LA STORIA D’AMORE PIÙ BELLA DEL MONDO di Massimo Incerpi - Recensione

venerdì 12 agosto 2016

Oggi voglio parlarvi di un romanzo verso il quale nutrivo aspettative più alte di quanto invece si è rivelato. Sicuramente incuriosita da un'ambientazione originale e attuale e dal titolo, mi aspettavo di leggere "La storia d'amore più bella del mondo", cosa che purtroppo non ho percepito, anche perché la storia d'amore in realtà non inizia concretamente.

La storia d'amore più bella del mondoTitolo: La storia d’amore più bella del mondo 
Autore: Massimo Incerpi 
Editore: Newton Compton 
Genere: Romance - NA

(FILEminimizer) Sinossi
Azzurra ha diciannove anni, ha appena cominciato l’università e vive con la madre. Ragazza modello, ha sempre rigato dritto, seguendo i consigli degli adulti. Almeno finora. Ignorando tutti i pareri contrari, questa volta ha deciso di partecipare a un programma televisivo: La storia d’amore più bella del mondo. Il format prevede che un ragazzo sia corteggiato da più pretendenti e che alla fine ne scelga una da frequentare al di fuori degli studi. La prima serata in TV c’è Omar, un venticinquenne di Milano, bello e carismatico: Azzurra ne è rimasta affascinata la prima volta in cui lo ha visto. Ma le cose non vanno come si aspettava, infatti il ragazzo sembra non provare interesse per lei e apprezzare invece le altre corteggiatrici. Dopo la registrazione della puntata, però, Omar la sorprende, proponendole di trascorrere una giornata a Parigi insieme a lui. Azzurra accetta, ma proprio quando sta per lasciarsi andare, dal suo passato ricompare Tommy, il suo ex, e con lui i tradimenti e la sofferenza che ha subìto e non ancora dimenticato…
di una o più razze comporterà, infatti, la distruzione del pianeta Terra.
(FILEminimizer) Recensione
 «Cerco di allontanare paure e insicurezze e di trovare il coraggio che è in me. La mia famiglia contro, la mia amica Sara dalla mia parte. E poi io, convinta di poter sfidare chiunque, in primis me stessa. Sono decisamente stanca di piangermi addosso, stanca di chiudermi a riccio, stanca delle mie paranoie»
 
Come avrete capito,  Azzurra, la protagonista e voce narrante di questa storia è una ragazza che vuole ricominciare; molte insicurezze e una madre ingombrante dalla quale si è fatta sempre influenzare consciamente e inconsciamente, la delusione verso il suo primo amore che l'ha tradita e lasciata, l'immaturità di comprendere cosa sia realmente l'amore. Decisa ad attuare quindi questa svolta nella vita cosa fa? Ognuna di noi probabilmente cercherebbe di cambiare aspetto o atteggiamento nei confronti degli altri, oppure di cambiare giro di amicizia e ambiente...lei no, lei decide di andare a corteggiare quello che considera il suo principe azzurro, la sua nuova occasione in tv partecipando a un programma televisivo in cui Omar (il principe azzurro del caso) dovrà scegliere tra alcune corteggiatrici la ragazza con la quale iniziare una storia (esatto, un incrocio tra Uomini e Donne e Temptation Island).

Ora, mettendo da parte il fatto che una scelta del genere a mio parere non dimostra tanto la voglia di cambiamento e riscatto, quanto piuttosto il rifugiarsi in un ulteriore sogno per sfuggire alla vita reale, la scelta dell'autore di prendere spunto da questi programmi televisivi è molto originale e attuale al contempo. Purtroppo tutto ciò che accade è molto veloce, i colpi di scena, i sentimenti, gli incontri, tutto si consuma così velocemente da non risultare completamente credibile e, nel mio caso, coinvolgente. Mi sono ritrovata spesso a non comprendere i comportamenti della protagonista, prima fresca, genuina e spontanea, che poi si trasforma in una ragazza permalosa, contraddittoria, indecisa e capace di tira e molla molto "scenici" ai fini del programma.

Cosa dire di Omar, il ragazzo corteggiato? Sinceramente fintanto che la voce narrante è stata Azzurra non mi è dispiaciuto: oltre alla bellezza (ovviamente da fotomodello!), appare serio nel voler trovare l'anima gemella, insicuro sulle intenzioni delle corteggiatrici ma comprensivo e spinto da reali sentimenti che vanno al di là del gioco televisivo. Poi l'epilogo, quello in cui è lui a diventare il narratore lo fa cadere miseramente in basso nella mia graduatoria: si dimostra arrogante, un tantino egoista, giocatore e assolutamente privo di tatto.

In tutto questo c'è anche Tommy, l'ex di Azzurra che compare relativamente poco (ma in realtà anche Omar a parte gli "appuntamenti" organizzati dalla trasmissione non si palesa tanto). Di lui inizialmente ho pensato solo al suo essere traditore, poi diventa colui che vuole riconquistare Azzurra, ma lo fa in modi talmente sbagliati e spesso subdoli che è impossibile giustificare. Poi improvvisamente (e qui uno dei casi in cui il cambiamento è repentino e non supportato da un evolversi della storia), diventa dolce, affidabile, per poi arrivare all'epilogo come...un punto interrogativo?

Come dicevo rapporti, avvenimenti, personaggi vengono tutti raccontati attraverso i soli occhi della protagonista, questo a mio parere rende il racconto meno completo, con aspetti che si modificano troppo repentinamente e sentimenti che non trovano basi su cui poggiare realmente. La scrittura dell'autore è semplice ma scorrevole, il che rende la lettura piacevole, ma personalmente non mi ha "travolta".

Visto l'epilogo penso che l'autore voglia dare un seguito, in questo caso vorrei dare un solo consiglio che però è semplicemente l'idea di una lettrice, e cioè di sviluppare la storia attraverso due/tre punti di vista in modo da dare più ritmo e profondità a più aspetti e situazioni.

Lascia un commento

2 commenti:

  1. wow, originale sì! però non amo particolarmente il cambio rapido di carattere... e dalla copertina mi sarei aspettata un romanzo totalmente diverso ;) se mi capita lo leggo :)

    RispondiElimina
  2. Mha questo libro mi ispira davvero poco, ho letto vari pareri su questa storia e sinceramente ho deciso che non fa per me

    RispondiElimina