“Dreamology” di Lucy Keating - Recensione

venerdì 28 ottobre 2016

Banner_Definitivo
Buon venerdì, siete pronti per la festa? Non sono impazzita, semplicemente oggi assieme ad altri blogger partecipo al party per festeggiare la pubblicazione dello young adult con un tocco paranormale di Lucy Keating “Dreamology”.

In cosa consiste il nostro “reviews party”? Potrete leggere svariate opinioni sul libro che abbiamo letto per voi e in più per voi qualche gadget carino. Ma andiamo con ordine e vediamo per chi non lo conosce qualche informazione sul romanzo.

dreamology_8041_x1000Titolo: Dreamology
Titolo originale: Dreamology
Autore: Lucy Keating
Editore: Newton Compton
Genere: Young Adult / Fantasy
Pagine: 288
Prezzo: €. 4,99 ebook / €. 9,99 cartaceo
Data pubblicazione: 20 ottobre 2016
Sinossi
Per quanto Alice può riuscire a ricordare, Max è sempre stato parte integrante dei suoi sogni. Insieme hanno girato il mondo, vissuto esperienze straordinarie e si sono innamorati alla follia. Max è il ragazzo perfetto… Peccato che non sia reale. Perché Max non esiste. O almeno, così ha sempre pensato Alice. Fin quando entra nella sua nuova classe, il primo giorno di scuola, e… non riesce a credere ai suoi occhi: il suo Max è lì, davanti a lei, in carne e ossa. Ben presto però dovrà fare i conti col fatto che il Max reale è molto diverso dal Max dei sogni. Il Max reale è testardo e problematico, ha una vita complicata e intensa, di cui Alice non fa parte, nonché una ragazza, Celeste. Anche il loro incontro e il loro rapporto non sono così perfetti come lei aveva sperato. Quando si è vissuto un amore da sogno, ci si potrà mai accontentare della realtà?

Autrice
Lucy Keating vive a Los Angeles, anche se è cresciuta a Boston, nel Massachusetts. Ha frequentato il Williams College nel Berkshires, e le manca molto la costa orientale degli Stati Uniti. Quando non scrive ama rilassarsi ascoltando musica, inventando nuovi gusti di gelato o intrattenendosi in lunghe e del tutto plausibili conversazioni con il suo cane, Ernie.
Divisorio post

Recensione
20161023_131329

I sogni diventano spesso il rifugio preferito da chi vuole fuggire da una realtà che non vuole accettare o dalla quale scappa per timore di soffrire, ma vivere una vita fatta di soli sogni crea il pericolo di lasciarsi sfuggire di mano una realtà che potrebbe renderci ancor più felici.

Max e Alice si sognano reciprocamente da quando avevano sei anni nonostante non si siano mai conosciuti; entrambi credono che l'altro sia solo il frutto un po' strano della fantasia, ma sono anche consapevoli che quelle notti ricche di avventure in giro per luoghi particolari e strani sono talmente vividi da diventare per entrambi il momento della giornata a cui aggrapparsi per fuggire da una realtà che non è quella che vorrebbero. Ormai adolescenti però, Alice si trova a doversi trasferire per seguire il padre e questo avrà una conseguenza inaspettata, scoprirà che Max, il suo ragazzo dei sogni esiste veramente. Ma se è così, se quelle notti non sono solo il frutto della fantasia allora cosa lega questi due ragazzi, com'è possibile un fenomeno del genere? 

Alice è una ragazza che si porta dietro la sofferenza dell'abbandono poiché la madre, antropologa, ha abbandonato la famiglia quando era piccola per dare la precedenza al suo lavoro. Anche il padre, seppur l'affetto che li lega è un tipo particolare, preso dalle sue ricerche e da spiegazioni logiche per ogni avvenimento.  I momenti più belli della vita di questa ragazza sono la notte, o ogni momento che può rifugiarsi nel sonno per incontrare il suo Max. Alice è una ragazza tenera, romantica e insicura, ma anche determinata e testarda. Legatissima alla sua vita onirica che è ormai diventata il suo rifugio dal mondo reale. 

Incontrare Max è apparentemente un desiderio che si realizza, ma potrebbe anche essere un disastro completo. Possibile che quel ragazzo che sembra non riconoscerla, scontroso, lunatico e sempre razionale e inquadrato sia lo stesso Max che incontra ogni notte, quello divertente, dolce, avventuroso e allegro?

Fortunatamente per Alice in questo momento di sconforto è supportata da un nuovo amico, Oliver. Lo posso dire? Oliver è il personaggio che ho preferito in assoluto, quello per cui ho tifato dall'inizio e per il quale avevo sperato e fatto mille supposizioni, perché è esilarante, bizzarro e allo stesso tempo comprensivo e sempre presente per Alice, anche se in fondo ho capito sin da subito che il legame tra Max e Alice era particolare e profondo.

