per
qualche minuto per lanciarle un avvertimento: Sierra è in pericolo, deve trovare un ragazzo di nome Robbie e insieme devono finire il suo murale al più presto. Be’, New York sarà anche una città caotica, ma è chiaro che sta accadendo qualcosa d’incomprensibile... Sempre più confusa, Sierra riesce a rintracciare il misterioso ragazzo e con il suo aiuto verrà a conoscenza di un importante segreto: lei è una plasmaombre, ovvero possiede il potere di veicolare gli spiriti degli antenati attraverso l’arte. Sfortunatamente, però, sembra che qualcuno sia sulle sue tracce, qualcuno disposto a tutto pur di sottrarle quel dono... Con l’aiuto di Robbie e dei suoi amici, Sierra dovrà imparare in fretta a manipolare l’arte magica in suo possesso, prima di perdere tutto ciò che ama.

Un’avventura grandiosa. Un romanzo destinato a lasciare il segno.
Recensione
Shadowshaper
E se dopo una vita in cui non vi siete mai “sentiti abbastanza”, in cui pur amando i vostri famigliari li avete sempre percepiti un po’ distanti da voi, come se in qualche modo volessero tenervi lontani, scopriste di avere un potere enorme nelle vostre mani e che quel potere fa di voi un tassello fondamentale in un mondo magico e oscuro che minaccia non solo voi ma anche le persone che amate? Per Sierra Santiago tutto questo è realtà e la delusione brucia, ma c’è un’unica cosa che può fare: lottare.

 «Quella sera, si guardò nello specchio con risolutezza e disse: - Sono Sierra Maria Santiago. Sono ciò che sono. Sono abbastanza»

Sierra è una ragazza portoricana che sin da subito dimostra un carattere tosto, una di quegli adolescenti cresciuta in strada e capace di destreggiarsi in quella giungla urbana che è Brooklyn riconoscendo gli individui che si trova di fronte e ben sapendo come comportarsi per evitare guai. Non è certamente una di quelle protagoniste che si dispera per le sue fragilità o le sue insicurezze anche se esistono e sono profondamente radicate, ma lei le affronta a testa alta, con orgoglio, come una vera combattente. Ha un gruppo di amici leali e fidati, un’amica del cuore che sa tutto di lei, un gruppetto di anziani un po’ strambi che amano giocare a domino e nel tempo libero ama disegnare e realizza splendidi murales.

«Ero una plasmaombre. Come Robbie. Il suo sorriso le balenò alla mente, quel sorriso imbarazzato sul volto sporco di gesso quando era sbucato fuori dal buio di Prospect Park. Lui la ammirava. Sierra glielo leggeva in faccia»

La sua vita viene improvvisamente stravolta quando comincia a notare che i murales stanno sbiadendo fino a scomparire, il nonno Lázaro ridotto a un letto da un ictus ha dei momenti di lucidità nei quali le lancia avvertimenti che per lei sono senza senso, e degli strani e spaventosi individui sembrano volere a tutti i costi una risposta da lei di cui è ignara e per questo rischia la vita. È in questo caos inspiegabile che la circonda che Sierra, con l’aiuto di Robbie viene a conoscenza dei plasmaombre, individui capaci di “vedere” ombre e spiriti e con il potere di dar loro forma attraverso l’espressione della loro arte.

«Ora che era una plasmaombre, il dipinto assumeva tutta un’altra vita ai suoi occhi. Si sentiva parte di esso e sapeva che, a lavoro finito, il legame tra lei e l’imponente sagoma variopinta sarebbe stato letteralmente consacrato da uno spirito»

Sierra scopre il suo potere di plasmaombre e ne è inizialmente spaventata, ma una ragazza come lei non si fa certo sconfiggere da qualcosa che non conosce, anzi questo è un motivo in più per cominciare a cercare quelle risposte e quelle verità che la sua famiglia le ha tenuto nascoste, con determinazione e coraggio, affrontando il pericolo e la minaccia oscura e misteriosa che pende sulla sua vita, superando al contempo le sue insicurezze e abbattendo i muri emotivi che si era costruita per trasformarsi in una giovane donna consapevole di ciò che è e delle sue possibilità.

Robbie è coetaneo di Sierra, di origini haitiane, schivo e solitario, ma che proprio per questo e per la stessa passione per il disegno che li accomuna l’ha sempre in qualche modo affascinata. Scoprire che anche lui è coinvolto in quel mondo di cui lei era all'oscuro e questo li avvicina e abbatte le convinzioni e le certezze di Sierra. Complici, amici, alleati il loro rapporto piano piano evolve e Robbie diventerà ben presto una delle poche certezze di Sierra; ma in questa avventura ha accanto a lei anche il suo gruppo di amici che, nonostante le rivelazioni che sembrano assurde si dimostrano leali e affrontano con lei il pericolo per aiutarla…o almeno la maggior parte di loro.

Cosa accadrà quando l’ultima e più importante rivelazione verrà alla luce? Sierra sarà abbastanza forte da andare contro l’ostinato silenzio della famiglia, superare la delusione e soprattutto accogliere quell’enorme potere che le scorre tra le mani? Sarà capace di sconfiggere colui che minaccia di eliminare tutti i plasmaombre e riportare l’equilibrio?

Ho letto questo romanzo in un pomeriggio non riuscendo ad abbandonarlo sino alla parola fine. L’autore ha intrecciato una storia che ho trovato originale e particolarmente avvincente, mantenendo un ritmo elevato e sempre più incalzante sino alla fine, riempiendo la trama di azione, emozioni, suspense ed elementi fantasy fuori dall’usuale.

Lo stile narrativo è scorrevole, la scelta di utilizzare il punto di vista della protagonista, seppur in terza persona riesce a far avvicinare a lei il lettore che si trova ad affrontarne assieme a lei le scoperte di un mondo intrigante, in cui la magia e gli spiriti si aggirano tra le strade di una città dall’atmosfera ammaliante, oscura e con un cuore di vita pulsante che batte al ritmo di salsa e musiche sensuali.

I personaggi, tutti, anche quelli dal ruolo marginale ricoprono una funzione e fanno emergere aspetti ora della trama ora della personalità della protagonista, che rimane comunque il perno centrale del romanzo. La parte fantasy e avventurosa prevale su quella sentimentale, cosa che questa volta non mi è dispiaciuta affatto, anzi ha reso la lettura più coinvolgente.

L’autore descrive le scene in cui gli spiriti e le ombre fanno la loro comparsa dettagliatamente, sembra di poterli veder comparire, di sentirne i sussurri alle proprie spalle in un mix crescente di aspettativa e timore.

Un romanzo la cui magia è quella di raccontare la crescita di consapevolezza di un’adolescente nella sua lotta quotidiana contro i mostri dell’insicurezza, dell’inadeguatezza e del pregiudizio attraverso un mondo fantastico e avventuroso, alla ricerca della propria unicità e del proprio valore.


Deb[5]

2 commenti:

  1. Felicissima di leggere la tua bellissima recensione Deb, non vedevo l'ora di saperne di più su questo libro e leggere il tuo entusiasmo è stato bellissimo! Grazie davvero ❤️️

    RispondiElimina