TUTTA LA VERITÀ SU GLORIA ELLIS di Martyn Bedford

lunedì 1 agosto 2016

Oggi voglio parlarvi di uno Young Adult molto particolare e misterioso, la storia di una ragazza che nasconde un segreto, il segreto di voler essere libera…

Tutta la verità su Gloria Ellis

Titolo: Tutta la verità su Gloria Ellis
Autore: Martyn Bedford
Editore: De Agostini YA
Genere: YA - Giallo
(FILEminimizer) Sinossi
Gloria Ellis ha quindici anni e odia la sua vita. Odia la stupida cittadina di provincia in cui è cresciuta, la stupida scuola che frequenta e gli stupidi amici che vede tutti i giorni. È per questo che quando nella sua classe arriva un ragazzo nuovo, un ragazzo deciso a infrangere ogni regola, Gloria se ne innamora immediatamente. In apparenza Uman è tutto ciò che lei ha sempre sognato: è brillante, sicuro di sé, imprevedibile. Ed è pronto a trascinarla in un'avventura che non conosce limiti, se non quelli del proprio coraggio. Gloria accetta la sfida e parte - senza lasciare un biglietto, senza salutare nessuno - per una folle e romantica fuga attraverso l'Inghilterra. All'inizio tutto è come lei se l'era immaginato: un'esperienza liberatoria, esaltante. Presto, però, Uman si rivela diverso da quel che sembrava. E quando Gloria se ne accorge, quando scopre la verità su di lui, si ritrova ormai molto lontana da casa. Forse troppo lontana.
(FILEminimizer) Recensione

«È buffo, io non mi sono mai considerata scomparsa. Come si sparisce da sé stessi?»

La monotonia scandita da giorni sempre uguali, stessi ritmi, medesime facce, azioni, appuntamenti…alienarsi è più che facile, almeno sino a quando dentro di noi scatta una molla che ci fa arrivare al punto di rottura. L’infelicità in fondo cos’è se non la voce di un desiderio ancora inespresso? Come ascoltare questa voce? Agguantando anche la più piccola occasione per riconquistare sé stessi e riscoprirsi vivi.

«[…] sei complessa. Sai cosa significa “carisma pedagogico”, però preferisci travisarne il significato per nascondere la tua intelligenza dietro un velo di umorismo.»

Gloria si aggrappa a quel qualcosa (o qualcuno) che può renderla libera di sognare. Una quindicenne normale, con amici, scuola, famiglia come tanti. Una ragazza forse più matura della sua età e molto intelligente che si sente soffocare, intrappolata e infelice in una vita che sembra già progettata senza che lei abbia avuto alcuna voce in capitolo. Un giorno Gloria scompare e non fa ritorno per due settimane; due settimane di silenzio che se per la sua famiglia sono di angoscia, per lei potrebbero essere state un piccolo sogno.

 « - Com’è che siamo tornati a parlare di me? -
   - Perché tu sei uno con il tetto a strisce mentre il mio è di un banalissimo grigio -
   - No, non dentro di te. Dentro di te, Gloria, tu sei un caleidoscopio di rosa e viola - »

L’incontro con Uman segna la svolta che Gloria non sapeva nemmeno di attendere. Uman è un ragazzo completamente fuori dagli schemi, che sfida le regole e la vita, che vuole sentirsi vivo a ogni costo e libero. Libero da un passato che gli ha tolto tutto e l’ha lasciato nella più totale depressione, tranne quando si lascia trasportare oltre i limiti. Ed è proprio Uman con la sua intelligenza e dialettica arguta, con le sue stramberie e la sua capacità di “vedere” la gente a portare a galla la vera Gloria, quella sepolta sotto la quotidianità.

Gloria e Uman scompaiono, ma a tornare è solo Gloria. Cosa sarà accaduto realmente in quei giorni? Il desiderio di vita e libertà, il sogno che hanno vissuto questi due ragazzi è destinato a finire pagando un prezzo troppo alto?

La particolarità di questo libro risiede proprio nella scelta dell’autore di far raccontare la storia attraverso la voce della protagonista che sta subendo un interrogatorio di polizia dopo che è riapparsa dal nulla. Flashback che richiamano i luoghi in cui è stata, ma che parlano anche di un viaggio non solo reale, quanto piuttosto alla scoperta di sé e alla possibilità di riappropriarsi di quella parte più vera nascosta nel profondo.

Tramite questo escamotage l’autore riesce a portare a galla tutti i sentimenti che la protagonista vive: l’insofferenza, il sentirsi trascurati, la paura che crescendo la vita sarà solo un susseguirsi di traguardi su un percorso già tracciato, il desiderio di poter scegliere.

Una storia che racconta crescita, dolore, gioia, amore.

L’autore parla di un sogno in contrasto con la realtà, di sentimenti che si scontrano con la ragione, per poi riportare tutto a una dimensione più concreta. Un finale dolce-amaro che spiazza, per poi lanciare una corda alla speranza.



Lascia un commento


2 commenti:

  1. Ciao Deb concordo su moltissime cose, mi e' piaciuto questo libro ma non l'ho vissuto come un giallo ma come uno psicologico. Infanzia, adolescenza, voglia ed ansia del futuro, un mix che mi ha preso eccome ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, psicologico rende meglio l'idea <3

      Elimina