2^ tappa blogtour METRO 2035 di Dmitry Glukhovsky - "Metro 2033" & "Metro 2034"

martedì 30 agosto 2016

Buongiorno, oggi prendo il testimone dal blog “Il colore dei libri” e ospito la seconda tappa del blogtour che vi presenta “Metro 2035”, il terzo e ultimo romanzo della trilogia di Glukhovsky ambientata in un futuro post-apocalittico in cui la metropolitana di Mosca è l’unico mondo umano rimasto. Lo so, il genere è molto diverso dai soliti che tratto nel blog ma ormai dovreste avere imparato a conoscermi, mi piace spaziare e spero di convincere anche voi che mi seguite a "testare" altri generi.
Il mio compito in questa tappa è presentarvi i due precedenti volumi, “Metro 2033” e “Metro 2034” per introdurvi a questa affascinante trilogia.

METRO 2033

Titolo:Metro 2033
Autore: Dmitry Glukhovsky
Copertina flessibile: 779 pagine
Editore: Multyplayer Edizioni
Collana: Apocalittici

Sinossi
L'anno è il 2033. Il mondo è ridotto ad un cumulo di macerie. L'umanità è vicina all'estinzione. Le città mezze distrutte sono diventate inagibili a causa delle radiazioni. Al di fuori dei loro confini, si dice, solo deserti e foreste bruciate. I sopravvissuti ancora narrano la passata grandezza dell'umanità. Ma gli ultimi barlumi della civiltà fanno già parte di una memoria lontana, a cavallo tra realtà e mito. L'uomo è stato sostituito da altre forme di vita, mutate dalle radiazioni e più idonee a vivere nella nuova arida terra. Il tempo dell'uomo è finito. Poche migliaia di esseri umani sopravvivono ignorando il destino degli altri. Vivono nella metropolitana di Mosca, la più grande del mondo. È l'ultimo rifugio dell'umanità. Le stazioni sono diventate dei piccoli stati, la gente riunita sotto idee, religioni, filtri dell'acqua o semplicemente per difendersi. È un mondo senza domani, senza spazio per sogni, piani e speranze. I sentimenti hanno lasciato spazio all'istinto di sopravvivenza, ad ogni costo. VDNKh è la stazione più a nord, una volta la più bella e più grande. Oggi la più sicura. Ma oggi una nuova minaccia si affaccia all'orizzonte. Artyom, un giovane abitante di VDNKh, è il prescelto per addentrarsi nel cuore della metro, fino alla leggendaria Polis, per avvisare tutti dell'imminente pericolo e ottenere aiuto. È lui ad avere le chiavi del futuro nelle sue mani, dell'intera metro e probabilmente dell'intera umanità.
Col primo volume Glukhovsky ha creato qualcosa di nuovo, ambientato in una situazione che, però,potrebbe essere più che mai reale. In un mondo sconvolto dopo la distruzione a causa delle guerre dell'uomo, i sopravvissuti di Mosca si sono nascosti nella metropolitana della città, scappando alle radiazioni e alla morte che la superficie ancora rappresenta per loro. Sono passati vent'anni da quel giorno e i vari abitanti ormai sono abituati a quell'ambiente claustrofobico e oscuro, con regole tutte sue e con pericoli nascosti nelle ombre, alcuni rappresentati dalle creature che vivono in superficie che tentano di scendere, altri rappresentati dagli umani stessi.
In questo ambiente è vissuto Artyom fin da piccolissimo, un giovane abitante di VDNKh, la stazione più a nord della Metro, sognando avventure che lo potessero potrare ad esplorarla, e l'occasione arriva quando un pericolo minaccia non solo quella stazione, ma tutti gli abitanti della Metro.
Da solo si troverà a scontrarsi contro i sogni e le speranze che nutriva prima di partire per questo lungo viaggio tra le varie stazioni, incontrando moltissimi pericoli e difficoltà, tra diversi credi, religioni, idee, e dovendo usare la sua testa per sopravvivere a queste insidie che di nascondono in ogni luogo, non sempre nell'ombra dei tunnel tra le varie stazioni....
METRO 2034ù
Titolo: Metro 2034
Autore: Dmitry Glukhovsky
Copertina flessibile: 464 pagine
Editore: Multyplayer Edizioni
Collana: Apocalittici

