LA DISTANZA TRA ME E TE di Lucrezia Scali - Recensione

lunedì 26 settembre 2016

Il libro di cui vi parlo oggi l’ho letto in qualche ora, anzi direi che l’ho divorato! Avevo già avuto modo di leggere il romanzo d’esordio di Lucrezia Scali (Te lo dico sottovoce) e già allora ne ero rimasta piacevolmente colpita, ma devo ammettere che in questa storia ho constatato una crescita nello stile narrativo che rende il romanzo ancor più piacevole e scorrevole.

 la distanza tra me e te
Titolo: La distanza tra me e te
Autore: Lucrezia Scali
Editore: Newton Compton
Genere: Romance Contemporaneo
Pagine: 277

Sinossi
Isabel abita a Roma: poco socievole, precisa, abitudinaria, programma la sua vita nel dettaglio. Non sopporta le sorprese, non le piace cambiare i suoi piani all’ultimo momento e considera l’imprevisto un vero nemico. Andreas vive in un piccolo bilocale a Torino, dove gestisce l’officina del padre. Ama la compagnia degli altri, il rischio e l’avventura. Due mondi incompatibili, uniti solo da una comune passione: i cani. Entrambi ne hanno uno, a cui sono legatissimi. Ed è proprio quando li accompagnano a una gara, che Isabel e Andreas s’incontrano. O per meglio dire, si scontrano, perché l’impatto non è dei migliori. Quasi per gioco, i due prendono a scriversi su Facebook. Brevi messaggi conditi da ironia e frecciatine. Sarebbe tutto perfetto, se Isabel non fosse sposata e Andreas fidanzato...
Recensione

A volte l'amore arriva al momento sbagliato, o forse siamo solo noi e le nostre paure a renderlo tale.

«Io ero molto legata alle mie abitudini. Tenevo sempre un’agenda nella mia borsa, sulla quale annotavo ogni singolo dettaglio della mia giornata. L’importante era sapere cosa fare il giorno dopo, anche l’ora dopo, avere tutto sotto controllo, perché le sorprese mi scombussolavano»

Isabel ha ventinove anni, vive a Roma e la sua vita appare perfetta. Un marito che ama, una vita agiata, tutto scandito da ritmi regolari e organizzato nei dettagli in modo da non avere sorprese. Il marito vuole che si dedichi alle sue passioni e non le permette di lavorare, e lei non ci trova nulla di male, preferisce accudire la casa, appoggiarlo anche se vuol dire ritrovarsi spesso da sola o con una cenetta a sorpresa saltata a causa degli impegni lavorativi di lui. C'è però una cosa che le riempie la vita, Frida, il suo amatissimo cane. Il suo amore per lei le fa scoprire le gare di agility che diventano la sua fonte di svago, la sua fuga dalla solitudine affettiva che la circonda e che si è in un certo senso auto-imposta per mantenere quel senso di tranquillità e serenità raggiunta. Sia chiaro, non è una moglie insoddisfatta, anzi l'amore e la passione non le mancano, semplicemente sono relegati ai momenti "giusti", hanno spazi prestabiliti.

«Infatti, hai detto bene: io non ho niente. Però quel niente lo vivo come se fosse il mio ultimo giorno, come se fosse l’ultimo desiderio di un condannato. Domani potrei non esserci più e allora perché privarmi di tutta la meraviglia del mondo per paura di non fare la cosa giusta?»

Andreas è esattamente il contrario di Isabel; vive a Torino e cerca di mandare avanti l'attività di meccanico che ha ereditato dal padre dopo averlo perso. Lotta ogni mese con i conti da pagare, non ha mai voluto impegnarsi affettivamente, è estroverso e un po' egocentrico, e ha un amore viscerale per il suo migliore amico peloso a quattro zampe, Ulisse.

Cosa hanno in comune Andreas e Isabel? Nulla, a parte l'amore per i cani e le gare di agility. Ed è proprio durante una di queste gare che si "scontrano" e inizia tutto. Isabel lo inquadra come il solito bello e arrogante che crede di poter avere tutto, mentre per Andreas lei è l'incarnazione di quelle ragazze attratte dal denaro che non si fanno scrupoli a essere mantenute da mariti più anziani e/o famosi. Ma si sa, spesso è ciò che non sopportiamo ad attrarci inconsapevolmente. E infatti Andreas rintraccerà Isabel su FB e da quel momento inizieranno uno scambio di messaggi pieni di frecciatine, battute, che lentamente  si trasformeranno in confidenze e vicinanza.

«Tu sei come una di quelle scosse così leggere da essere avvertita dalle poche persone che si trovano in un idilliaco stato di quiete»

Piano piano vediamo trasformarsi qualcosa che sembra una semplice amicizia in uno scambio fatto di sincerità, momenti ironici e divertenti e altri più toccanti, fino a sfociare in un sentimento forte e inaspettato da parte di entrambi. 

Sarà Isabel con la sua razionalità e il buon senso a riportare tutto a un livello amichevole dimenticando che Andreas le ha "fatto oscillare il cuore"? O Andreas riuscirà a farle capire che la vita va vissuta attimo per attimo, che si deve seguire la propria felicità e non fare tutto in funzione della felicità di chi ci circonda?

