Focus on: I custodi della biblioteca - 4^ tappa blogtour “Il segno della croce” di Glenn Cooper

martedì 8 novembre 2016

Blogtour Il segno della croce
Buongiorno, oggi ho il piacere di poter ospitare una delle tappe del blogtour che vi sta presentando il nuovo libro di Glenn Cooper “Il segno della croce”. Quale sarà il mio compito? Per conoscere ancor meglio i lavori di questo famoso autore vi porterò nel mondo de “I custodi della biblioteca”. Prima di parlarne però, vediamo insieme qualche notizia sul nuovo romanzo disponibile proprio da ieri.

Il segno della croce
Titolo: Il segno della croce
Autore: Glenn Cooper
Genere: Thriller
Editore: Nord
Pagine: 416
Prezzo: euro 19,90 cartaceo - euro 4,99 ebook
Data pubblicazione: 7 Novembre 2016

Sinossi
In un piccolo paese dell'Abruzzo, un giovane sacerdote si alza dal letto. Il dolore è lancinante. La
fasciatura intorno ai polsi è intrisa di sangue. Con estrema cautela, il sacerdote scioglie le bende. Le sue suppliche non sono state esaudite, le piaghe sono ancora aperte. Il giovane chiude gli occhi e inizia a pregare. Prega che gli sia risparmiata quella sofferenza. Che gli sia data la forza di superare quella prova. E che nessuno venga mai a conoscenza del suo segreto... L'Antartide. Intorno a loro, si apre un infinito deserto di ghiaccio e vento. Il gruppo di uomini raggiunge a fatica il punto segnato sulla mappa. E lo individuano: l'ingresso a una caverna scavata decenni prima da chi li ha preceduti in quel continente disabitato. Quando entrano in religioso silenzio, gli uomini si trovano davanti un museo sconosciuto al resto dell'umanità, costruito per conservare i reperti che si ritiene siano andati perduti per sempre. Ma loro sono arrivati lì per due oggetti soltanto. E adesso li stringono tra le mani. Ne manca solo uno, poi l'alba di una nuova era sorgerà sul mondo...

I custodi della biblioteca
Vorreste conoscere la data esatta della vostra morte? In molti di noi la risposta a questa domanda suscita sentimenti contrastanti, curiosità e terrore assieme. Essere in grado di sapere quanto tempo abbiamo a nostra disposizione per poter fare tutto ciò che desideriamo potrebbe spingerci ad agire realmente per realizzare i nostri sogni, ma saremmo in grado di sopportare il ticchettio di quell’orologio che scandisce il tempo che ci è rimasto?

Tutta la trama creata da Glenn Cooper alla base della sua trilogia della biblioteca gira attorno a questa idea: una biblioteca segreta composta da volumi redatti da misteriosi scrivani che sin dal ‘700 vi trascrivono la data di nascita e di morte di ogni essere umano. Attraverso questi tre libri Cooper ci racconta un mistero che parte dal 782 e attraversa un arco temporale che termina nel 2027, anno in cui l’ultimo libro della biblioteca fissa la data di morte di tutti gli individui: l’apocalisse?

“La biblioteca dei morti”, pubblicata per la prima volta nel 2009 è il romanzo d’esordio di Cooper e, a detta dello stesso autore doveva essere uno stand-alone, ma varie difficoltà nella pubblicazione e “stranezze” del mondo editoriale lo hanno, per così dire stimolato a trovare ispirazione per i seguiti.

La storia dei Custodi e della Biblioteca è un thriller che unisce storico, religioso e paranormale, con un mistero inquietante sullo sfondo che potrebbe nascondere il destino dell’umanità e che,  unito a luoghi e personaggi ancora oggi  realmente circondati dalla segretezza (come l’Area 51 o i Servizi Segreti) rimanda a suggestioni e congetture che intrigano il lettore. Medio Evo, Guerra Fredda, Rivoluzione Americana e oscure profezie costruiscono una trilogia che non manca di colpi di scena e in cui serpeggia la paura ancestrale della fine del mondo unita alla speranza di salvezza per l’umanità.

In tutto questo non mancano le vicende personali e sentimentali del protagonista, affascinante e intelligente che si ritroverà innamorato proprio della sua partner nelle indagini sulla Biblioteca, Nancy.