Sinossi
Vent’anni dopo l’inizio della guerra, il mondo in superficie e’ ancora completamente ostile all’uomo. Nella metropolitana di mosca, i cittadini della Sevastopolskaja hanno trasformato la stazione in una piccola fortezza per sopravvivere alle infinite ondate di mostri provenienti dalla vicina stazione Chertanovskaya. Essi considerano la loro patria come una sorta di Sparta, e addestrano i loro guerrieri così bene da essere temuti dal resto degli abitanti della metropolitana. Tutto sembra procedere per il verso giusto, ma c’e’ un problema fatale che neanche i coraggiosi abitanti della Sevastopolskaya possono risolvere: la distanza dalle stazioni centrali della metropolitana…
Il secondo capitolo della trilogia di Glukhovsky è stato meno apprezzato del primo.
Una storia diversa che inizia dalla parte opposta della Metro, la Sevastopolskaya, nella quale un giorno smettono i contatti tra questa stazione e quella successiva (più vicina al centro della Metro) e una coppia di insospettabili compagni di avventure intraprende un viaggio per capire cosa stia accadendo. Il "cantastorie" Omero, un uomo ormai vecchio che in passato lavorava nella Metro ed ora racconta storie oltre ad imbracciare un fucile, e Hunter, il miglior soldato della stazione.
Questo sarà solo l'inizio delle loro avventure, poichè scoprendo la causa delle interruzioni, si troveranno a far i conti con un pericolo potenzialmente letale per tutti i cittadini.
Insieme a loro si intreccerà la storia di una ragazza molto giovane, Sasha, che creerà un po' di "scompiglio" nel gruppo: vista come una nipote da Omero che cercherà di proteggerla, e la ragazza stessa che tenterà di installare un po' di umanità in Hunter, ormai segnato da quello che ha visto durante gli anni in cui combatteva in giro per la Metro.
Un libro più cupo, meno scorrevole, che regala una storia originale e piacevole, ma meno della precedente.

Una saga che merita di essere letta per la sua originalità e il mondo in cui ti porta, molto reale e che potrebbe rappresentare un futuro non troppo lontano.
Del primo capitolo ci si innamora, sopratutto se si è fan della fantasy e della fantascienza, ricco anche di colpi di scena, di lato umano, con protagonisti reali e in cui ci si può riconoscere, che ti tiene in tensione fino alla fine, tra le paure dell'ignoto, rappresentate anche solo dal buio perenne che aleggia su quel mondo. Il secondo varia da opinione ad opinione, c'è a chi è piaciuto, chi lo odia, chi si trova nel mezzo. Ma l'ago della bilancia, purtroppo, si sposta verso chi non lo apprezza: così diverso dal precedente, come storia ma anche come modo di scriverla, più dispersivo, meno attento ai personaggi, più voci a narrare le vicende, ..... Tanti piccoli "punti deboli" che rispetto al precedente lo fanno apprezzare meno.

Ora il cerchio si chiude con questo nuovo romanzo "Metro 2035" nel quale, a distanza di due anni, ritroviamo Artyom: come saranno cambiate le cose nella sua vita? Dopo quell'avventura, come sarà ambiato quel giovane così pieno di speranze e sogni? Cosa lo aspetta in questo nuovo libro? Vi posso anticipare che incontrerà un personaggio presente in "Metro 2034" già nei primi capitoli.......il resto, a voi scoprirlo leggendolo ;)


11 commenti:

  1. Aaaw! Mi ispira davvero! Bella tappa!! :3

    RispondiElimina
  2. Non conoscevo questa serie, ma ora mi meraviglia come io non ne ero a conoscenza, amo il fantasy e questo sicuramente sarà una piccola perla da leggere, il primo romanzo sembra molto emozionante e pieno di avventura, per il secondo sembra un po meno ma non avendoli letti non posso giudicarli, ma sicuramente vanno in WL. La mia preferenza e per l'intera trilogia *_*

    RispondiElimina
  3. Mamma mia quanto mi ispira questa saga! La mia mail è: Aleks_como@yahoo.it
    Partecipo per vincere la trilogia. Grazieeeee!

    RispondiElimina
  4. Mio figlio mi incita a continuare...questa serie piace anche a lui :-)

    RispondiElimina
  5. Partecipo per vincere la trilogia completa! La mia email è marco.smeraldi8@gmail.com
    Grazie per l'opportunità :)

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. la serie mi ispira molto! grazie!

    RispondiElimina
  8. Io devo ancora leggere Metro 2034, ma questa tappa mi è stata utile perchè essendo passato parecchio tempo da quando ho letto il primo volume un riassunto mi ci voleva proprio (:

    RispondiElimina
  9. Aaaw mi piacerebbe tanto leggere questa serie! Grazie per l'opportunità! :3

    RispondiElimina
  10. Adoro questa saga, grazie per questa opportunità ;)
    Partecipo per la trilogia, la mia email è denyaurora@gmail.com

    RispondiElimina
  11. Bella tappa, trilogia molto avvincente ed interessante,
    non posso perdermela!!!

    Partecipo per la trilogia, la mia mail è eleonora.ci92@gmail.com

    In bocca al lupo a tutti :) :) :)

    RispondiElimina