L’AMORE È COME GLASSA AL CIOCCOLATO di Barbara Schaer - Recensione

giovedì 7 luglio 2016

Buon giovedì sera! Oggi la recensione è della mia collaboratrice Patty che sta tenendo un ritmo incredibile per smaltire le richieste degli autori self che, colpa mia, erano rimaste indietro. Patty ha letto per noi un romance “gustoso” di Barbara Schaer, vediamo cosa ne pensa.

Vi ricordo che il libro può essere letto singolarmente ma fa parte della serie “L’amore è come…” di cui ho letto e recensito il primo volume “L’amore è come un pacco regalo

l'amore è come glassa al cioccolato
Titolo: L’amore è come glassa al cioccolato
Autore: Barbara Schaer
Serie: L’amore è come…#2
Editore: Self Publishing
Genere: Romance contemporaneo

(FILEminimizer) Sinossi

Cosa può esserci di peggio che separarsi dall'uomo che si ama e con cui si pensava di trascorrere tutta la vita? Per esempio scoprire di essere incinta senza sapere chi sia il padre.
Fra bugie e incomprensioni, romanticismo ed equivoci, Giorgia cercherà di scegliere il migliore fra due uomini, due padri e due possibili vite, dimenticandosi che alcune volte l'unica cosa che conta davvero è solo l'amore



(FILEminimizer) Recensione

Come canta Renato Zero “Il triangolo no, non l'avevo considerato, d'accordo ci proverò” e Giorgia, la nostra protagonista se lo crea e ci prova fino alla fine, non per trovare l’amore, ma per avere un buon padre per suo figlio. Tutto inizia una notte, quando stacca dal lavoro e si ferma presso un autogrill …

«La prima regola per entrare in un bagno pubblico e uscirne illesi è ripiegare accuratamente l’orlo dei pantaloni in modo che la stoffa non strusci contro il pavimento. La seconda è essere in possesso di un pacchetto di fazzoletti da usare al posto della carta igienica. La terza e ultima, ma decisamente fondamentale, è evitare ogni contatto diretto e indiretto con la tazza. Io ho dimenticato la prima, tralasciato la seconda e mi sono ricordata della terza solo perché altrimenti non riuscirei a fare quello che invece sto facendo. E cioè pipì sopra il test di gravidanza che ho appena acquistato. Già, avete capito bene. Test di gravidanza alle quattro di mattina …»

Barbara entra subito nel vivo e svela in quale situazione si trova Giorgia, incinta, single e soprattutto non sa chi è il padre del bambino, perché lei si vede con due uomini contemporaneamente; uno è Max, il suo ex marito e l’altro è Andrea, un amico di letto, insomma uno con cui fa semplicemente sesso, senza nessun coinvolgimento sentimentale. Il gioco è pericoloso, lei vuole un buon padre, non necessariamente lo deve amare, ma chi dei due è quello giusto? Non sapendo cosa fare decide di informare entrambi della probabile paternità, all’insaputa l’uno dell’altro, e poi aspetta le loro reazioni, che non tarderanno ad arrivare. Nessuno dei due ha previsto un’eventualità simile, ma le persone possono sempre stupire e fare qualcosa che non ci aspettiamo. Giorgia pensava sarebbe stato facile, chi si fosse assunto la responsabilità andava bene, ma a sorpresa, entrambi sembrano intenzionati almeno a provarci e allora che si fa? Giorgia mette in atto un piano, fatto di bugie, tradimenti, un bel triangolo con due vite separate una con Max e l’altra con Andrea, creando situazioni al limite del possibile, dove l’errore è dietro l’angolo. La protagonista è una donna intelligente, ironica, sarcastica e realistica, non si aspetta un amore romantico, non combatte per questo e non lo cerca, ma si sa, quando meno te lo aspetti cupido colpisce.

«I piatti della bilancia su cui ho seduto Andrea e Max ondeggiano, gli equilibri si imbizzarriscono, ogni certezza si incrina. E io sono ancora più confusa di prima.»

Difficile fare una scelta, Max è il suo passato, la sua certezza, è il suo ex marito e di lui sa tutto, anche che non vuole bambini e il loro matrimonio è finito per quello, sempre a rincorrere la notorietà, senza guardare in faccia a nessuno, nemmeno lei, perché lui è un’artista, un cantante. Max avrà una grande opportunità, partecipare a un nuovo reality che potrebbe cambiargli la vita, ma non vuole rinunciare a Giorgia e se per farlo deve accettare il bambino, lo farà. Andrea, fondamentalmente è una New entry, nonostante si frequentino da mesi, non si conoscono, parlare non rientrava nelle loro priorità e si metteranno in gioco entrambi, cercando di partire dall’inizio, come per esempio un primo appuntamento.

«I preliminari sono più eccitanti quando si è agli inizi di una storia. C’è la tensione dell’attesa, la curiosità della scoperta, il desiderio che sfrigola sottopelle. Ci frequentiamo da mesi, ma questo è uno di quei momenti. E’ come se ci fossimo appena conosciuti, come se non ci fossimo mai toccati veramente.»

Anche Andrea ha una professione un po’ particolare, fa il pugile e qualche volta allena privatamente, ma lui ha un sogno e non vuole i soldi del padre per raggiungerlo, perché la sua famiglia è ricca, ma lui vuole essere indipendente. Questo è un punto in comune con Giorgia, anche lei figlia di persone altolocate, pecora nera della famiglia e certo non figlia modello, come invece è sua sorella, cosa che sua madre non smette mai di rinfacciarle, cercando di trovarle un fidanzato adatto al loro standard.
Una storia brillante, divertente e molto attuale, scritta bene e con uno stile brioso e sciolto, soprattutto tenendo conto che è scritto in prima persona, tutto dal punto di vista di Giorgia a parte l’epilogo. Sei collegata con lei e segui perfettamente i suoi pensieri e i suoi stati d’animo, quando si sente a disagio e descrive le sensazioni di una donna incinta, ossia i piedi gonfi e il fisico sformato, con la voglia di sentirsi amata e desiderata. Non mancano battute, discussioni, scontri tra Giorgia, Andrea e Max, ma anche con i relativi familiari che danno spessore alla lettura. Cosa vi posso dire, da leggere, magari sotto l’ombrellone e col sorriso sulle labbra, accompagnando Giorgia in questa rocambolesca avventura, alla ricerca del padre giusto. Non siete curiosi di sapere chi sarà?

Buon divertimento Patty
banner post









Nessun commento:

Posta un commento