Tra incomprensioni, personaggi particolari, avvenimenti inspiegabili e nuovi amici Max e Alice sono costretti a conoscersi al di là dei sogni, affrontando il fatto che il loro vissuto e le esperienze concrete sono diverse da quelle che hanno sempre immaginato, e che lo scontro dei loro caratteri e il loro diverso approccio nei confronti della vita potrebbero allontanarli definitivamente.

Alice e Max saranno in grado di vivere realmente la vita che hanno solo sognato o la vita reale infrangerà per sempre il sogno?

L'autrice è stata capace di creare una storia originale e non stereotipata, magica e che racconta in modo non convenzionale il primo amore ma anche alcune problematiche adolescenziali. Le parti in cui la protagonista "vive" i suoi sogni sono incantevoli, leggerle mi ha fatto sentire leggera, come se stessi anch'io fluttuando su una nuvoletta da un capo all'altro del mondo assieme a lei, e allo stesso tempo mi sono sentita pervasa dai suoi stati d'animo. Alice è il nome adatto per questa ragazza, lei che proprio come "Alice nel paese delle meraviglie" visita luoghi bizzarri in cui tutto è possibile e vive mille avventure. E poi ammettiamolo, chi di noi non ha un ragazzo dei sogni che sogna di poter realmente incontrare?

La Keating ha uno stile semplice e diretto, scandito da dialoghi frizzanti e descrizioni che riescono a catapultare il lettore all'interno del racconto. 
La storia è narrata dal punto di vista della protagonista ed è proprio grazie a questo che ci si può immedesimare, comprenderne gli stati d'animo e le implicazioni psicologiche che la portano a rifugiarsi nella realtà dei suoi sogni. Tutti i personaggi hanno caratteristiche ben definite, ci si riesce ad affezionare ad ognuno di loro, divertendosi e sorridendo delle loro bizzarrie e sentendosi partecipi dei loro stati d'animo. Ho amato Oliver, come vi dicevo perché è un personaggio particolare, ma ho amato anche Max con le sue insicurezze e Sophie per essere l'amica sempre presente nonostante la lontananza.

L'autrice parla di sogni, ma è proprio grazie a questi che in realtà descrive al meglio tematiche più importanti come l'abbandono e la perdita di una persona amata, rendendole leggere ma non meno profonde e affrontandole attraverso i risvolti psicologici dei personaggi che ci presenta, il tutto riuscendo a mantenere la sensazione di leggerezza che si prova dall'inizio alla fine della lettura.

Una storia fantasiosa, tenera e soffice come una nuvola di zucchero filato.

Divisorio post
Questa è solo la mia opinione, vi invito a leggere anche quella degli altri blog che partecipano al party, ricordandovi che su ognuno troverete la card con la citazione da scaricare, e se cercate bene su alcuni anche il link per scaricare un bellissimo segnalibro dedicato al libro. Questi i blog da visitare:


E ovviamente ecco qui i gadget abbinati al mio blog…la card con la citazione che ho scelto e il bellissimo segnalibro!

CLICCATE SULLE IMMAGINI PER SCARICARLI

dream1
Deb
14826465_10211084775624632_1190060819_n
Segnalibro

 [Un grazie di cuore a Luigi di Everpop e Rosalba di La Rapunzel dei libri rispettivamente per le card e il segnalibro]

Buon divertimento!
Deb[5]

9 commenti:

  1. Deb cara eccomi! Intanto ti ringrazio per avermi invitata a partecipare a questo bellissimo evento, per me è stato davvero bellissimo <3 Grazie, grazie di cuore ^^ Ed ovviamente sai che questo libro l'ho davvero adorato e quindi sono doppiamente felice di averne potuto parlare insieme a tutti voi <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è stato un piacere, ci tenevo a fare qualcosa assieme e sono felice di aver scelto il libro "giusto" <3

      Elimina
  2. Il libro mi è piaciuto molto. La tua iniziativa è davvero bellissima e anche i segnalibri e le card sono carinissime. Complimenti per l'idea e bella recensione

    RispondiElimina
  3. Quanto mi è piaciuto!*^*
    Come Ely io l'ho trovato un po' affrettato e poco approfondito circa la caratterizzazione dei personaggi, ma questo non mi ha impedito di adorarlo e dargli un posto d'onore in libreria!

    RispondiElimina
  4. Ciao! Sono una tua nuova lettrice, ti ho trovata proprio cercando una recensione di questo libro, che a me è piaciuto davvero tantissimo!!!
    Mi piacerebbe continuare a seguirti, magari scopriamo di avere tante letture in comune :)
    Liza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Liza, benvenuta!! Sono sempre felice di conoscere lettrici nuove, allora ti aspetto volentieri per parlare dei libri che amiamo :)

      Elimina
  5. Ho letto pareri discordanti su questo libro, speriamo bene!

    RispondiElimina