5^ Tappa Blogtour “INTO THE SUN” di Annabelle Lee - Recensione

sabato 10 settembre 2016

Oggi è il mio turno di ospitare il blogtour di presentazione del romance contemporaneo “Into the sun” di Annabelle Lee, blogtour con tanti contenuti originali in anteprima.

Per voi ho preparato la mia recensione, in modo da introdurvi al romanzo e darvi la mia opinione.
Prima però partiamo con le informazioni sul libro.

INTO THE SUN
Titolo: Into The Sun
Autrice: Annabelle Lee
Editore: autopubblicato
Data di uscita: 24 giugno 2016
Genere: Romanzo Contemporaneo, Romance, New Adult
Prezzo: 4.99€, in offerta di lancio a 2.99€
Formato: ebook (in vendita sulle maggiori librerie online)
Lunghezza: 250 pagine
Pagina FB - Instagram - Twitter Amazon

Sinossi
Questo non è il solito romance. E questa non è la solita storia.
Rimanere a Los Angeles altri sei mesi per consolidare il lavoro iniziato non era certo un problema per Jade d’Angelo. Considerando che in Italia non c’era nessuno ad attenderla, Los Angeles le andava bene come qualsiasi altra metropoli del mondo. Anzi, anche meglio: clima favoloso, gente rilassata (anche se pur sempre competitiva, come tutti gli americani in carriera), la vicinanza dell’oceano...
Tutto girava al meglio per la bella Jade, e allora perché non sfidare la sorte, accettando un drink dal tenebroso sconosciuto che gira armato e decide al posto suo?
Ambientazioni favolose, feste stupende, regali impensabili, l’uomo perfetto... Già, il cliché assoluto. Ma, pur avendo la certezza del finale impossibile, chi resisterebbe ai propri sogni? E Sebastian Godwin non è di certo uno a cui si può dire di no, anche se si ha il presagio del pericolo, anche se tutti gli indizi portano in un unica direzione...
La felicità, sì, a quale prezzo?
«Sei come un'orchidea, Jade! Bellissima e con tante sfumatura di colori ad un primo sguardo ma, se guardata in trasparenza, piena di quelle nervature che delineano il tuo vero carattere»
Recensione

Jade D’Angelo è una giovane donna che definirei cosmopolita, moderna e indipendente. Fuggita assieme alla nonna durante l’infanzia dalla Russia per trasferirsi a Parigi è cresciuta con la convinzione che non esista un lieto fine, mantenendo un pizzico di cinismo che non la fa lasciare totalmente andare e aprire il cuore, ma nonostante questo il suo animo positivo l’ha sempre fatta andare avanti con entusiasmo per la vita, allontanando il più possibile da sé i pensieri truci e i ricordi dolorosi, buttandosi con entusiasmo nelle situazioni che le si presentano. Anche in questo caso il suo essere spontanea, un po’ logorroica, ironica e contorta nelle sue elucubrazioni mentali la mette nei guai, accettando di trascorrere una serata in compagnia di un affascinante e tenebroso uomo, non sapendo che la sua vita sta per essere stravolta in molti modi.

Sebastian Godwin è l’uomo Alpha che si incontra in questo genere di romanzo: bellissimo, ricchissimo, sicuro di sé, capace di incatenare una donna con il suo magnetismo e la sua parte dominatrice. Ma Sebastian mostra sin da subito anche una parte pericolosa, atteggiamenti al limite che solitamente avrebbero dovuto far fuggire una ragazza (è la stessa Jade a rendersene conto), ma la nostra protagonista è un tipetto particolare e invece di lasciar perdere qualcosa che sa le porterà solo guai si lascia andare all’attrazione che prova quando Sebastian le è vicino.

Il rapporto che si instaura tra loro è fatto di sfide verbali, passione estrema e una specie di gioco al gatto col topo in cui le parti spesso si invertono, anche se alla fine è sempre Jade a cedere alle decisioni di Sebastian. Anche se non perde la sua parte intraprendente e il suo desiderio di indipendenza Jade cede, lascia che sia Sebastian a decidere per lei e non solo per ciò che riguarda la loro relazione. Sebastian dal canto suo perde un po’ di quegli atteggiamenti “forti” che nelle prime pagine ammetto mi avevano fatto storcere il naso, con il timore di trovarmi davanti a un personaggio davvero troppo oltre il limite, ma per fortuna così non è e di lui emerge, nonostante la possessività e l’arroganza anche una parte affettuosa e tenera verso Jade.

La storia è percorsa dal mistero che circonda Sebastian; Jade si lascia andare, ma sa benissimo di non conoscere chi sia realmente quest’uomo, sa solo che durante la loro frequentazione si troverà spesso al centro di avvenimenti strani e a volte pericolosi, fino a un epilogo e una rivelazione totalmente inaspettata che mette un tocco di paranormale al libro, il momento che mi ha personalmente più colpito.

Lo stile narrativo scelto dall’autrice è molto semplice e colloquiale,  la storia è raccontata attraverso gli occhi della stessa protagonista in una sorta di dialogo tra lei e il lettore. Ci sono molte descrizioni dettagliate di luoghi e abiti, che come sapete io non amo particolarmente ma sicuramente molto glamour e belle e che riescono a calare il lettore nell’ambientazione sfarzosa di una Los Angeles dell’alta società.

La parte che ho trovato davvero interessante in questo romance fuori dagli schemi è l’epilogo, sia nel suo svolgimento che stravolge qualsiasi idea ci si sarebbe fatti fino a quel momento, sia nella sua conclusione che definirei spiazzante,  non so bene quali sensazioni mi abbia lasciato...c’è forse margine per un seguito? 

Commento

4 commenti:

  1. Che bel blog!..e bella recensione! Adoro già questo libro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Michela <3 Allora spero di ritrovarti in giro tra i post ;-)

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Questa cosa che nel finale c'è un tocco di paranormale...mi piace molto..bellissima recensione e grazie per la dritta :-)

    RispondiElimina