La Scali riesce ad emozionare con storie di vita reale, quotidianità, e personaggi che potremmo tranquillamente incontrare; ha la capacità di arrivare al cuore con la suo prosa diretta e ricca. Lo stile è cresciuto, molto più scorrevole soprattutto nelle parti descrittive. Questa che racconta è una storia totalmente immersa nell'attualità e lei riesce a tracciare perfettamente i meccanismi che si innescano nella nascita di questi rapporti "virtuali": il sentirsi portati a confidarsi perché non si ha il timore di essere giudicati, l'attesa per un messaggio che non arriva, fino ai sorrisi un po' "ebeti" che ci si stampa in viso quando finalmente il cellulare emette la sua lucetta...Rapporti che possono rimanere lì, all'interno di una chat e altri a cui si cerca di dare un volto, una possibilità.

E poi ovviamente c'è l'altra caratteristica dell'autrice che io amo, letteralmente, ed è la presenza costante e l'affetto sincero dei cani, che nei suoi libri non sono solo un "di più", ma entrano a pieno diritto tra i personaggi. Anche in questo caso Frida e Ulisse vengono descritti per come sono, per ciò che trasmettono e alla fine non si può fare a meno di voler loro bene proprio come se fossero i cani di due amici e desiderare di poterli rincorrere e lanciargli la palla.

Questo è un romanzo che mi ha fatto divertire ed emozionato, mi ha fatto arrabbiare ma anche soffrire, ho amato i personaggi per i quali provi affetto "nonostante" i difetti; una storia ricca di sentimento e speranza. Una speranza che sta tutta in quell'epilogo dagli occhi celesti...

Divisorio interno post

Questa recensione fa parte della rubrica “Domino Letterario” di settembre, in cui alcuni blog fanno una specie di staffetta recensioni ognuno collegandosi alla scelta del libro del blog che lo precede. Io mi sono collegata al libro del blog "Leggere tra le nuvole" perché sono entrambi di autrici italiane.
Se avete voglia dei seguire tutte le tessere e scoprire altri libri eccovi il calendario e i blog partecipanti.



Deb


31 commenti:

  1. Non fa proprio per me, purtroppo, ma sono contenta che a te abbia lasciato così tanto. :)

    RispondiElimina
  2. Avevo letto un'altra recensione su questo libro ed era molto negativa, quindi mi ero convinta che non valesse la pena leggerlo. Ora però, con la tua recensione, ho rivalutato la storia. Magari una possibilità gliela do!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente dipende tanto anche dai gusti e dai generi che uno ama leggere. Sicuramente la protagonista può lasciare un po' spiazzati, quello è vero, però la storia è riuscita a catturarmi e poi mi piace lo stile dell'autrice :-)

      Elimina
  3. Mi riconosco molto nelle caratteristiche della protagonista e questo libro mi sembra molto carino. Anche se in questo periodo non sono molto in vena di rosa lo terrò presente nelle future letture.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è molto "rosa", quindi sì, meglio essere nel periodo giusto ^_^

      Elimina
  4. Sembra molto carino ma non so se riuscirò a dedicarmici a breve!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sa che abbiamo gli stessi problemi di tempo XD

      Elimina
  5. Letto e mi è piaciuto, nonostante il romance non fosse proprio il mio genere preferito!

    RispondiElimina
  6. non so.. un poco mi rivedo nella protagonista, neanche a me piacciono le sorprese e sono abitudinaria, però credo che dopo tre pagine mi annoierei a morte XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dipende da cosa cerchi in una lettura, però nel caso volessi tentare fammi sapere :D

      Elimina
  7. Nel mio kindle da un po', sarà una delle prossime letture

    RispondiElimina
  8. Non ho letto la recensione! U_U
    Semplicemente perché ce l'ho anche io in ebook e spero di leggerlo presto.. se leggo la tua recensione addio arretrati, perché rischio di fiondarmici subito facendo un caos terribile alla lista di letture in attesa XD
    Spero questa volta, però, di infilarmi di più in una storia romantica e che l'atmosfera di contorno prevalga meno ^^ Poi Lucrezia scrive bene, lo sappiamo ^^

    RispondiElimina
  9. Bello bello bello sia il libro che la tua bellissima recensione. La Scali è superba ❤️

    RispondiElimina
  10. Un libro bellissimo, lo sapevo che ti sarebbe piaciuto!!!
    Bacio

    RispondiElimina
  11. E' una di quelle letture che non so se farei mai. Perchè le cose troppo romantiche mi spiazzano un pò. Però da quello che ho letto nella tue recensione potrebbe piacermi!


    # Hanna M. (La Tana dei libri sconosciuti)

    RispondiElimina
  12. Questo libro l'ho visto ovunque, maggiormente consigliato, ma ancora non sono riuscita a decidermi a prenderlo XD Volevo prima finire un paio di letture arretrate, spero che dopo sia la volta buona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. solo un paio di letture arretrate?!Caspita brava, io sono ancora in alto mare XD

      Elimina
  13. Ho letto recensioni molto contrastanti su questo libro, devo pensarci a fondo xD

    RispondiElimina
  14. Sono contenta che un'autrice italiana abbia così tanto successo, ma io non credo riuscirei a leggerlo.

    RispondiElimina
  15. Ammetto di non avere letto ne questo libro e ne i precedenti, ma li voglio recuperare al più presto, forse leggerò proprio questo...
    Ella

    RispondiElimina
  16. Questo è sicuramente un libro che leggerò perché sono rimasta piacevolmente colpita da Te lo dico sottovoce, quindi questa autrice continuerà a far parte della mia libreria :D

    RispondiElimina