La trilogia della “Biblioteca dei morti” [in originale la serie si chiama “Will Piper”] è così composta:


La biblioteca dei morti [Library of the Dead]

Il libro da cui tutto ha inizio e che fa venire alla luce l’esistenza della Biblioteca. 

La biblioteca dei morti2009. L’agente dell’FBI Will Piper è impegnato a scoprire chi sia il presunto serial killer denominato Doomsday la cui particolarità è quella di mandare una cartolina alle sue vittime in cui è segnata la data della loro morte.  Le indagini portano Will a scoprire l’esistenza di una biblioteca nascosta agli occhi del mondo dove migliaia di libri contengono la data di nascita e di morte di tutti gli uomini. Anche se la parte principale si occupa della storia più o meno contemporanea di Piper, da lì l’autore ci porta indietro a scoprire luoghi e persone che sono strettamente collegate all’esistenza di quei libri. 

Ci porta nel 1947, anno in cui alcuni archeologi scoprono la Biblioteca e in cui Churchill e Truman prendono decisioni e scoprono segreti che peseranno sul destino dell’umanità. 

Ci porta nel dicembre 782, quando nell’abbazia dell’isola di Vectis in Inghilterra un ragazzino dai capelli rossi e gli occhi azzurri su cui pesa una nefasta profezia viene accolto dai monaci; un ragazzino che inizia a scrivere nomi e date di nascita e morte di tutte le persone del mondo, fino alla fine dei tempi e che sarà il primo di una generazione di scrivani impegnati in questo compito diabolico o divino.
Gli scrivani nascevano e poi morivano, ma di vecchiaia. Da quel punto di vista erano uguali a chiunque altro, salvo per il fatto che non annotavano mai le loro date di nascita o di morte.
Divisorio post
Il libro della anime [Book of Souls] 

Questo secondo volume gira attorno a un libro antico che custodisce un segreto che non andrebbe mai rivelato.

Il libro delle animeUn volume misteriosamente scomparso dalla Biblioteca dei Morti, scritto nel 1297 con il sangue da innumerevoli scrivani e riportato alla luce dalla lettera di un abate nel 1334 ormai stanco di sopportare il peso di quel mistero. 

“Il libro della anime” riappare a Londra nei sotterranei di una casa d’aste e chi vuole averlo ne conosce il contenuto e userà qualsiasi mezzo per entrarne in possesso. 

Will viene coinvolto da un ex agente della Cia, Henry Spencer, nelle indagini per trovare questo misterioso volume in cui sono contenute le date di nascita e di morte di tutti gli uomini vissuti dall”VII secolo in poi. 

Cosa nasconde realmente quel volume? Quale sarà il destino dell’agente Piper e dell’umanità intera?
Dopo oltre trent’anni nell’antiquariato librario, Toby Parfitt sapeva che l’unico momento in cui non poteva trattenere un brivido d’eccitazione era quando infilava le mani in una cassa da imballaggio appena arrivata. La sala di catalogazione della casa d’aste Pierce & Whyte si trovava nel seminterrato, perfettamente isolata dal rumore del traffico di Kensigton High Street, a Londra.
Divisorio post
 I custodi della biblioteca - [The Librarians]

L’epilogo della trilogia porta forse con sé anche la fine del mondo 

I custodi della biblioteca2027. L’anno in cui gli scrivani di Vectis hanno indicato la morte di tutti gli individui, la loro ultima eredità prima di suicidarsi e mettere fine alla loro esistenza. 

Will Piper sembrava essersi lasciato alle spalle tutta questa storia, sa che vivrà oltre la data indicata dagli scrivani di Vectis e trascorre in pace la sua vita, almeno fino a quando suo figlio scompare misteriosamente dopo essere partito per l’Inghilterra. Centra forse Clarissa, la giovane che vuole solo fuggire dall’abbazia maledetta? Chi sono i Custodi? La discendenza degli scrivani è realmente conclusa? 

La storia della Biblioteca è resa pubblica e innesca reazioni disparate tra la gente e i governi. Tutto sembra ricominciare da capo: le cartoline con la data di morte compaiono nuovamente, ma sono indirizzate solo a vittime di origine cinese. Cosa si cela dietro tutto questo? 

