SOLO UNA STORIA D’AMORE E DI TROPPE PATURNIE 2 - di Momi Gatto - Recensione

lunedì 12 settembre 2016

Questa sera Patty ci parla del seguito di un romance che già l’aveva incuriosita per i due protagonisti e il loro rapporto fatto di battibecchi e soprattutto insicurezze. Il seguito di “Solo una storia d’amore e di troppe paturnie” è il secondo volume della “Trilogia delle paturnie”, e se siete curiosi di avere un quadro completo QUI trovate la recensione al primo.

Solo una storia d'amore e di troppe paturnie 2
Titolo: Solo una storia d’amore e di troppe paturnie
Serie: Trilogia delle paturnie #2
Autore: Momi Gatto
Genere: Romance Contemporaneo
Sinossi
In Solo una storia d'amore e di troppe paturnie, Giulia e Davide si sono incontrati, sono diventati amici e, ognuno coi propri tempi, hanno scoperto di amarsi. In questo secondo capitolo della “Trilogia delle paturnie”, li vediamo gestire gli inizi del loro rapporto... una gestione che non sempre li trova sulla stessa lunghezza d’onda. Solo una cosa potrebbe aiutarla nello scontro epico coi suoi timori, ascoltare senza filtri ciò che le dice Davide. Invece Giulia propende per i classici piedi di piombo imbrigliando sentimenti e impulsi, ma farlo con uno come lui si rivela presto impossibile. La schiettezza del pallanuotista, unita alle continue stoccate mirate a farle abbassare la guardia, la convincono ad abbandonare il lato oscuro delle paranoie. Peccato però che, nonostante lui ci si avvicini in modo quasi indecoroso, il ragazzo perfetto non esista. Detto ciò, alzi la mano chi non ha scambi di vedute col proprio innamorato, chi non ci litiga, chi non ha avuto una crisi... autorizzata o meno che fosse. Riuscirà il caratterino caparbio e frizzante della nostra protagonista a sostenerla nel tenere testa a quel turbine senza freni che è il suo fidanzato?
Recensione
«Giulia, amarti è facile come respirare, ma al tempo stesso è complicato, perché a volte il bisogno di proteggerti ha la priorità su ogni cosa»

Giulia e Davide sono tornati, in questo amore/scontro che è il loro rapporto. Finalmente sono una coppia, ma Giulia è sempre insicura e la sua mente, come quella di qualsiasi donna, pensa troppo, lavora di continuo e le sue paturnie non hanno fine. Due ragazzi che si amano e non dovrebbero aver nessun tipo di problema, ma i rapporti perfetti non esistono, non sono veri, in una coppia è normale discutere e avere pareri contrastanti. Giulia però non crede in questa imperfezione, la sua paura più grande è soffrire quando Davide la lascerà, perché, secondo lei, questo succederà sicuramente e lei non vuole uscirne annientata. Il suo amore per Davide è immenso, non ha mai provato sentimenti del genere ed è sicura che mai li proverà con qualcun altro, tutte le sue incertezze però non hanno motivo di esistere; Davide la venera, la ama e lo dimostra in molti modi, nonostante i loro impegni reciproci cerca di ritagliare dei momenti solo per loro, ma Giulia gli mette sempre un freno. Per quanto Davide possa sembrare il ragazzo perfetto, non lo è, anche lui ha i suoi difetti: geloso, possessivo, troppo protettivo. Un rapporto intenso, nonostante vari battibecchi e il fatto che entrambi siano gelosi non aiuti, anche se è bello fare la pace dopo un litigio, nessuno può negarlo. Giulia riuscirà a mettere a tacere la sua mente? Davide riuscirà a convincerla a vivere la loro storia giorno per giorno e a conquistarla definitivamente?

La storia è scritta in prima persona, partendo dal punto di vista di Giulia e alternandolo in seguito con quello di Davide che questa volta ha più voce in capitolo come è giusto che sia. L’autrice incalza tra momenti buffi, romantici, passionali e piccoli litigi, rispecchia quello che è la vita di due giovani alle prese col primo vero grande amore, fatto anche di incomprensioni e ripicche, circondati da un bellissimo gruppo di amici, sempre presenti che patteggiano per la loro storia. È stato divertente ritrovare tutti i personaggi del primo libro e vedere come si sono evolute le loro vite di coppia e non. Amici che chiunque vorrebbe avere, soprattutto nei momenti difficili, sinceri e capaci di non esporsi troppo da una parte o dall’altra, ma che cercano l’equilibrio e la comprensione nella coppia.  Come per il primo libro, battute divertenti, un dialogo introspettivo amalgamato bene con il resto del testo, una scrittura fluida che non annoia, anzi incuriosisce il lettore che vuole capire fino a dove sono disposti ad arrivare questi due sciocchi. Descrizioni precise di ambienti e sentimenti, questa volta la piscina si vede meno e la storia si svolge tutta tra weekend in montagna, Toscana e Roma, feste e party, matrimoni e cene, insomma molto ricca di avvenimenti. Che cosa aspettate, non posso farmi scappare spoiler, ma mi permetto di dirvi che Giulia e Davide ne combinano delle belle, a causa delle loro menti imperfette e pericolosamente diverse, perché un uomo e una donna non la penseranno mai allo stesso modo.

Vi auguro buona lettura.
banner post









Commento

6 commenti:

  1. Grazie mille Patty. Mi hai emozionata... Di nuovo. Un abbraccio grande. Momi

    RispondiElimina
  2. Grazie a te che mi hai dato l'opportunità di leggere la storia di Giulia e Davide.

    RispondiElimina
  3. Che bella recensione Deb sembra proprio che debba recuperare il primo libro ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty ha convinto anche me, vediamo se riuscirò a leggerlo prima o poi :)

      Elimina
    2. Ciao Ely, grazie per aver letto la recensione e per aver lasciato il tuo commento. Ciao

      Elimina