“Oltre ogni limite” di Simona Liubicich - Recensione

domenica 13 novembre 2016

 Buona domenica! Nonostante io non impazzisca per i romance storici Patty oggi con la sua recensione mi ha convinto a mettere in lista lettura questo titolo, soprattutto perché oltre alla parte sentimentale sembra esserci una forte componente suspense e thriller, cosa che io amo particolarmente. Non mi resta che condividere con voi l'opinione di Patty, fatemi sapere se ha convinto anche voi.

Oltre ogni limite
Titolo: Oltre ogni limite
Autore: Simona Liubicich
Genere: Romance Storico
Pagine: 136> Sinossi
San Francisco, 1905
Per Philippa Green, il suo lavoro di investigatrice è tutto, la sua indipendenza di donna, l'aria stessa che respira. Nonostante la sicurezza apparente, il suo cuore è stato spezzato dall'unico uomo che abbia amato davvero: Clive Anderson, capo della Divisione Investigativa di San Francisco.
Adesso, una serie di omicidi la costringono a lavorare fianco a fianco con lui e Phil dovrà lottare contro se stessa per rifiutare quella passione che la divora, mentre uno spietato assassino si aggira nell'ombra a caccia delle sue vittime.
E lei potrebbe essere nel suo mirino...




Recensione
Uno storico? Certo, ma con un tocco di moderno, perché Philippa è una donna forte, indipendente, quasi contemporanea, fuori dalle righe, libera di vivere la sua vita e la sessualità come meglio crede, bella e irraggiungibile. Lei ha un’essenza che nessun uomo può rinchiudere o soffocare.

«[…]ti ho amata sin dal giorno in cui ti ho scorta in quella taverna: così sensuale, eccentrica, diversa. Una donna fuori dal proprio tempo, fuori dalle regole, una donna che difficilmente si può dimenticare. E non solo per la tua bellezza, ma per come sei, per come ti comporti, per il tuo modo arrogante e incosciente di affrontare la vita. Sei speciale, Phil, […]»

Per l’epoca è stranissimo trovare una donna che fa un lavoro da uomo. Philippa è un’investigatrice, come suo padre che non ha mai fatto niente per frenare l’indole della figlia, ribelle e determinata. Un caso difficile si presenta a San Francisco e Philippa si getta a testa china alla ricerca del killer, andando contro l’investigatore capo, Clive Anderson. I due si conoscono, anche fin troppo bene, bruciati da una passione comune che li consuma e crea tensioni. Ognuno segue la sua pista e i suoi informatori per riuscire a fermare il susseguirsi di omicidi, donne vittime di orrendi riti e sfigurate nella loro bellezza. Pochi sono i fattori comuni alle vittime e questo rende tutta ancora più inquietante. Philippa è competitiva, Clive non può farsi da parte e intuisce che la determinazione della donna può diventare un pericolo e rendere il caso ancora più complicato. Un killer sfuggente, un amore che è messo da parte … capiranno i due protagonisti quando è il momento di arrivare a un compromesso? Chi è l’omicida? Cosa muove le sue azioni? Una corsa contro il tempo per evitare che un’altra donna scompaia.

Simona intesse un thriller che tiene col fiato sospeso, non ci risparmia scene raccapriccianti, tanti sono i dettagli che fornisce sulla scena del crimine, attraverso gli occhi di Philippa ci accompagna in questa indagine, non tralasciando la forza dei sentimenti. Una prosa fluida e appassionante che non riesci ad abbandonare fino alla fine, perché la curiosità è sapientemente stimolata in ogni pagina, quando pensi di aver capito, tutto è rimesso in gioco. Indagine, suspense, passione e amore sono i punti focali di questa storia, Simona li ha incastrati perfettamente tra di loro, rimanendo sempre fedele al periodo storico scelto. Posso consigliare questa a lettura a tutti, sia a chi ama l’ambientazione storica sia a chi ama i thriller, non rimarrete delusi, parola mia.
Patty

2 commenti:

  1. Conosco Simona e trovo che sia una scrittrice di talento! Bella recensione Patty
    Metto il libro in WL
    Un bacione

    RispondiElimina