La vita di Will torna a intrecciarsi all’origine della Biblioteca, tra intrighi politici, enigmi, indagini e colpi di scena riportandolo lì dove tutto ha avuto inizio e dove tutto avrà fine.
Per oltre settecento anni, noi Lightburn siamo stati i Custodi della Biblioteca. È Il motivo per il quale siamo venuti al mondo.
Divisorio post
La trilogia si compone anche di un racconto che fa da intermezzo tra il secondo e il terzo volume, “Il tempo della verità” ambientato nel 2020 e nel quale si racconta delle indagini di Piper e della moglie Nancy per ritrovare il figlio del candidato alla Casa Bianca, rapito misteriosamente. Indagini che potrebbero riportarli proprio nel luogo in cui è conservata la Biblioteca dei Morti.

Cosa ne pensate di questa serie? Siete curiosi di scoprire l’origine degli scrivani e chi sono i misteriosi Custodi? 

Ora è però il momento di tornare a “Il segno della croce” e invitarvi a seguire il blogtour e recuperare le tappe precedenti se le avete perse.
tappe

Vi ricordo che una copia AUTOGRAFATA de “Il segno della croce” aspetta di trovare spazio nella libreria di uno di voi. Come fare?

Calendario1) Diventare lettore fisso dei blog partecipanti:
2) Commentare tutte le tappe del blogtour, lasciando un indirizzo mail per essere contattati in caso di vittoria

3) Condividere sui vari social (Facebook, Twitter, etc..)

4) Mettere "Mi piace" alla pagina Facebook Nord  (CLICCA QUI)

5) Mettere "Mi piace" alla pagina Italiana  Facebook dello scrittore (CLICCA QUI)

Se volete saperne di più sulle opere di Glenn Cooper ed essere sempre aggiornati allora potete andare a curiosare sulla pagina italiana dell’autore (CLICCA QUI)

a Rafflecopter giveaway
  
Divisorio post
Voglio ricordarvi inoltre che Glenn Cooper sarà in Italia per presentare il suo romanzo, lo potete trovare il 19 Novembre a BookCity a Milano e poi qui sotto il calendario con le altre città.



Deb[5]

9 commenti:

  1. Questa trilogia è quella che mi ha fatto conoscere Glenn Cooper, quindi è quella a cui sono più affezionata. Dopo averla letta non potevo davvero rinunciare a leggere altri romanzi. È davvero bravissimo e con "La biblioteca dei morti" mi aveva conquistata!
    Non sono comunque convinta che vorrei conoscere la data della mia morte, ho paura che mi lascerei condizionare troppo! ^____^

    La mia mail (che mi sono accorta non ho lasciato da nessun'altra parte) è: wordsofbooks.blog@gmail.com

    RispondiElimina
  2. Non ho mai letto nulla di Glenn Cooper, ma penso sia ora di iniziare... Magari col "Segno della croce" è la volta buona :P
    E-mail: marco.smeraldi8@gmail.com
    Lettore fisso: Marco Smeraldi
    Mi piace su FB: Marco Smeraldi
    Condivisione tappa: https://www.facebook.com/smeraldi.marco/posts/1037190089726405

    RispondiElimina
  3. Questa è la trilogia che mi ha fatto amare Cooper, gli altri suoi libri li ho letti, alcuni mi sono anche piaciuti molto ma fino ad ora questa trilogia è imbattibile, adesso non vedo l'ora di leggere questo nuovo libro <3

    RispondiElimina
  4. Ho conosciuto Gleen Cooper proprio con Il tempo della verità, che mi ha incuriosito a leggere tutta la trylogia. La mail: e.cherri@alice.it

    RispondiElimina
  5. ho adorato la biblioteca dei morti. ma vorrei recuperare tutte le sue opere. spero di leggerle tutte presto ;)
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it

    RispondiElimina
  6. I libri che hai menzionato sopra li ho tutti nella mia wishlist......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ops..dimenticavo la mia email è bebatag@gmail.com

      Elimina
  7. Ma ben vengano le "stranezze" del mondo editoriale se portano a risultati di questo genere! Ho conosciuto Glenn Cooper proprio grazie a La biblioteca dei morti. :)
    Email: lonely_dreamer@hotmail.it

    RispondiElimina
  8. Grazie a questa tappa ho allungato la mia lista di lettura! Ho segnato tutti i libri e li leggerò al più presto!
    lauradomy@hotmail.it

    RispondiElimina