Il martedì delle ragazze: citazioni e tazze di tè #23

martedì 2 agosto 2016

il martedì delle ragazze
Martedì significa ora del tè!! Io, Virginia (Le recensioni delle Libraia) e Isabella (Bosco dei sogni fantastici) torniamo a farvi compagnia presentandovi le citazioni di questa settimana che ci hanno colpito. Condividete con noi le vostre, e buona lettura!

 Virgy:

"Il tempo passa in fretta... E il valore di certi momenti si comprende solo quando diventano ricordi e non possono più essere rivissuti"

Estate Batticuore di Cristina Chiperi, Ilaria Soragni, Valentina F. e Daniela Azzone - Leggereditore

Ho scelto questa frase perché mi ricorda di godere ogni giorno di ogni piccolo istante, perché ogni attimo è prezioso e rimarrà nel cuore come un bellissimo ricordo.

Isa:  

"Obizzo d'Este sedeva davanti alla propria tenda, intento a nutrire uno sparviero con dei brandelli di carne. Se li faceva strappare dalle dita, istigando la bestia a far forza con il rostro. Avvicinandosi a lui, Maynard non poté esimersi dal fissare le sue iridi nere immobili sul predatore. Un'impresa ardua indovinare i pensieri che nascondevano. 
-Ignoravo foste giunto qui per dedicarvi alla falconeria- , esordì con tono tutt'altro che faceto.
-Per meditare su chi è cacciatore e chi la preda, piuttosto - ribattè il nobiluomo sollevando lo sguardo.

Tratto da "L'Abbazia dei Cento Inganni" di Marcello Simoni (ed. Newton Compton).

Ho scelto questo passaggio perchè effettivamente credo che il 'dualismo' possa esserci in ognuno di noi, a seconda della situazione in cui ci troviamo scegliamo se essere predatore o preda e, se non possiamo scegliere, ugualmente rivestiamo involontariamente uno dei due ruoli.
Lo sparviero è cacciatore, finché qualcuno non lo caccerà a sua volta: in quell'occasione il suo ruolo diventerà quello di preda, decisamente opposto al suo solito.

Io:  

«Vivi come il fiume, che non sta mai fermo e non torna mai indietro ma scorre sempre in avanti. Se arrivi al deserto, trasformati in nuvola e attraversalo in volo, poi ricadi come pioggia dall'altra parte per tornare fiume»

Tutta la verità su Gloria Ellis-Martyn Bedford

Questa frase mi ha colpito subito appena l’ho letta. È molto suggestiva e mi sembra che in qualche modo mi rappresenti: un fiume che non sta mai fermo senza pensare troppo al passato ma guardando sempre al futuro e che, in qualche modo, sino a ora è riuscito sempre a trasformarsi in quella nuvola che le ha fatto attraversare le difficoltà per riprendere a essere se stessa. A parte il fatto che il mio “non stare mai ferma” è più cerebrale che fisico, per il resto ci siamo xD.

1 commento:

  1. Adoro questa rubrica e si la citazione da "tutta la verita' su gloria ellis" e' bellissima *_*

    RispondiElimina