TI PREGO NON DIRE NIENTE di Silvia Carbone e Michela Marrucci - Recensione

venerdì 8 luglio 2016

Oggi voglio parlarvi di una novella spin-off di un romanzo che avevo avuto il piacere di leggere proprio grazie alle autrici - NEL CALORE DEL TUO CORPO - e che parla dei due coprotagonisti. Uno spin-off voluto fortemente dalle lettrici che volevano sapere come sarebbero andate le cose tra Liam e  Lisa, se il loro forte legame di amicizia sarebbe diventato qualcosa di più. Beh, non pensate subito a una storia scontata, perché vi troverete catapultati in una situazione inaspettata…

Ti prego non dire niente
Titolo: Ti prego, non dire niente
Autore: Silvia Carbone, Michela Marrucci
Editore: Aliberti Compagnia Editoriale
Genere: Romance contemporaneo

(FILEminimizer) Sinossi


Lisa Rogers ha ventiquattro anni e fin da piccola vive nel ranch degli Smith, dove la madre faceva la governante. Da sempre unica ragazza del gruppo dei cowboy di “Shooters”, Lisa considera tutti come fratelli maggiori… tutti tranne Liam Parker. Quest’ultimo, però, per poter realizzare le sue ambizioni, sarà costretto a fare delle scelte e ad allontanarsi da Lisa. Dopo un'assenza di due anni, Liam ritornerà a Hardin e dovrà fare i conti con i sentimenti e le emozioni che lo legavano a Lisa. Lei non è più la ragazzina spensierata che ha lasciato. È cresciuta ed è diventata una donna bellissima dalla quale è difficile star lontani.
Battute al vetriolo e rancore caratterizzano il loro nuovo rapporto: il segreto che custodisce Lisa potrebbe allontanarli per sempre.
(FILEminimizer) Recensione

Cosa dire di questa novella? Intensa, intrigante, inaspettata, tormentata, romantica e passionale. Chi come me sperava in un seguito che parlasse dei coprotagonisti conosciuti nel romanzo "Nel calore del tuo corpo" si troverà subito catapultato negli avvenimenti.

Si torna al ranch degli Smith dove tutto era iniziato, ma sono trascorsi due anni da quando avevamo conosciuto Liam e Lisa, un legame unico, in cui amicizia e amore si fondevano al punto da rendere ovvio a tutti (forse meno agli interessati) che fossero fatti per stare insieme. Bene, quello che speravamo è accaduto, ma non è andato avanti nel migliore dei modi...

Liam è partito, ha realizzato il suo sogno di diventare un cowboy professionista, sempre sulle copertine delle riviste con donne bellissime al suo fianco. La sua vita sembra aver preso la strada che ha sempre desiderato, e questo perché l'unica donna che abbia amato lo ha allontanato senza possibilità di ritorno. Bello, caparbio, testardo, passionale, protettivo e dolce; in pratica un altro protagonista che non passa inosservato.

Lisa è andata avanti, con il cuore spezzato ma convinta delle motivazioni che l'hanno spinta a lasciare andare Liam. Ha accanto amici fidati che la circondano di amore e un carattere forte, altruista, affettuoso e romantico. Quello che è accaduto dopo che Liam se ne è andato le ha permesso di vivere con la consapevolezza che il legame tra loro non si sarebbe comunque mai spezzato.

Il ritorno al ranch di Liam per il battesimo di Archer, il figlio dei protagonisti del precedente libro riaccende il sentimento e la passione sopiti, ma i segreti e le motivazioni che hanno tenuto divisi i due giovani rischiano di allontanarli di nuovo, questa volta per sempre.

Poche pagine per una storia che non lascia nulla in sospeso, in cui accadono molte cose ma che le autrici riescono a portare avanti e sviscerare senza lasciare la sensazione di qualcosa di irrisolto come spesso può accadere in racconti brevi. I due protagonisti prendono forma e carattere, attraverso i loro pensieri, i dialoghi frizzanti e attimi "di intensa passione" il lettore si trova coinvolto nelle loro sensazioni e entra nei loro tormenti. Ritroviamo con piacere anche i protagonisti che avevamo lasciato nel romanzo precedente e scopriamo come sono proseguite le loro vite, anche se qui hanno un ruolo completamente diverso, sono membri di quella famiglia che è il ranch.

Se nel primo romanzo le lettrici erano state conquistate dalla vita dei cowboy, dal rapporto unico tra uomo a natura, questa volta le autrici ci mostrano la passione per quella vita dandoci l'opportunità di vederla attraverso i desideri e la vita del protagonista.

La narrazione dal punto di vista esterno  e alternato consente a chi legge di avere il quadro completo degli avvenimenti senza però tralasciare l'empatia necessaria per affezionarsi ai personaggi. Come sempre le autrici riescono a tenere un ritmo scorrevole e costante, rendendo la lettura veloce e allo stesso tempo coinvolgente anche grazie ai dialoghi fatti di ironia, battibecchi e passionalità.

Una storia d'amore, una storia in cui amare significa voler vedere l'altro realizzare i propri sogni anche a discapito della propria felicità, ma che dimostra come a volte i sogni cambino, proprio in funzione di questo sentimento, e non per questo si trasformino in rinuncia, ma anzi riempano la vita di emozioni ancora più grandi.

«Il futuro che attendeva il ranch Smith era ancora tutto da scrivere.»

Ho voluto finire la recensione con la frase conclusiva della novella perché ora sarò io a fare un appello alle due autrici...voi sapete di cosa sto parlando, dovete assolutamente, e dico assolutamente scrivere un seguito per le new entries!!! Vogliamo tutte tornare al ranch!



Nessun commento:

Posta un commento